....... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com *******

domenica 7 gennaio 2018

Sport e Legalità Clemente Russo presente a Castrovillari alla firma del protocollo tra Casa Circondariale e Lions.

Comunicato stampa

Sport e legalità. E’ questo il nome del “service” che nella giornata di
ieri è stato presentato presso la Casa Circondariale di Castrovillari. Un progetto ideato dal Distretto
108 YA dei Lions Club che pone l’attenzione nei confronti della realtà carceraria, spesso
dimenticata e sconosciuta dalla società, ma parte integrante di essa, con la consapevolezza di voler
dare un piccolo aiuto a coloro che vivono la condizione di detenuti. Ieri la firma ufficiale del
protocollo d’intesa tra la Direttrice della Casa Circondariale Maria Luisa Mendicino e il Presidente
dei Lions Club di Castrovillari  Michele Martinisi che ha registrato l’importante partecipazione del
campione di pugilato Clemente Russo, accompagnato per l’occasione a Castrovillari da Lino Le
Voci dei Lions Club di Perugia. I detenuti hanno così avuto la possibilità di essere protagonisti di
un vivace e costruttivo confronto con il Campione di pugilato sulle tematiche del film "Tatanka"
proiettato nella Casa circondariale il giorno precedente. Clemente Russo, uomo del Sud,
proveniente da Marcianise, si è detto fortunato per quanto accaduto nella sua vita, rispondendo alle
domande dei detenuti che, partendo dalla visione del film del regista Giuseppe Gagliardi, hanno
spaziato in maniera costruttiva e sorprendente sul mondo dello sport, del riscatto sociale e della vita
carceraria. Russo ha aperto il suo cuore rivolgendosi ai detenuti con grande spontaneità e umanità
suscitando in loro particolare apprezzamento ed emozione, emozione che è trapelata nel momento
della consegna da parte di un detenuto al campione di una targa in ricordo dell’incontro. Il pugile
che appartiene al corpo sportivo della Polizia Penitenziaria non è la prima volta che incontra nelle
carceri uomini e donne che pagano per i loro errori. In tanti ieri hanno ricordato di aver sognato con
le sue vittorie e seguendo i suoi incontri. La direttrice Maria Luisa Mendicino ha sottolineato  il
valore dello sport che ha una grande valenza nella rieducazione delle persone e che riesce a far
nascere in ognuno quel senso di riscatto. Un momento di collaborazione tra più istituzioni che ha
trovato “grande disponibilità e sensibilità nella direzione e in tutto il personale della casa
circondariale” - ha dichiarato il presidente dei Lions, Michele Martinisi - e che vedrà nascere anche
un laboratorio di danza caraibica per la sezione femminile curato da "Sarà Danza" e un momento
prettamente sportivo con la prossima inaugurazione del nuovo manto in sintetico del campetto
                      
         LIONS CLUB INTERNATIONAL – CASTROVILLARI (CS)
all'interno della casa circondariale. Per l'occasione i Lions doneranno materiale sportivo per i
detenuti materiale sportivo rivolto anche al progetto di atletica leggera "Arcobaleno" tenuto dalla
Tiger Running  presente ieri al tavolo dei relatori con il Presidente Vincenzo Malomo.  Alla firma
del protocollo hanno partecipato anche il II Vice Governatore dei Lions Nicola Clausi, il 
responsabile legalità e ideatore del Service dei Lions Luigi Delle Cave che hanno evidenziato il
ruolo del Club nella società e l'importanza di "servire" cercando di dare un contributo a chi vive
oggi la condizione di detenuto, il Sindaco della città Mimmo Lo Polito che ha elogiato il Club
cittadino per l’attività proposta,  e il Presidente dell'Associazione Cinepresi Erminia Marino che ha
collaborato alla realizzazione del Cineforum con il Club di Castrovillari, Cineforum che continuerà
nei prossimi mesi.

VIOLE' - IL FILM… UN SOGNO CHE PUO’ DIVENTARE REALTA’ INSIEME


“Viole” il libro della castrovillarese Angela Micieli, divenuto anche opera teatrale riscuotendo
grande successo di pubblico e di critica, numerosi e prestigiosi, infatti, i premi vinti in questi anni,
potrebbe diventare un film.  E’ questa oggi l’idea  dell’autrice: produrre il mediometraggio (50
minuti) tratto dal libro che ha avuto una notevole impatto sui giovani, molti di loro hanno trovato la
forza e il coraggio di aprirsi e raccontare i loro casi di violenza subita.  “Violè” è una storia dura,
ma densa di umana sofferenza. Una donna violata nel suo "essere donna", travolta dalle fatalità,
ingannata, costretta a vendersi e incapace di ribellarsi fino a un momento terribile che segnerà la sua
vita. Una storia coinvolgente, emotivamente forte. Una storia di riscatto e di speranza. Una vicenda
che l'autrice come dicevamo,  ha portato con successo anche in teatro con un suo monologo,
vincendo tra l'altro a Roma il premio come miglior testo e il premio giuria popolare, nell'ambito
della Rassegna Festival "Dirittinscena”.
Tra le numerose finalità che il progetto prevede c’è quella di sensibilizzare, attraverso una
campagna di diffusione e di promozione del lungometraggio nelle scuole, gli studenti delle scuole
superiori di secondo grado di tutta Italia e non solo, sul tema della violenza sulle donne e la
partecipazione a Festival cinematografici dal carattere nazionale e internazionale. 
Violè – film,   sarà  un adattamento del romanzo, un mediometraggio (50 minuti) che verrà
interamente girato a Castrovillari e nel territorio calabro lucano in una operazione di rilevante
rilancio e marketing territoriale. Sarà realizzato  in cinque giorni, a cui si aggiungeranno 30/45
giorni per la fase di montaggio, color correction e sonorizzazione. Sceneggiatura e regia, sarà curata
da  Diletta D’Ascia; aiuto regia: Pierpaolo Saraceno; attrice interprete Viole’: Mariapaola Tedesco;
direttrice artistica: Rosy Parrotta; costumista: Piera Gabrieli; trucco e parrucco: Valentina Morrone;
Comunicazione: Arca Communication
Per la sua realizzazione occorrono 35.100 euro suddivisi in 702 quote del valore di 50 euro cadauna.
Chiunque può aderire alla campagna di finanziamento versando presso l’Associazione o sul conto
corrente, appositamente creato e intestato all’associazione capofila Khoreia 2000, l’importo di una o
più quote, diventando così coproduttore del film.
La strada è ancora lunga e tutta in salita tuttavia il gruppo cresce e l'entusiasmo pure. Adesioni non
solo da Castrovillari ma da nord a sud Italia.
PRIMO RESOCONTO
Da progetto 702 quote (del valore di 50 euro cadauna) per un totale di € 35100.
A oggi, dopo appena un mese all'avvio della raccolta, sottolinea l’ideatrice Angela Micieli, alla
nostra pianta sono cresciute 79 foglioline (€ 3950). Ne mancano 623
“Questo film s'ha da fare! E quando sarà fatto e darà i suoi frutti potrete dire: io c'ero, io ho
fatto la mia parte”.
Tutti i professionisti sopra elencati, parte viva del progetto, hanno messo a disposizione le proprie
competenze a titolo gratuito.
Coordinate bancarie:
Banca Credem
Beneficiario: Khoreia 2000 
Iban: IT41 T030 3280 6700 1000 0002 146 
Causale: Insieme per Viole' - il film
Consulenza amministrativa: dott.ssa Maria Golia
Consulenza legale: avv. Lucio Rende
Verrà periodicamente fornita rendicontazione sulle somme raccolte.
Per ulteriori e più dettagliate informazioni contattare Angela Micieli 
https://www.facebook.com/angela.micieliparrotta
angelamici@gmail.com

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION