... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

mercoledì 11 ottobre 2017

Magia e illusioni, Francesco Busani incanta il pubblico del Sybaris


Magia, coinvolgimento, illusioni, uno show  che ha mescolato  emozioni forti, misteri e risate;
quello tenutosi ieri sera al Sybaris di Castrovillari e messo in scena da un grande illusionista di fama
nazionale, Francesco Busani  mentalista indagatore dell’occulto e studioso di misteri e della
tradizione esoterica. Lo spettacolo “Mind Cabaret” faceva parte del variegato cartellone della VII
edizione di Calàbbria Teatro Festival, manifestazione inserita negli eventi storicizzati della
Regione Calabria al VI° posto della graduatoria. Il festival è organizzato dall’Associazione
Culturale “Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di
Angela Micieli, in programma a Castrovillari fino al 15 ottobre 2017.
“MindCabaret “è stato uno spettacolo che ha  mescolato  emozioni forti, misteri e risate. Perché
Francesco è un mentalista che non riesce a prendersi quasi mai sul serio. Tra ricordi d’infanzia e
oggetti unici e misteriosi,  il mentalista e cantastorie Busani,  oltre a raccontare episodi in cui la sua
vita si è intrecciata con l’impossibile e il paranormale, ha coinvolto il  pubblico che da spettatore è
diventato  protagonista. E tanti sono stati i giovani “ Maghi” venuti anche da fuori Castrovillari  a
vedere le sorprendenti, magiche, memorabili illusioni. Questa sera lo spettacolo, con ingresso
gratuito, sarà dedicato ai bambini. In scena “La Poesia in una bolla di sapone” dell’ Associazione
di promozione sociale “Art Patachipi”. Achille Veltri, artista teatrale appassionato del teatro di
strada: trampoli, giocoleria e mimo corporeo, porterà in scena un viaggio nel magico e poetico
mondo delle bolle di sapone.
Al via domani la IV edizione del “Festival dei Corti” che quest’anno diventa internazionale.  In 30
minuti gli attori sul palco del Sybaris , a tema libero, cattureranno con tre spettacoli ogni sera, lo
spettatore che diventerà attore principale. Infatti con l’acquisto del biglietto, alla modica cifra di 7
euro, oltre  a godere dello spettacolo potrà , attraverso una scheda votare decretando il vincitore
della “giuria popolare”; I°-II° e III° posto  sarà ad appannaggio della “giuria tecnica” composta
(Umberto CARACCIA, Diletta D’ASCIA, Federico PROSPERI, Federica GRISOLIA). L’esito delle
votazioni si avrà sabato 14 ottobre. (foto Federica Grisolia)
Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle
12,30 e dalle 17 alle 20
Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle
20

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION

PROGRAMMA CORTI TEATRALI
Giovedì 12 ottobre –
Ore 21:00

Onirika del Sud

Io non avevo mai deciso di volare
Testo e regia Pierpaolo Saraceno
Con Pierpaolo Saraceno, Mariapaola Tedesco, Alessandro Lo Piccolo
Musiche Concetto Fruciano
La Ribalta Teatro
Piscik
Di e con Luca Oldani
Ass. Cult. Ettore Petrolini
Decisamente single
Testo e Regia Francesco Chianese
Con Alessandra Bonamonte

Al Calabbria teatro festival Consegna del Premio Frontiere Aperte

“Premio “Frontiere Aperte” III edizione a due eccellenze  castrovillaresi, al  dr
Bruno Rizzuti ( nell’ambito scientifico) e al dr.Gerardo Bonifati  (nell’ambito culturale). Bruno
Rizzuti, del Cnr-Nanotec di Rende che da un farmaco antipsicotico ha aperto nuove speranze
contro il tumore al pancreas; Gerardo Bonifati, direttore artistico della Pro Loco di Castrovillari,
vincitore dell’Oscar mondiale del folklore ad Haifa (Israele), assessore alla cultura FITP. Eccellenze
capaci di portare fuori l’identità territoriale perche il premio si chiama “frontiere aperte”, si va oltre
però poi si opera nel proprio paese, così il direttore artistico, Rosy Parrotta. Premio lo ricordiamo
inserito nel cartellone della VII edizione del Calàbbria Teatro Festival, manifestazione inserita
negli eventi storicizzati della Regione Calabria al VI° posto della graduatoria ed  organizzato
dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” in programma a Castrovillari fino al 15 di ottobre.
Onorati di aver ricevuto questo riconoscimento così  i due premiati Rizzuti e Bonfati che hanno
sottolineato che fa sempre piacere ricevere riconoscimenti per il proprio lavoro. Il merito però  è
frutto di  un lavoro di squadra che da la dimensione di quello già fatto e uno sprone per andare
avanti e continuare in quello che si sta facendo. Ma la seconda giornata del Festival si è aperta con
la presentazione del libro, Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI (EDIZIONE PELLEGRINI) I°
classificato alla I^ edizione del Premio Internazionale Città di Castrovillari – Poesia, Prosa, Arti
figurative e Teatro, moderato dal direttore organizzativo dell’evento, Angela Micieli. Algieri,
giovane calabrese di Corigliano Calabro, prende spunto da un documentario girato a Londra dove
si parla dei giovani artisti in fuga dall’Italia. La prefazione del libro è stata curata dal
cantautore Brunori Sas, di cui si richiama il verso: “…come in una specie di staffetta esistenziale,
tra incanto e disincanto, questi poveri cristi dipinti da Giovanni Algieri si passano il testimone
nell’eterna corsa ai traguardi della vita“. Un romanzo composto di cinque racconti, dove i
protagonisti delle storie sono padri e figli a confronto: genitori apprensivi e tradizionali, con figli
che se ne vanno in giro per il mondo e che padroneggiano il continente come nessun’altra
generazione ha mai fatto prima d’ora.  La fuga dei giovani verso mete sconosciute in cerca di
lavoro, ha dato modo di aprire il dibattito. Andare via è più facile che rimanere, spesso manca il
coraggio di restare anche se ogni persona parte con dolore perché non ha la possibilità di rimanere
così hanno sottolineato i tanti giovani presenti al dibattito che si sono confrontati con l’autore e con
gli ospiti al tavolo. Mettersi in gioco essere attivi è la chiave di svolta dei territori, così il sindaco di
San Basile nonché consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi presente all’evento. Manca il
“tempo”, ricollegandosi alla tematica del festival,  di vivere le cose e di capirle, così il sindaco di
Castrovillari, Mimmo Lo Polito; abbiamo la possibilità di vivere  in una regione, la Calabria, dove
la natura offre tante opportunità ma non riusciamo a coglierne la bellezza. (foto di Giuseppe
Iazzolino).Il festival continua questa sera alle 21,00   al Teatro Sybaris con il suggestivo spettacolo
di Francesco Busani uno dei più grandi mentalist a livello nazionale  “Mind Cabaret” in cui
l’attore si racconta tra ricordi di infanzia e lo scorrere della vita attraverso l’arte del mentalismo.
Per mercoledì  ad ingresso gratuito,  i bambini avranno modo di essere incantati da Achille Veltri
dell’Associazione di promozione sociale “Art Patachipi”,con lo spettacolo “la poesia in una bolla
di sapone” .Uno spettacolo sul mimo con l’aiuto delle fantastiche bolle di sapone.
Da sottolineare che anche gli studenti under 19 grazie all’idea partita dall’associazione denominata 
“ A teatro con noi”entrano  gratuitamente agli spettacoli.
PROGRAMMA
Teatro Sybaris
Martedì 10 ottobre – Ore 21:00
Francesco Busani
Mind Cabaret
Mercoledì 11 ottobre
Ore 21:00 – Teatro Sybaris
Associazione “Art Patachipi”, La Poesia in una bolla di sapone
Spettacolo di mimo di e con Clown Fofo (Ingresso libero)
Ore 22:00 – Protoconvento francescano
Convivio
Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17
alle 20
Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle
20

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION

Presentazione dell’Agenda sentimentale, il 12 ottobre presso la libreria La Freccia Azzura


Giovedì 12 ottobre alle ore 17:00 verrà presentata, presso la libreria “La freccia
azzurra” (C.so Calabria, 80), l’”Agenda sentimentale”, una novità della casa editrice
CoccoleBooks. Un’agenda dove si trovano senz’altro le ore, i giorni e i mesi del
tempo che scorre, ma anche uno spazio personale, delle frasi per ogni settimana che
invitano a fermarsi, per annotare le esperienze più intime che accompagnano la
complessa ed emozionante “vita scolastica”.
L’incontro rivolto al corpo docente, ai genitori, ai formatori, ha lo scopo di
presentare l’ “Agenda sentimentale”, ma soprattutto soffermarsi sul ruolo
dell’oggetto libro nell’interazione con la crescita personale e individuale di ogni
ragazzo/a; le strategie, le tecniche e le modalità per permettere che si sviluppi
quella fondamentale empatia tra i giovani e il mondo della letteratura loro dedicato.
Saranno presenti gli autori, Antonio Ferrara e Daniela Valente.
Antonio Ferrara è autore, illustratore e formatore. Per diversi anni ha lavorato
presso una comunità alloggio per minori a Novara, dove è nato il suo interesse a
diffondere la passione della lettura nei giovani. Nel 2012 ha vinto il Premio Andersen
per la fascia over 15 con il libro Ero cattivo, il cui protagonista è un adolescente
vittima di pregiudizi. Ha pubblicato con diverse case editrici come Mondadori,
Rizzoli, Salani, CoccoleBooks, San Paolo, Interlinea, Artebambini ed altre. Tiene
laboratori di illustrazione e scrittura creativa “per emozioni” per ragazzi, insegnanti,
detenuti e degenti, presso scuole, biblioteche, librerie, carceri, associazioni culturali
e ospedali.
Daniela Valente è autrice, formatrice e direttore editoriale della casa editrice
CoccoleBooks per bambini e ragazzi, fondata insieme al marito Ilario Giuliano nel
2006. Autrice di diversi titoli per bambini e ragazzi, si occupa di promozione della
lettura e tiene incontri di scrittura creativa e lettura interpretativa nelle scuole.