... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

sabato 2 settembre 2017

TROFEO DEGLI ARAGONESI. 400 ATLETI SI SFIDANO TRA LE BELLEZZE DEL POLLINO

Tutto pronto per la gara podistica organizzata dall'Associazione Sportiva Dilettantistica CorriCastrovillari del presidente Gianfranco Milanese. Attesi oltre 400 atleti da tutto il Sud Italia per la gara valida per il campionato interregionale Fidal di Corsa in montagna.
Si parte il 3 settembre, ma l'adrelina cresce ogni giorno di più nell'attesa della terza edizione del Trofeo degli Aragonesi. La gara valevole per il campionato interregionale di corsa in montagna radunerà nella città del Pollino oltre 400 runner provenienti da tutto il sud ed aderenti alle 160 compagini sportive che prendono parte al torneo di corsa in montagna che sta diventando disciplina sempre più amata visto che permette di fare sport in contesti naturali di grande fascino. 
Quello di Castrovillari è un grande appuntamento di sport e di promozione del territorio. Percorso affascinante ed estramente tecnico quello preparato per gli sportivi che arriveranno in città per la quinta tappa (sulle sette in programma) del campionato che raduna atleti aderenti alle squadre di Puglia, Basilicata e Calabria. 
La società sportiva presieduta da Gianfranco Milanese ha disegnato un circuito a forma di cuore che esalta le specificità tecniche dei corridori e permette di ammirare le bellezze paesaggistiche e naturalistiche di un'area di grande pregio, inserita nel Parco Nazionale del Pollino, che patrocinia l'evento insieme al Comune di Castrovillari. Nella prima parte del percorso gli atleti si confronteranno con la salita, nella seconda parte del tracciato si potrà defaticare grazie alle ondulazioni del terreno, prima di godersi l'ultima parte veloce che scende verso il traguardo. 
La macchina organizzativa dell'Asd CorriCastrovillari è in piena attività per garantire la migliore accoglienza agli atleti e la sicurezza necessaria lungo il percorso che permetterà di ammirare l'identità territoriale del Parco Nazionale più grande d'Italia. 
L'Ente parco, presieduto da Domenico Pappaterra, è da sempre vicino a questa manifestazione sportiva che coniuga lo sport outodoor con la promozione del territorio e sposa la pratica del turismo ecosostenibile, facendo crescere il trend di quanti scelgono il Pollino per il turismo sportivo. Domenico Lo Polito, Sindaco della Città di Castrovillari (che detiene anche la delega di assessore allo sport), a nome e per conto dell'Amministrazione comunale è vicino all'Asd Castrovillari che propone un percorso di «valorizzazione della natura e che contempla capacità tecniche degli atleti e che è testimonianza di passione sportiva». 
Ogni anno la manifestazione è sostenuta dal contributo tecnico degli sponsor Energy Progress, Caffè Guglielmo, Agripharma, Milanese srl, Decathlon, Capani e Tenute Ferrocinto.

Interruzione di acqua a tempo indeterminato?

Era il 12 di giugno quando il comune informava i cittadini che per favorire l'approvvigionamento dei serbatoi idrici il servizio idrico sarebbe stato sospeso da mezzanotte alle 6 tutte le notti.
Ad oggi però dopo ben 2 mesi e mezzo di disservizio, buona parte della città è ancora a secco di notte , con notevoli disagi soprattutto per i cittadini che non hanno un lavoro con orari d'ufficio.
Ci chiediamo dunque, data l'assenza di comunicazioni in merito fino a quando si rende necessaria l'interruzione d'acqua?
Ci chiediamo inoltre come mai solo una parte della città deve subire questo disservizio, ben 2 mesi e mezzo accollati ad una sola parte della città e con precisione corso Calabria e sue traverse, via falese, via polisportivo,  via Santi Medici nord e zone rurali quali celimarro e Cammarata, perché non si è messa in atto una rotazione per tutti i quartieri della città che riducesse al minimo il tempo di mancanza d'acqua per ogni quartiere?
Ed inoltre, forse è arrivato il momento di intercettare finanziamenti per risolvere alla radice la questione idrica in città intervenendo direttamente sull' acquedotto e sull' ampliamento delle vasche di approvvigionamento?
I cittadini stanchi aspettano risposte