... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

venerdì 30 giugno 2017

Immigrati, contro il sistema di accoglienza ma non contro le persone

È un tema caldo; discussioni, dibattiti, litigi, interventi e dichiarazioni, tutto in città parla di immigrazione.
Tra prese di posizione, paure, populismi, razzismo e mezze verità, cresce in città la paura e la preoccupazione per l'attivazione, da parte del Prefetto, di un centro di accoglienza straordinario (CAS) predisposto per accogliere 25 immigrati, da qui a breve, secondo voci di corridoio, ne dovrebbe essere attivato un'altro di cui non si conosce la capacità per arrivare al numero che il piano di ripartizione della prefettura ha stabilito per la città di Castrovillari, cioè 90 unità.
Questi immobili privati, sono stati segnalati al Prefetto dai loro stessi proprietari che hanno aderito ad un bando che la stessa prefettura ha indetto a Maggio.
Per nulla infondate dunque le preoccupazioni degli abitanti di via Ernesto Moneta che il mese scorso avevano manifestato la propria preoccupazione in merito alla paventata voce di un imminente apertura di un CAS, tant'è che ad un mese di distanza è stato attivato un centro d'accoglienza, anche se in una zona diversa.
L'amministrazione comunale in tutto questo ha le sue responsabilità, in quanto non è stata in grado di coprire i 90 posti assegnati alla nostra città con il progetto SPRAR, copertura che avrebbe esentato la città da ulteriori forme di accoglienza.
I 20 posti attivati in città lo scorso anno dallo SPRAR non sono stati sufficienti ha far scattare la clausola di salvaguardia dell'anci che avrebbe bloccato ulteriori richieste di accoglienza da parte del Prefetto.
Ad oggi è previsto per giorno 3 luglio un consiglio straordinario proprio sul tema immigrazione, e per lo stesso giorno in piazza municipio è previsto un sit-in di protesta organizzato dalle destre cittadine.
Alla luce delle fibrillazioni che l'argomento produce, bisogna sottolineare e ribadire, sperando di parlare a nome della stragrande maggioranza di castrovillaresi, che
LA NOSTRA CITTÀ NON È CONTRARIA AD UN ACCOGLIENZA SERIA E PONDERATA, FATTA CON CRITERIO E MIRANDO ALLA MASSIMA INTEGRAZIONE E STABILITA SOCIALE,

RIMANIAMO CONTRARI INVECE A FORME DI BUSINESS FATTE SULLA PELLE DI GENTE CHE HA BISOGNO D'AIUTO, CONTRARI A FORME DI GHETTIZZAZIONE QUALI SONO I CAS, CONTRARI A CHI VEDE NELL'IMMIGRATO UN MODO PER ARRICCHIRSI.

Inaugurazione di attrezzatura già esistente, ma i problemi restano irrisolti. L'attacco delle Civiche

COMUNICATO STAMPA

E’ proprio vero che, in tempi di vacche magre…tutto fa brodo. Ma che si arrivasse
a…inaugurare (?) un’apparecchiatura di Risonanza magnetica, già esistente e semplicemente
sostituita con un modello più recente, è davvero patetico. E’ accaduto all’ospedale di
Castrovillari, dove il sindaco Lo Polito e il Direttore Generale dell’ASP hanno
presenziato…all’accensione del nuovo modello dell’apparecchiatura già esistente. Con grande
…”risonanza”, questa volta mediatica. Aspettiamo ora che ci siano a breve inaugurazioni
ugualmente significative: per la sostituzione di un ecografo obsoleto, di un elettrocardiografo
guasto e, perché no, di un bel pavimento in linoleum…
Passando a cose più serie, speriamo almeno che il sindaco Lo Polito abbia approfittato della
“fausta” occasione per chiedere conto al Direttore Mauro degli scippi che continuamente
subisce e delle inadeguatezze di cui sempre più soffre l’ospedale di Castrovillari. Ma le Liste
Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” ci sono e vigilano. A controllare e ricordare: perché
gli Ortopedici assunti per Castrovillari sono stati trasferiti illegittimamente a Paola e lì ancora
si trovano? E’ stata revocata la delibera di trasferimento a Lungro della Farmacia territoriale
con l’aggravio della non trascurabile spesa di 170.000 euro ?  E i mille altri problemi che
attanagliano l’ospedale di Castrovillari e che il sindaco Lo Polito ben (dis)conosce, a che punto
sono ? Sembra di assistere alle scene di un film: mentre la nave affonda –e con essa il diritto
alla salute della popolazione di Castrovillari e del suo comprensorio-, chi dovrebbe
intervenire è invece intento a brindare e ballare, del tutto indifferente.

Il Coordinamento politico delle Liste Civiche
di Solidarietà e Partecipazione