... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

martedì 6 giugno 2017

Incontro in prefettura sul problema migranti, ribadito il No dell'amministrazione comunale


L’AMMINISTRAZIONE CON IL SINDACO  E L’ASSESSORE RUSSO
OLTRE IL CONSIGLIERE SANTAGADA IN PREFETTURA  PER
RIBADIRE IL NO FERMO AI CENTRI-GHETTO ED AI C.A.S. IN
CITTA’ -- LA RIUNIONE ERA CON TUTTI I COMUNI COINVOLTI
CON GLI S.P.R.A.R E DESTINATARI DEI C.A.S. ”

L’Amministrazione comunale di Castrovillari, come anticipato il primo
giugno in un momento con i cittadini,  ha tenuto un incontro in
Prefettura sulle esigenze di ospitalità degli immigrati ribadendo subito
il ruolo dello S.P.R.A.R., sposato con un progetto,  per l’accoglienza di
richiedenti/titolari di protezione internazionale e dei loro familiari ed
esprimendo così “ferma contrarietà- come scritto già in una lettera del
Sindaco , inviata alla Prefettura ed al Ministero dell’Interno-  ai Centri
di Accoglienza Straordinaria, che creerebbero ghetti e non veri ambiti
d’integrazione,  oltre  a qualsiasi iniziativa che percorra strade
alternative o  travalichi il principio che sottende la semplice
accoglienza.”
All’incontro con tutti i Comuni coinvolti con gli SPRAR e destinatari dei
CAS, dove Castrovillari è stato presente con  il Sindaco, Domenico Lo
Polito,  l’Assessore, Pino Russo, ed il consigliere Peppe Santagada, i
responsabili dell’Ufficio Territoriale di Governo hanno spiegato che i
CAS saranno utilizzati sino a quando gli S.P.R.A.R non andranno a
pieno regime.
La delegazione del Pollino durante la riunione ha manifestato, poi, 
piena contrarietà all’immobile individuato per il CAS a Castrovillari sia
in merito alla sua ubicazione che per le inadeguatezze presenti nella
struttura e riguardanti i servizi.
L’Amministrazione di Castrovillari ha chiesto ed ottenuto che nessuna
convenzione sarà effettuata con privati senza la verifica sul Territorio
da parte della Prefettura unitamente al Comune per verificare
eventuali inidoneità.
E’ stata , inoltre , rappresentata la tensione sociale che tale situazione
ha determinato in città  ed il Sindaco, Domenico Lo Polito, ha pure
consegnato a mano la petizione presentata da molti cittadini  nella
quale, con dovizia di particolari, sono specificate tutte le difficoltà
oggettive per l’apertura di un Centro di Accoglienza Straordinario a
Castrovillari e, in modo particolare , nella zona a nord della città.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br)

Emergenza ospedale, ancora scippi nell'indifferenza della politica


Le brutte notizie per la Sanità castrovillarese si susseguono senza che chi di dovere sembri
intenzionato a intervenire con la decisione che la situazione richiede.
La visita del Direttore Generale, dott. Raffaele Mauro, all’Ospedale di Castrovillari, ottenuta dopo
l’incontro della scorsa settimana con gli Amministratori di Castrovillari e i rappresentanti delle
Associazioni facenti capo al “Comitato per la tutela della Sanità Territoriale e dell’Ospedale di
Castrovillari” ( AFD, AVIS, AVO, Medici Cattolici, Non più Soli nella Lotta contro i Tumori, “Solidarietà e
Partecipazione”) è stata del tutto deludente. Nessuna intenzione di recedere dal trasferimento a
Lungro della Farmacia Territoriale (con un costo previsto di 170.000 euro !!!), malgrado siano stati
mostrati al Direttore Mauro tutti gli spazi necessari per riallocare a Castrovillari la Farmacia stessa.
Nessuna intenzione di revocare la disposizione che, illegittimamente !!!, ha di fatto trasferito due dei
quattro Medici ortopedici –assunti specificamente per l’Ospedale di Castrovillari !!!- privando il nostro
ospedale dell’ambulatorio pomeridiano di Ortopedia e di una eventuale reperibilità notturna.
Insomma, nessuna delle legittime richieste avanzate è stata presa in considerazione, se non per essere
rigettata. E, a tutto questo, un’altra tegola si aggiunge per l’Ospedale di Castrovillari. Nell’Atto
Aziendale inviato alla Regione per l’approvazione, l’Oncologia di Castrovillari viene accorpata…
all’Ospedale di Rossano! Così l’Ospedale di Castrovillari resta l’unico Spoke senza una Unità Operativa
Complessa di Oncologia (malgrado la mole di lavoro svolta e la delicatezza delle malattie trattate),
senza alcuna autonomia - ad esempio, come Unità Semplice Dipartimentale- e addirittura afferente ad
un altro ospedale!
E tutto questo in aggiunta a tutte le altre, purtroppo ben note criticità !
Di quali cose c’è ancora bisogno perché la Politica (quella però con la P maiuscola!) e
l’Amministrazione di Castrovillari intervengano per porre fine a questi veri e propri soprusi  e
ripristinino il diritto alla Salute dei Castrovillaresi e dell’intero Territorio ?

Castrovillari 6 giugno 2017
AFD
AVIS
AVO
Medici Cattolici
Non più Soli nella Lotta contro i Tumori
“Solidarietà e Partecipazione”

Prossimo l'inizio dei lavori per il restyling di piazza Matteotti


“Nei prossimi giorni inizierà la 
sistemazione di piazza Matteotti dopo la
consegna dei lavori avvenuta ieri alla ditta
aggiudicatrice.”
Lo rende noto il Sindaco di Castrovillari,
Domenico Lo Polito, ricordando che “il
restyling interesserà la pavimentazione,
rovinata dalle radici degli alberi,  l’impianto
di pubblica illuminazione ed alcune sedute
in pietra.”
“Un intervento conservativo- aggiunge- che
ottimizza un’area della città da sempre
luogo di socializzazione e slargo, utilizzato
per iniziative anche dai residenti di quel
quartiere.”

L’ufficio stampa del Comune di Castrovillari