... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

lunedì 5 giugno 2017

ll randagismo canino . Illustrati i risultati dello studio tecnico scientifico nel territorio di Castrovillari


Si è svolto il 3 giugno con grande partecipazione di pubblico l’interessante convegno “il randagismo canino a Castrovillari: risultati dello studio tecnico scientifico nel territorio di Castrovillari e corretta gestione del fenomeno. Nel convegno organizzato dal Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari si è discusso di randagismo canino e dei risultati del monitoraggio del randagismo canino nel territorio di Castrovillari svolto dal Gruppo Passione Animali dell’associazione Solidarietà e Partecipazione di Castrovillari . Al convegno hanno partecipato con interventi il Presidente di "Solidarietà e Partecipazione" dott. Ferdinando Laghi, la dott.ssa Mariella Buono dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione”, il consigliere provinciale nonché sindaco del comune di San Basile Vincenzo Tamburi, l’assessore all’ambiente del comune di Castrovillari Pasquale Pace e il dirigente dell’ufficio ambiente Franco Bianchimani, i medici veterinari dott. Pierpaolo Avolio e Tullio Tommaso dei servizi veterinari di Castrovillari ASP Cosenza, Marco Ragone della Polizia Municipale di Castrovillari, Loreadana Amodeo dell'Istituto Penitenziario di Castrovillari . In particolare, la biologa dott.ssa Mariella Buono , coordinatrice dell’indagine tecnico-scientifica, ha illustrato i dati raccolti nell’indagine e le informazioni relative al fenomeno randagismo canino nel territorio del comune di Castrovillari. I dati raccolti evidenziano come il randagismo canino nel comune di Castrovillari sia ancora molto presente ma allo stesso tempo si è constatato come rispetto al passato il fenomeno è diminuito in centro città mentre è aumentato nelle zone periferiche. I rappresentati dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” hanno sottolineato che per garantire una corretta gestione del fenomeno da parte degli enti preposti alla problematica e cioè comune di Castrovillari e Azienda sanitaria locale è necessario una pianificazione degli interventi da attuare con esperti del settore , un monitoraggio del fenomeno continuo, un piano di sterilizzazione delle cagne randagie più capillare, incentivi per le sterilizzazioni delle cagne di proprietà, il miglioramento strutturale e gestionale del Canile Municipale, l’attuazione del Regolamento Comunale di tutela degli animali (l’attivazione dell’ufficio diritti degli animali, commissione permanente sulla problematica, cane di quartiere, etc), maggiori attività di sensibilizzazione rivolte ai cittadini e nelle scuole , un maggiore controllo da parte delle forze di Polizia Municipale sull’obbligo di legge dell’ iscrizione dei cani all’anagrafe canina e dei comportamenti in generale che riguardano i comportamenti dei proprietari di cani e in materia di tutela degli animali. Secondo l’associazione “Solidarietà e Partecipazione” infine è necessario mettere in campo interventi costanti e programmati e non più rinviabili al fine di una migliore convivenza tra le persone e gli animali

Prelievo di materiale senza autorizzazione, sequestrata una cava

Comunicato stampa

I militari della Stazione Carabinieri di Castrovillari,
durante un’attività di controllo del territorio, hanno posto sotto sequestro una cava
dismessa in località “Simeone” nel comune di Spezzano Albanese. Durante il
controllo i militari hanno accertato all’interno di essa la presenza di persone che con
l’ausilio di due mezzi, un escavatore e un autocarro, stavano prelevando materiale
inerte dalla stessa. Le indagini hanno accertato che l’attività di estrazione era
effettuata senza alcun tipo di autorizzazione, e che la documentazione fornita dagli
stessi aveva come oggetto lavori di altra natura e in altro luogo. Si è pertanto
proceduto al sequestro preventivo dell’area interessata all’attività estrattiva e dei due
automezzi rinvenuti sul posto al momento del controllo oltre al deferimento
all’Autorità Giudiziaria del proprietario di una ditta edile e dell’autista dei mezzi.
Tale attività è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Castrovillari.