... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

venerdì 29 settembre 2017

I sindaci di Frascineto e Civita concordi con LoPolito sul tema Ecodistretto

I Sindaci di Castrovillari, Civita e Frascineto,
rispettivamente Domenico Lo Polito, Alessandro Tocci e
Angelo Catapano, in merito alla candidatura di questo
Territorio per ubicare l’impianto di selezione (integrato per il
trattamento)  dei rifiuti previsto nell’area nord della
provincia di Cosenza dal piano regionale, affermano che la
possibile indicazione prevista riguardante il cementificio 
non rappresenta alcuna fuga in avanti rispetto al Tavolo
regionale che si  interessa anche di tale questione, ma solo
un’opportunità  da vagliare insieme, confrontandosi, pure
con  tutti gli attori.
E’ da tempo- ricordano i tre rappresentanti- che si discute
insieme per dare una soluzione territoriale a tale
problematica come anche a ciò che riguarda il sito del
cementificio.
“L’occasione che si presenta–  affermano – rilancia
l’eventualità di affrontare contestualmente  la questione
della cementeria e il problema dello smaltimento integrato
dei rifiuti in maniera sostenibile.”
“Da qui la necessità ed importanza- aggiungono- di una
partecipazione istituzionale e sociale che non può
prescindere da una conoscenza come da una corretta
politica ambientale come preoccupazione della qualità della
vita più complessivamente intesa nell’interesse delle
popolazioni e del bene comune.”

L’Ufficio stampa del comune di Castrovillari

giovedì 28 settembre 2017

PAGOPA. PRESENTATO IN COMUNE IL MODO COME PAGARE I TRIBUTI ON LINE

Intrapresa la procedura, operativa da quest’anno con l’invio del ruolo TARI
(Tassa Rifiuti), che attiva di fatto la possibilità di pagare l’imposta anche
mediante l’applicazione del “PagoPa”.
Entra così nel vivo, anche nel capoluogo del Pollino, il sistema informatico dei 
cosiddetti “pagamenti digitali”, come è stato spiegato questa mattina, nella
presentazione in sala Giunta, al primo piano del palazzo di città di
Castrovillari, con il Sindaco, Domenico Lo Polito, l’Assessore alla Pianificazione
tecnologica Pasquale Pace (che ha introdotto il momento), responsabili municipali oltre
Angelo Lo Celso( il quale ha illustrato come interagire con  la prestazione)  per la Società
Aquarius PA che cura il Servizio dopo aver sviluppato l’intero progetto in
sinergia con i partner tecnologici Unimatica Spa e Csipa Srl.
In continuità del lavoro, anche il ruolo idrico, presto, potrà essere corrisposto
mediante la stessa procedura online- entrando nell’apposito link (recante il logo ufficiale
del progetto) attivato sul sito municipale www.comune.castrovillari.cs.gov.it che include oltre a
contenuti informativi anche un vademecum digitale riservato a cittadini e imprese -  , che dovrà
essere ampliata, potenziata e maggiormente integrata con i principali circuiti
bancari e con le Poste, includendo carte di credito, rid online, addebito su c/c,
bonifico bancario. Il Comune in questo si accollerà il costo delle transazioni
per ciò che gli concerne; naturalmente bisognerà verificare, nella crescita
dell’applicazione, cosa faranno gli istituti di credito che ancora non hanno
aderito e che rappresenta il vero limite del servizio implementato. Un lavoro,
dunque, pioneristico, in progress come lo è l’innovazione offerta – ha
ricordato il primo cittadino-  per far risparmiare tempo e che discende dal
progetto ministeriale che ha dato vita a tale percorso.
Qualora, poi, si riscontrassero difficoltà nel pagamento il Comune , d’accordo
con la ditta, invita i cittadini o aziende a contattare il numero 0984/71188 per
l’adeguato supporto.
Castrovillari, così, é il primo Comune in regione- come è stato precisato- ad
utilizzare tale sistema di pagamento elettronico attraverso l’apposita
piattaforma con cui i cittadini e le imprese possono fare fronte direttamente
online ai tributi e alle multe.
Tutto ciò  attraverso modalità sicure, semplici, trasparenti – ha ricordato
l’Assessore Pace-e che semplificano particolarmente il rapporto Ente/Utente,
la vera preoccupazione e obiettivo della pubblica amministrazione.
L’iniziativa è anche parte di quel processo di riforma che vuole facilitare e
diffondere gli strumenti di pagamento elettronico, rafforzando il raccordo
pubblico-privato.
Un’azione che coinvolge, d’altra parte, i responsabili degli appositi settori
municipali nell’interesse di un sistema volto alla semplificazione dei criteri,
propri dell’istituzione Ente Locale.

L’Ufficio stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

lunedì 25 settembre 2017

Undicesima edizione del Corso “Mondo Cane”: aperte le iscrizioni.


Una giornata formativa per gli aspiranti proprietari  e i proprietari di cani. Si svolgerà sabato 21 ottobre 2017 la undicesima edizione del corso “Mondo Cane” organizzato dal Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari . L’iniziativa è una delle tante attività che l’associazione  “Solidarietà e Partecipazione” propone ogni anno al fine di sensibilizzare Castrovillari e il territorio del pollino contro l’abbandono degli animali e ad un corretta convivenza tra le persone e gli animali. Il corso formativo  si svolgerà sabato 21 ottobre c/o la sala convegni del centro di formazione Efal Castrovillari dalle 9.30 alle 12.30  successivo lunch break e dalle 15.30 alle 19 . Si discuterà della evoluzione psicologica del cane dalla nascita all’età adulta; sulla etologia (comportamento e linguaggio) del cane; consigli utili per prevenire alcuni problemi comportamentali del cane; informazioni sul benessere e la salute del cane; sugli obblighi di legge del proprietario e responsabilità civili e penali . Relatori del Corso saranno i medici veterinari di Castrovillari dott. Antonio Varcasia e dott. Pierpaolo Avolio , la biologa dott.ssa Mariella Buono e per la parte legislativa l’avvocato Francesco Martire. Per partecipare al corso è obbligatoria la prenotazione: 3404187311-3881709734-3471959887 , e-mail: passioneanimali@hotmail.it. Ai partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione.

Scontro sull'Ecodistretto. Le civiche: La verità è semplice

Comunicato Stampa

La verità è semplice; il comunicato dell’assessore Pace è complicato e lacunoso. La richiesta
fatta dal Comune di Castrovillari di concentrare i rifiuti della Provincia di Cosenza nell’area
del cementificio, con il coinvolgimento dei Comuni di Castrovillari, Frascineto, Civita e dei loro
abitanti (ma anche quelli di Morano e San Basile avranno modo di “accorgersene” inalando la
puzza che ne deriverebbe…) continua a creare allarmi e polemiche. Allarmi per la salute della
gente del territorio e per i danni all’economia e all’occupazione dell’intero comprensorio,
Parco del Pollino compreso. Polemiche per la decisione di Lo Polito di procedere alla richiesta,
senza alcuna concertazione con le forze politiche e sociali direttamente interessate e
coinvolte. Non una parola con i Sindaci dei Comuni interessati, nessuna concertazione con le
Forze sindacali. E infatti la CGIL ha già emesso un comunicato assai critico per il metodo usato
e per il merito della vicenda. Nessun dubbio che i lavoratori del cementificio da ricollocare
vadano ricollocati, ma questo non può e non deve determinare danni gravi e irreversibili per
gli occupati degli altri settori produttivi –in primo luogo turismo e filiera agro-alimentare- e
per la salute di chi abita nell’area del Pollino. Riguardo, poi, alla nota dell’assessore, c’è da dire
che neanche la sua tortuosità e complicatezza riesce a nascondere fatti ben precisi, già emersi
in sede di audizione dell’assessore Pace stesso, in Commissione consiliare, tenutasi solo pochi
giorni fa. Anzitutto i pochi numeri contenuti nel comunicato sono equivoci e non documentati.
Equivoco è il finanziamento di 45 milioni di euro che non riguarda certo un unico sito ma
tutto il Piano Regionale. E’ poi iniziato il valzer sul numero degli occupati, stimati a 40 durante
l’audizione e già lievitati a 50 nella nota stampa. Siamo in attesa di ulteriori aumenti per le
prossime uscite. In realtà gli occupati sarebbero meno della metà, come è di norma in impianti
del genere. Numeri volutamente errati o fuorvianti e numeri che mancano e che si cerca di
nascondere con tante parole, tanto complicate quanto inutili. Per esempio, si prevede l’arrivo
di tutta la spazzatura di Cosenza, ma l’assessore si guarda bene dallo specificarne la quantità
in tonnellate. Troppo semplice e diretto! Ma non la conosceva neanche in Commissione. Come
ha affermato, nella stessa occasione, candidamente -ma scandalosamente- di non sapere dove
sarebbero state collocate le discariche di servizio all’impianto (destinate a ricevere decine di
migliaia di tonnellate di rifiuti l’anno). E così pure di ignorare se il gas prodotto dalla
fermentazione maleodorante degli scarti umidi, anche loro destinati a Castrovillari, sarebbe
destinato ad essere bruciato sul posto o immesso nella rete metanifera. Tutti aspetti
fondamentali, ignorati dal rappresentante  dell’amministrazione Lo Polito, evidentemente
tutta tesa a concludere con estrema rapidità e spregiudicatezza un affare (ma per chi?),
temendo forse di vederselo soffiare da qualche altro Comune. Per questo stiano tranquilli: gli
altri 153 Comuni della Provincia di Cosenza si stanno fregando le mani perché pensano che
l’iniziativa di Lo Polito – che sacrifica interessi e diritti della sua Comunità (ma anche di altre
popolazioni)- toglierà a tutti le castagne dal fuoco. Quello che da Lo Polito, Pace & soci viene
presentato come l’affare del secolo, le persone politicamente sane di mente lo vogliono evitare
come la peste! 

Associazione Cittadina “Solidarietà e Partecipazione” - Castrovillari

venerdì 22 settembre 2017

Ecodistretto, le precisazioni dell'Assessore Pace


“Alla luce delle tante notizie diffuse a mezzo stampa o attraverso i social negli scorsi giorni circa la possibile
individuazione di un’area sulla quale far sorgere un impianto per il trattamento dei rifiuti mi preme l’obbligo
di fare chiarezza, una chiarezza che sarà maggiormente amplificata all’interno di un prossimo consiglio
comunale che ritengo essere il luogo deputato all’analisi di tali tematiche.
In particolare si tratta di un sistema integrato di trattamento/recupero/valorizzazione, definito
“Ecodistretto” all’interno del quale dovrà essere possibile la gestione dei diversi flussi di rifiuti nell’ottica di
massimizzare i recuperi e minimizzare i costi. Tale impiantistica sarà dotata delle più innovative soluzioni
tecnologiche al fine di recuperare al massimo tutte le tipologie di materiali presenti riducendo il materiale di
scarto da conferire in discarica nell’ottica di implementare il paradigma “Discariche Zero”.  Il sistema è
concepito e descritto all’interno del recente Piano dei Rifiuti Regionale che oltre a prevedere in maniera
dettagliata la dislocazione geografica di tali impianti, spiega come tale impiantista sia di supporto a tutti i
meccanismi di raccolta differenziata già implementati o che si stanno progressivamente attivando in tutti i
comuni calabresi al fine di rispettare la scadenza imposta dalla Comunità Europea la quale prevede il
raggiungimento della percentuale media di raccolta differenziata del 65% entro il 2020.
In maniera ancora più dettagliata l’Ecodistretto consentirà di avere le seguenti linee di valorizzazione dei
rifiuti: una linea per il recupero delle frazioni riciclabili contenute nei rifiuti urbani indifferenziati; quella per
la valorizzazione degli imballaggi cellulosici operante in convenzione con i Comuni e con Comieco; una per la
gestione del multimateriale da raccolta differenziata; la linea di valorizzazione del legno da raccolta
differenziata in convenzione con Rilegno; la piattaforma per la gestione del vetro; la linea di trattamento
anaerobico della frazione umida e della raccolta del verde pubblico con produzione di biogas e upgrading a
biometano da immettere direttamente in rete, nonché produzione di un ammendante compostato misto di
qualità.  
E’ da sottolineare come oltre a garantire la completa eco-compatibilità dell’intero impianto attraverso il
soddisfacimento di tutti gli specifici controlli e vincoli di legge, la localizzazione in un determinato ambito
territoriale di un siffatto sistema, caratterizzato dalla gestione dell’intero processo gestionale dei rifiuti,
consente tra l’altro di favorire, a latere, lo sviluppo di un sistema imprenditoriale nuovo (Start Up) che possa
completare le attività che portano al completo recupero/riciclaggio delle Materie Prime Seconde (MPS) che
si rendono disponibili nell’Ecodistretto. Si può così tendere a realizzare una “economia a ciclo chiuso” e di
“prossimità” verso la quale tende l’idea stessa di Ecodistretto.
Tale impiantistica dovrà essere realizzata all’interno della zona nord della provincia di Cosenza perché la
restante parte della provincia sarà servita da una piattaforma analoga , la cui realizzazione è prevista come
aggiornamento dell’esistente impianto di Rossano al fine di bilanciare la distribuzione dei rifiuti da gestire,
ai quali continueranno a concorre anche gli impianti privati attualmente presenti sul territorio e che sono in
grave sofferenze a causa della mancanza di una impiantistica pubblica di supporto alla raccolta
differenziata.
Una volta chiarito il contesto generale in cui ci si muove, mi preme sottolineare che il Consiglio Comunale
sarà chiamato a licenziare soltanto una manifestazione di interesse alla localizzazione del suddetto
impianto all’interno di una specifica area che nel caso particolare è stata individuata all’interno del sito industriale del Cementificio, per la quale la proprietà ha dato la sua disponibilità anche al fine della
ricollocazione produttiva di parte dei propri addetti, attesa la chiusura della fase industriale di utilizzo del
forno di cottura. 
La scelta effettiva sulla localizzazione dell’Ecodistretto resta comunque in capo alla Regione Calabria che
farà le proprie valutazioni di carattere pratico e logistico anche perché l’investimento di 45 milioni per la
costruzione dell’impianto (con evidenti ricadute economiche sul territorio ospitante) è a completo carico
della Regione la quale utilizzerà risorse Europee appositamente vincolate per tali interventi da impegnare
entro il 31/12/2017.
Fermo restando che l’impianto previsto non costituisce pericolo per l’integrità delle matrici ambientali
(terreno, aria, acqua) e che sono previsti processi industriali tesi al recupero dei materiali riciclabili presenti
nei rifiuti urbani, le ricadute occupazionali sono riconducibili sia all’occupazione diretta, stimata nella fase di
realizzazione in circa 100 unità e nella fase di gestione in circa 50 addetti, oltre che all’indotto, costituito
prevalentemente da possibili Start Up che nella logica della “prossimità” si potranno aggregare
all’Ecodistretto con la finalità di chiudere in loco il ciclo del riuso delle MPS ivi disponibili.
Questi sono tutti gli argomenti in questione non come possono apparire ma come in realtà si evincono dai
documenti ufficiali e dai dati disponibili che dovrebbero aumentare la consapevolezza dei cittadini ed
aiutare ad orientare le scelte decisionali in un’ ottica moderna nella quale, senza antichi retaggi e pregiudizi,
si dovrebbe iniziare a percorrere tutti insieme la strada che coniuga lo sviluppo economico e tecnologico con
le problematiche ambientali e  lo spirito di chi guarda ai problemi, non come tali, ma come se fossero
sempre una opportunità da cogliere.”
     
f.to     Pasquale Pace
Assessore all’Ambiente,
Energia e Pianificazione Tecnologica
   

giovedì 21 settembre 2017

CALÀBBRIA TEATRO FESTIVAL … E’ARTE. DALL’8 AL 15 OTTOBRE 2017 πάντα ῥεῖ PantaReiTuttoScorre, collettiva d'arte contemporanea


Castrovillari. In perfetta sintonia con il tema della VII^ edizione del “Calàbbria Teatro Festival” evento organizzato dall’Associazione Culturale Khoreia 2000 sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di Angela Micieli, in programma a Castrovillari  dall8 al 15 ottobre 2017, l'Associazione culturale “Mystica Calabria” ha proposto la collettiva d'arte contemporanea dedicata appunto al Tempo, personificazione del pensiero e dell' agire, scorrimento e fluire scandito inesorabilmente dalle ore, dai minuti, dai secondi. πάντα ῥεῖ PantaReiTuttoScorre,  è il titolo della mostra e, attraverso la pittura, la scultura, la fotografia e le installazioni, gli artisti presenteranno la loro visione del “Tempo”, moto dell'anima, moto dell'uomo;  legato all'universo, al qui e ora, ad una coscienza divina, all'eterno di un ieri e di un domani, intrigante e sfuggente battito di ciglia, battito di cuore, battiti di pioggia. A curare l'esposizione Ines Ferrante, presidente dellAssociazione Mystica Calabria, soddisfatta dalla partecipazione di cosi tanti artisti di grande spessore,  che annuncia non solo qualche dissacrante sorpresa all'interno della collettiva, occasione per riflettere e lasciarsi avvolgere dall'arte, ma anche una sezione speciale dell'artista Lucia Longo dal titolo "Hic et Nunc, il tempo di un fiato". La mostra verrà inaugurata domenica 8 ottobre alle ore 18 nella sala museale del Castello aragonese e sarà visitabile tutti i giorni fino al 15 ottobre dalle ore 18.00 alle ore 20.00. Parteciperanno alla collettiva le opere di:  Enzo Bruno, Giovanni Di Cunto, Gianni De Marco, Dario Di Giosa, Maria Di Lorenzo, Giuseppe Diodati, Salvatore Diodati, Massimo Donato, Salvatore Doni, Francesco Gagliardi, Matteo Grisolia - Pietro D'Agostino,   Antonio Grobi, Rita Mantuano, Roberto Mendicino, Enzo Martire, Anna Nigro, Francesco Ortale, Francesco Ottato, Carmelo Perri, Antonio Pesce, Francesco Senise, Salvatore Sisca e Mario Talarico
E allora non perdere tempo segna in agenda questo appuntamento perché: le pareti organizzative trasudano idee
Levento è organizzato con il contributo dellAmministrazione Comunale di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Gas Pollino e della Gestione Pollino Impianti, con il patrocinio della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza, con i brand ACT (Ambiente-Cultura-Turismo) e Attraversando Natura.

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION

FB Calàbbria Teatro Festival

ACQUA, DIMINUITA L’EROGAZIONE IN GIORNATA PER INASPETTATA MANCANZA DI CORRENTE


Il Servizio Idrico Integrato del Comune di Castrovillari rende noto che nella giornata di oggi , per una interruzione di energia elettrica non comunicata da parte dell’Enel e non concordata con il Comune, il territorio cittadino ha subito una diminuzione nell’erogazione dell’acqua.
Questo perché la sospensione di corrente ha influito su tutti gli impianti di sollevamento.
Con l’occasione l’Amministrazione si scusa con i residenti per il disagio che tale situazione ha arrecato.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

mercoledì 20 settembre 2017

LA FESTA DEI SS. MEDICI SI RINNOVA NELLA TRADIZIONE E DEVOZIONE LOCALE


Sono state avviate il 17 settembre, presso la Cappella Vigna,
vicino al Polisportivo di Castrovillari, il programma delle
celebrazioni in onore  dei SS. Medici, Cosma e Damiano,
organizzato dall' omonima Associazione culturale con il
patrocinio del Comune.
Lo rende noto il presidente dell' Associazione, Carmine
Sancineto, ricordando che " il programma prevede le
cerimonie religiose in rito greco – bizantino in collaborazione
con il  parroco  degli italo – arbereshe di Castrovillari, Padre
Marius Barbàt, oltre a momenti di coinvolgimento e di festa ".
Gli eventi civili prevedono lunedì 25, alle ore 18,  la quarta
edizione della mostra artigianale a cura di Rosa Gugliotta e
l’Associazione Start; alle ore 19, con l’apporto de “Il
Fornaretto” un momento di degustazione  dal titolo “
mangiamuni i vecchiaredde di Santi Medici” e, dalle ore 20  a
cura degli espositori un evento spettacolo, alle ore 21
l’esibizione della cantante “Lady Valda”.
Martedì 26 settembre, dopo le estrazioni della riffa intorno alle
ore21,30, seguirà il concerto di Sandro Giacobbe.
La piccola chiesetta, dove si celebra annualmente la
ricorrenza, e oggi si celebrano 82 anni dalla sua fondazione, fu
realizzata da Antonio Vigna e dalla Moglie Rosalia Stabile nel
1935.  Per continuare l’opera d’allargamento della Cappella,
nel 1986, l’indimenticabile Cosimo Vigna, storico
corrispondente della Gazzetta del Sud,  realizzò l’adeguamento
in maniera tale che questo potesse contenere più fedeli. Nel
1991 iniziarono le celebrazioni in rito  greco – bizantino per
volontà di un comitato italo - arbereshe e con l’approvazione
dei Vescovi della di Diocesi di Cassano e dell’Eparchia di
Lungro.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

martedì 19 settembre 2017

Selettore dei rifiuti, insorgono le civiche

Riceviamo e pubblichiamo

Ormai è sotto gli occhi di tutti. L’unico futuro che Lo Polito & soci prevedono per Castrovillari è…nei rifiuti.
Non bastavano i tentativi, ancora in corso, di riaprire la discarica di Campolescio e il vergognoso
comportamento tenuto dall’Amministrazione di Castrovillari circa l’impianto privato -nel cuore di
Cammarata- in cui si vorrebbero veicolare le fogne delle regioni del sud; cose che già hanno sollevato
proteste e mobilitazioni di tutta la città, a cominciare dagli Operatori del settore agricolo. Lo Polito getta
completamente la maschera, proponendosi ora alla Regione come porto di approdo di tutta la spazzatura
prodotta in Provincia di Cosenza, un’area sterminata –più grande della Liguria- e che contiene oltre il 40 %
della popolazione dell’intera Calabria. Per il Sindaco non è un problema. E’ paradossalmente drammatico
che chi ha dimostrato, nei fatti, l’incapacità di gestire i propri rifiuti, ammucchiati ad ogni angolo di strada e
in ogni viottolo di campagna, e ha lasciato la città nell’incuria più totale, adesso “rilanci” chiedendo i rifiuti
di tutta la Provincia. Già scartata l’unica altra autocandidatura – Acquappesa-,  Castrovillari è perciò l’unico
comune, dei 155 della Provincia (!) a richiedere la monnezza di tutti, mentre tutti gli altri si oppongono.
Sciocchi loro e furbi noi? Considerato come vanno le cose, da sempre, nei Comuni-vittima sede di impianti,
sembra proprio di no. Si tratta invece di una manovra dai contorni oscuri e sinistri, tendente a mettere tutti
di fronte al fatto compiuto. Non è certo un caso se della cosa, attivata ormai da luglio, nessuno ne sapesse
niente, a parte pochi intimi dell’Amministrazione e qualche Tecnico comunale “di fiducia”. E men che meno
la popolazione, che da quindici anni periodicamente si mobilita per evitare questi attacchi continui. E non si
deve dimenticare che, chi oggi addirittura i rifiuti li chiede, ieri era con noi a manifestare contro il famoso e
famigerato “selettore” dell’era Blaiotta. Evidentemente in maniera del tutto strumentale e perché volevano
essere loro a “gestire” la cosa. Una cosa, tra l’altro, che è molto più pericolosa di quella che la Regione
voleva imporre a Blaiotta. Pericolosa per la vivibilità stessa della città: puzza assicurata a tutte le ore,
intollerabile col caldo. Ma pericolosa anche per la salute, soprattutto quella dei bambini, delle donne in
gravidanza, degli anziani fragili, dei malati cronici. E, non certo da ultimo, dannosissima per le attività
economico-produttive e dunque per i posti di lavoro. Garantito, anzitutto, un calo di valore di immobili e
terreni in un’ampia area attorno agli impianti di trattamento (circa il 30% in meno); e poi crisi assicurata per
addetti alla ristorazione, alla attività ricettive (albergazione), alla filiera di produzione (caseifici, trattamento
carni, produzioni vitivinicole e olearie) e distribuzione agro-alimentare, al turismo. Il luogo scelto, QUATTRO
ETTARI (!) dell’area del cementificio è, inoltre baricentrica a tanti Comuni della zona e confinante con il
Parco Nazionale del Pollino –area ultra-protetta. Né, infine, per quanto detto, Lo Polito e la sua
amministrazione provino a nascondersi dietro la foglia di fico della necessità di tutelare il lavoro degli
attuali addetti al cementificio. Questa è una necessità a prescindere e DEVE essere conseguita senza
discussioni. Ma certamente non sacrificando un intero territorio e chi vi abita con scelte che
penalizzerebbero gravemente e irreversibilmente tutti. A cominciare dagli addetti al cementificio. Se Lo
Polito si illude di scatenare una “guerra tra poveri”, all’unico scopo di perseguire i suoi interessi, si sbaglia. E
di grosso.

Associazione cittadina “Solidarietà e Partecipazione”

È tempo di avere tempo, si scaldano i motori per la VII edizione del Calàbbria teatro festival

Svelata l’immagine che accompagnerà la VII edizione del
“Calàbbria Teatro Festival”, evento organizzato dall’Associazione Culturale
“Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa
di Angela Micieli, in programma a Castrovillari dall’8 al 15 ottobre 2017. Ebbene
quest’anno il tema sarà il “tempo”.
Il tempo del pensiero rapido e del corpo scattante. Il tempo che corre e noi
dobbiamo correre con lui, ma alcune volte diventa un avversario con il quale è
difficile, quasi impossibile, competere. Il tempo scandito dalle lancette dell’orologio.
Ed ecco che, orologio al polso, proviamo a gestire i nostri attimi nella “consapevole
illusione” che il nostro tempo possa essere dettato dal nostro battito. Palpiti e
ticchettii si intrecciano, si scontrano, si perdono, si ritrovano. Così come le idee, le
energie e le risorse della macchina organizzativa del Calàbbria Teatro Festival che
proprio in questa edizione, in cui affronta la tematica del tempo, ha dovuto lottare
contro quest’ultimo, ha sottolineato la direttrice artistica Rosy Parrotta ma, con
determinazione e caparbietà si è lavorato e si lavora tutt’ora per raggiungere
l’obiettivo prefisso; perché quando arriva l’autunno: è tempo di Calàbbria Teatro
Festival! E non ci sono ritardi che smorzino l’entusiasmo di un evento che fa tesoro
delle conquiste del passato, affronta le sfide del presente, si proietta nelle visioni per
il futuro. Perché nonostante tutto bisogna sempre guardare avanti, con lo sguardo
rivolto alla cultura. Un po’ come le protagoniste dell’immagine del Festival nello
scatto realizzato da Fosbury Style Visual Art ( Fabrizio Burreci e Tommaso
Barone). Le quattro donne sono Francesca Stancati, Laura Greco, Elisabetta
Francomano, Maria Battipede. Una scala generazionale che rivela le tracce del
passaggio del tempo. Quattro figure femminili che guardano nella stessa direzione e
i cui occhi mettono a fuoco ciò che questa VII^ edizione propone. Un programma
ricco e variegato che spinge alla riflessione, al dialogo, al confronto. L’invito è,
dunque, quello di decidere di trascorrere del tempo con noi. . Dall’8 al 15 ottobre
2017, segna in agenda l’appuntamento che si svolgerà tra il Teatro Vittoria, il
Protoconvento francescano ed il Castello aragonese, di Castrovillari con un
programma che spazierà dallo spettacolo ai laboratori, passando per i corti teatrali,
la presentazione di libri, incontri culturali, mostre d’arte, installazione artistiche,
percorso enogastronomico e premio frontiere aperte. E allora non perdere “tempo”
segna in agenda questo appuntamento perché:” le pareti organizzative trasudano
idee...”
L’evento è organizzato con il contributo dell’Amministrazione Comunale di
Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Gas Pollino e della Gestione
Pollino Impianti, con il patrocinio della Regione Calabria e della Provincia di
Cosenza, con i brand ACT (Ambiente-Cultura-Turismo) e Attraversando
Natura.

ARCA COMMUNICATION

mercoledì 13 settembre 2017

Passaggio pedonale sul ponte Salerni a favore del periodo scolastico


Una nuova ordinanza del Comando della Polizia
municipale di Castrovillari (in seguito a comunicazione
da parte del Settore Pianificazione e Gestione del
Territorio nonché da parte del Coordinatore e Direttore
dei lavori di manutenzione straordinaria del Ponte Salerni
sul torrente S. Aniceto)attenua il momentaneo
disagio e regola il passaggio dei pedoni sul ponte
Achille Salerni,(ex Sant’Aniceto-interessato da opere
anche di rinforzo strutturale) in occasione
dell’apertura delle scuole e sino a quando
l’intervento non interesserà la parte superiore del
viadotto. A questo punto, per forza di cose, il
camminamento riprenderà su via Sant’Aniceto.
“Un’attenzione dovuta, comunque, anche se
temporanea - afferma il Sindaco, Domenico Lo
Polito- verso quanti, tra scolari, genitori, docenti e
non solo, utilizzano, com’è consuetudine, il ponte
per portarsi quotidianamente dalla città alla zona
d’espansione e viceversa.”
Così, sino alle successive esecuzioni, il passaggio
pedonale, avverrà sul marciapiede lato valle
(Madonna del Castello) dalle ore 19, di questa
sera, sino al 15 ottobre. Il divieto di transito
pedonale per esigenze tecniche di lavorazione si
riproporrà ancora tra il 18 e 24 settembre e tra il
15 ed il 30 ottobre prossimi.
L’ordinanza n. 121 che disciplina il temporaneo
transito pedonale è reperibile sul sito dell’ente

lunedì 11 settembre 2017

Cala il sipario su Civitanova 2017, numeri da capogiro

Civita...nova” 2017 è stata un successo di pubblico, con quasi 35
mila persone che hanno partecipato all’evento, circa 20 espositori tra stand di
artigianato e gastronomici; 34 appuntamenti spalmati nei 5 giorni della
manifestazione, questi i numeri della nona edizione della manifestazione svoltasi
nel centro storico di Castrovillari, la “ civita” organizzata dall’ Amministrazione
Comunale in collaborazione con la Pro Loco cittadina per la direzione artistica di
Gerardo Bonifati. La manifestazione castrovillarese di metà settembre, ha spaziato
dall’arte, con ben cinque mostre : ( Mostra del Cinema - Il Giro riparte da
Castrovillari- Mostra Fotografica Carnevale - Vanitas - C’era una volta la
Lambretta - La tortura nel Medioevo) ed una estemporanea di pittura nel centro
storico, curata da Mimmo Alichino e dedicata al grande M° castrovillarese, Luigi
Le Voci. (I° classificato Antonio Oliva da Rende-II Toni Fortebraccia da Vibo
Valentia III Francesco Mangialardi da Mileto).
CIVITA ... nova è stata anche proposta gastronomica attraverso i sentieri del
gusto , animazioni musicali, artisti di strada con V Rassegna dell’arte di strada,
una intuizione del direttore artistico, Gerardo Bonfati, che si è rivelata giusta con
grandissima partecipazione e soprattutto con spettacoli di alto livello; visite guidate
nel centro storico alla scoperta di slarghi e viuzze, curiosità, aneddoti, misteri,
fantasmi di Castrovillari che segnano la grande storia della nostra citta' attraverso le
visite guidate da Ines Ferrante, Presidente dell’Associazione “Mystica Calabria”;
tradizioni popolari per rivivere la Castrovillari di un tempo attraverso balli, canzoni
e poesie con il VI Memorial Luigi Russo a cura del Centro Cultura e Arte 26;
danza a cura delle scuole di Castrovillari ( Cuba Danza, Sarà Danza, New Dance
Only Dance, Khoreia 2000 e Progetto CEA Tilde Nocera) e poi musica etnica e
non solo e il Festival dei Cantastorie a cura di Calabria Sona e dell’Unione
Cantastorie. Nel corso dell’ultima serata si è svolta anche la premiazione del
concorso fotografico, curato da Francesco Limonti, “A Carnevale ogni foto vale”;
concorso abbinato alla 59^edizione dell’evento carnascialesco, (I°classificato
Marius Adrian Barbati con “ 10 scatti una vita e un carnevale”, II° classificato
Gaetano Rosito con “Carnevale attraverso il movimento” III° classificato
Santo Laino con “ Full immersion”). E poi l’omaggio al grande Lucio Battisti ;
un viaggio ripercorso da Sasà Calabrese e Giuseppe Lo Polito. Novità assoluta di
questa edizione, la realizzazione di una moneta, ideata per l’evento ed utilizzata per
l’acquisto dei prodotti in vendita durante la manifestazione. Il «salotto antico di
Castrovillari - la “ civita” rivitalizzato come un tempo. L’evento, ha sottolineato il
sindaco Domenico Lo Polito, è stato candidato dal Comune al Bando degli Eventi
Storicizzati della Regione Calabria per accedere ai finanziamenti triennali per
contribuire, con la tradizione, le espressioni culturali presenti, le vocazioni e il
patrimonio, al miglioramento del quartiere, da anni, ormai riferimento di convegni,
spettacoli, intrattenimenti e performances musicali. Più che soddisfatti il direttore
artistico, Gerardo Bonifati, il Presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli, il
vicesindaco, Francesca Dorato e i consulenti del sindaco, Nino La Falce e Franco
Pirrera:” il lavoro è stato tanto ma abbiamo organizzato una bella manifestazione.
Sicuramente l’evento ha qualcosa da migliorare ma, la presenza nel centro storico
di tante persone, ha regalato al borgo antico il fascino che merita con un rilanciolegato alla territorialità e alle sua bellezza”. Di rilancio ha parlato anche l’assessore
regionale alle infrastrutture, Roberto Musmanno. “ Castrovillari ha necessità di
rivitalizzare il centro storico, partendo dal metterlo in sicurezza; a tal proposito
speriamo di chiudere a breve il contributo finanziario previsto sul bando PON
“Piano erosione costiere e frane” che dovrebbe garantire una risorsa piuttosto
consistente (quasi tre milioni di euro) per la messa in sicurezza del territorio.
Contiamo, ha concluso Musamnno, di rivedere la ripresa dei lavori della strada che
porta al Santuario della Madonna del Castello , sicuramente è necessario continuare a
mantenere accesi i riflettori sul centro storico, magari anche nel periodo natalizio e,
stimolare qualche piccolo imprenditore a creare occasioni per aprire delle botteghe
artigiane permanenti. Fantasia, immaginazione e capacità di costruire un futuro per la
“civita”, ha concluso l’assessore regionale, non mancano a questa amministrazione.
Un grazie a tutti i volontari, le forze dell’ordine, agli abitanti del quartiere, alla
stampa tutta ( TV- radio- giornali- siti web), che ha dato voce all’evento e, a quanti si
sono spesi per la buona riuscita della manifestazione. Appuntamento al prossimo
anno.

Anna Rita Cardamone
ARCA COMMUNICATION

BARBUSCIO E DE STEFANO FIRMANO ALTRI DUE SUCCESSI SPORTIVI PER LA CORRICASTROVILLARI


Gli atleti della società sportiva presieduta da Gianfranco Milanese portano a casa due medaglie importanti

Domenica ricca di successi per l'Asd CorriCastrovillari. Nella gara del campionato nazionale di 40 miglia Daniela De Stefano ha chiuso con una grande performance al secondo posto assoluto che le è valso il primo posto di categoria e il titolo di Campionessa Iuta (ultramaratoneti). Sotto una pioggia battente a Isola di Liri (Frosinone) ha chiuso il percorso in 5 ore e 25 minuti a quasi 66 secondi da Cappadocia, atleta proveniente da l'Aquila in una gara alla quale partecipava il campione Giorgio Calcaterra arrivato 3 nella classifica maschile. Sempre nella stessa giornata ma in altro contesto di gara Marco Barbuscio ha tagliato per primo il traguardo della prima edizione del Trofeo dei Pini Loricati a Terranova del Pollino. L'atleta dell'Asd Castrovillari, con una forma ritrovata, ha chiuso con un grande tempo staccando di 8 minuti Alessandro Belotti, secondo classificato. La gara femminile è stata vinta da Lidia Mongelli della CorrerePollino atleta della nazionale italiana. Su pista invece a Cosenza hanno gareggiato i piccoli della CorriCastrovillari: Marco Falcone sui 200m, Luigi Donato e Michael Martire sui 300m facendo bene sperare con la loro prestazione di record personale.

domenica 10 settembre 2017

12 mila presenze nel sabato di Civitanova, questa sera la serata conclusiva

Un successo di pubblico, con oltre 12 mila presenze nella quarta serata di CIVITA…noval’evento organizzato dalla localeAmministrazione Comunale in collaborazione con la Pro lococittadina sotto la direzione artistica diGerardo Bonifati .

Arte, gastronomia, tradizioni popolari, artisti di strada , musica. danza  stanno animando l’antico borgo di Castrovillari. Una grande rete collaborativa, per dare forza al rilancio della parte antica di Castrovillari “la Civita” tra bellezze e fascino che solo un centro storico sa dare . Questa sera ultima seratadell’evento, che  ha sottolineato il sindaco Domenico Lo Polito, è stato  candidato dal Comune al Bando degli Eventi Storicizzati della Regione Calabria per accedere ai finanziamenti triennali per contribuire, con la tradizione, le espressioni culturali presenti, le vocazioni e il patrimonio, al miglioramento del quartiere, da anni, ormai  riferimento di convegni, spettacoli, intrattenimenti e performances musicali.

 La manifestazione è organizzata dalComune di Castrovillari in collaborazione con la Pro Lococittadina,  sotto la direzione artistica di Gerardo Bonifati… con il patrocinio della Regione Calabria, con il contributo della Gas Pollino e di sponsor privati.

Con i brand l’Associazione ACT ( Ambiente, Cultura, Turismo); Attraversando Natura, Gal Pollino.

 

PROGRAMMA- ultima giorno

 

Domenica 10 Settembre

Ore 10.00: VI Concorso di pittura estemporanea “RIONE CIVITA”: scorci, paesaggi, scene di vita quotidiana del Centro Storico a cura di Mimmo Alichino.

Ore 21.00: Apertura percorso artigianale e enogastronomico.

Ore 21.30: MAGICHE PRESENZE - V Rassegna dell’Arte di Strada. Giocoleria, teatro, musica e magia – Vicoletti del Borgo Antico.

 

CORSI E LABORATORI

Ore 18.00 Corsi di danza e giochi tradizionali per bambini a cura diTiziana La Vitola- Castello Aragonese

Ore 20.00 “BimbiInArte”  Laboratori di ascolto e creativi per bambini, a cura dell'Associazione "Leggi che ti leggo" , libroteca "La freccia azzurra" e CidisOnlus – Episcopio.

Ore 21.00 “Ricette di un Tempo “  informazioni e lezioni sulla cucina tradizionale, a cura del Centro Anziani “A.Varcasia” – Castello Aragonese.

Ore 20.00 Proiezione film a cura di Centro Anziani “A.Varcasia”:

-          TOTO' PEPPINO E LA MALAFEMMENA con Toto', Peppino de Filippo e Nino Manfredi - Castello Aragonese 

 

-          DANZA

-           

-          21,30  “TANGO in PIAZZA… e non solo”  a cura della Scuola di Ballo New Dance Only Dance – Via Ripa Fiumara dell’Episcopo.

-          Animazione e lezioni di danza a cura di Sarà Danza e Cuba Dance

-          Ore 21.30 “Per Amore e libertà” Storie danzate di brigantesse del Sud - performance di Teatro Danza  a cura di KHOREIA 2000 con  istallazione artistica a cura di  Mystica Calabria –Largo F. Cavella.

-          Domenica 10 Settembre

-          Ore  21.30 - “Il popolo di Civita…Nova danza” la DanzaTerapia per la comunità a cura a di Tilde Nocera e Anna Appio -  Vicoletti Borgo Antico

 

MERCATINI

-          Mercatino dell’artigianato a cura dell’Associazione Giracose- Via S.Francesco di Paola.

-          Percorso Artigianale Borgo Antico.

-           

-          CONCERTI – SPETTACOLI – ANIMAZIONI

-           

-           “Sere tra lupi” si canta, si vive e si mangia – RitmoNovo e la Cumparanza- Fossato Castello Aragonese

-           

-          SALOTTO DEL GUSTO – Corte Castello Aragonese

-           

-          KeMusica a cura dello’Ass. Culturale e musicale KEMUSICA- Largo Vescovado.

-          Ore 21.30 Omaggio a Lucio Battisticon Giuseppe Lo Polito e Sasà Calabrese

 

-          VISITE GUIDATE

-          dalle ore 20:30 alle ore 22:30 - apertura del Museo Archeologico di Castrovillari presso il Protoconvento Francescano a cura del Gruppo Archeologico del Pollino.

-          Ore 10.00 / 17.00:  Passeggiate narrate a cura di Ines Ferrante - Raduno presso Palazzo Cappelli.

-           

-          DURANTE LA MANIFESTAZIONE.

-          MOSTRE

-          Mostra del Cinema -  VII Mostra sul Cinema, Castrovillari “Citta’ del Cinema”rende omaggio a Cinecittà per i suoi 80 anni , a cura di Enzo Bruno  e Francesco Propato in collaborazione con Francesca Tocci per gli abiti  – Sala Museale Castello Aragonese.

-          “Il Giro riparte da Castrovillari” mostra fotografica sul Giro d’Italia a cura di Nicola Caracciolo- Castello Aragonese.

-          Mostra Fotografica Carnevale -A Carnevale ogni Foto Vale ”, mostra sulla 59ª edizione del Carnevale di Castrovillari, a cura di F. Limonti – Castello Aragonese.

-          "Vanitas" esposizione  dell'artista Giovanni Callisto, promossa dall'associazione culturale Mystica Calabria - Sotterranei dl Castello aragonese

-          “C’era una volta la Lambretta” mostra fotografica per i 70 Anni della Lambretta a cura dell’Associazione Lambretta  Club Calabria  -  Via S.Francesco di Paola;

-          “La tortura nel Medioevo” : strumenti e metodi .

-          “ Insediamenti Castellari nella Calabria Settentrionale“ a cura del Polo   Tecnico Turistico “Tra Sybaris e Laos”  Ipseoa di Castrovillari .

Ufficio stampa
ARCA COMMUNICATION

sabato 9 settembre 2017

Nasce MENABÒ , il nuovo settimanale d'informazione castrovillarese

L'informazione si evolve arrivando in modo capillare su ogni smartphone e dispositivo possibile ormai in tempo reale , ma il fascino e la passione che si nasconde dietro la carta stampata non passerà mai di moda, ed è sull'onda di questa passione che è nato in città il nuovo settimanale di informazione MENABÒ.
Il giornale in distribuzione già da questa mattina nei tabacchi ed in molte attività commerciali della città, porta la firma di penne importanti del giornalismo Castrovillarese.
Il nostro augurio a questa nuova avventura targata Vincenzo Alvaro, Michele Martinisi, Annarita Cardamone ed a tutti i collaboratori che hanno dato vita a questa nuova bella realtà castrovillarese.
Che non venga mai meno la passione per l'informazione che da sempre vi contraddistinguono per serietà ed onestà intellettuale, ad maiora semper.

Civita...Nova, Tutti gli appuntamenti di Oggi

Continua con successo la manifestazione Civitanova che rianima il centro storico di castrovillari già da qualche giorno virgola dopo lo stop di ieri dovuto al maltempo si riparte con gli appuntamenti del sabato:

PROGRAMMA- GIORNALIERO

Sabato 9 settembre

Ore 21.00: Apertura percorso artigianale e enogastronomico.

Ore 21.30: MAGICHE PRESENZE - V Rassegna dell’Arte di Strada. Giocoleria, teatro, musica e magia – Vicoletti del Borgo antico.

Ore 21.30 “Per Amore e libertà” Storie danzate di brigantesse del Sud - performance di Teatro Danza  a cura di KHOREIA 2000 con  istallazione artistica a cura di  Mystica Calabria –Largo F. Cavella.

 

CONCERTI – SPETTACOLI – ANIMAZIONI

 
Associazione Culturale “Città di Castrovillari” – Via S.Francesco di Paola.

“Castrum Sound” – Largo Vescovado

Ore 20.00 Proiezione film a cura di Centro Anziani “A.Varcasia”:

PANE, AMORE E... con Sophia Loren, Vittorio de Sica e Tina Pica;

MERCATINI

Da Giovedì 7 a Domenica 10 Settembre

Mercatino dell’artigianato a cura dell’Associazione Giracose- Via S.Francesco di Paola.

Percorso Artigianale Borgo Antico.

VISITE GUIDATE

Sabato 9 e Domenica 10 settembre

dalle ore 20:30 alle ore 22:30 - apertura del Museo Archeologico di Castrovillari presso il Protoconvento Francescano a cura del Gruppo Archeologico del Pollino.

Sabato 9 Settembre

Ore 17:00:  Passeggiate narrate a cura di Ines Ferrante - Raduno presso Palazzo Cappelli.

Ufficio stampa
ARCA COMMUNICATION

giovedì 7 settembre 2017

I rappresentanti di solidarietà e partecipazione impegnati in un incontro a difesa del canile di Castrovillari

I rappresentanti di “Solidarietà e Partecipazione” hanno incontrato i tecnici della
struttura commissariale ambito veterinario della regione Calabria per difendere il
canile sanitario di Castrovillari.
Nella mattinata del 5 settembre 2017 i rappresentanti del gruppo “Passione animali”
dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari, Mariella Buono e Francesco
Martire, hanno incontrato la Task Force Commissariale Sanità Pubblica Veterinaria e igiene
degli Alimenti  della regione Calabria. L’incontro fa seguito alle iniziative promosse dalle
associazioni del territorio in merito al declassamento del canile sanitario di Castrovillari
(limitato alle sole emergenze) in seguito ad un provvedimento dell’ASP di Cosenza, a firma
del Direttore Generale, dott. Raffaele Mauro. Declassamento, atto già di per sé
incomprensibile, che fa temere addirittura la chiusura completa della struttura.
Nell’incontro i rappresentanti dell’associazione hanno espresso  tutte le ragioni della
contrarietà all’attuale declassamento, che prevede le sole emergenze del canile sanitario di
Castrovillari. Una decisione che, fatti alla mano, appare illogica e incomprensibile e che ha
già indebolito fortemente e ingiustamente il canile sanitario di Castrovillari, che, giova
ricordarlo, è una struttura pubblica e non privata.
Le iniziative intraprese dall’ASP, che riguardano anche altri canili sanitari, non vanno
certamente nella direzione della lotta al randagismo, che rappresenta un problema sociale di
grandissima rilevanza, e non paiono, per di più, in linea con quanto previsto dalla legge
quadro sul randagismo (281/91) e della normativa regionale vigente.
Infatti declassando solo per le emergenze tutti i canili della zona del pollino, tra cui il canile
sanitario di Castrovillari non si può più programmare alcun tipo di sterilizzazione di cani
randagi presenti nel territorio, anche alla luce del fatto che non esiste alcun altro canile
sanitario attivo in zona.
Il randagismo non può essere affrontato in modo emergenziale ma richiede una
programmazione continua e capillare di cui le sterilizzazioni rappresentano la “pietra
angolare”. I rappresentati di “Passione Animali” - Martire e Buono- hanno anche evidenziato
ai Rappresentanti dell’Ufficio del Commissario, come l’eventualità di spostare cani dal
canile ad altri canili –e  addirittura anche fuori regione- rappresenti   con aggravio di spese
per il contribuente.
Il declassamento attuale del Canile sanitario di Castrovillari sta penalizzando le tante
associazioni e i cittadini di un comprensorio come quello del Pollino che nella struttura del
canile di Castrovillari -sia sanitario che rifugio- hanno un punto di riferimento importante e
necessario nella lotta al randagismo canino, arginato, in questi anni, proprio grazie
soprattutto al volontariato, con tante adozioni, interventi sanitari, di sterilizzazione e
reimmissione dei cani nel territorio come cani di quartiere. 
Nell’incontro si è inoltre fatto rilevare l’incongruenza del provvedimento dell’ASP, che
individua come canile dell’area nord della provincia di Cosenza il canile sanitario di
Saracena (che allo stato NON ESISTE !), attraverso un percorso decisionale tutto da chiarire
e che presenta in ogni caso, evidenti e clamorose incongruenze.
In tutto ciò certamente inspiegabile l’atteggiamento passivo del sindaco Lo Polito e
dell’assessore all’ambiente di Castrovillari che, con ogni evidenza, non si stanno occupando
di questa problematica per come dovrebbero, mentre le associazioni anche questa volta
devono sopperire e sostituirsi agli enti per difendere le strutture importanti per il territorio e i
diritti dei cittadini.
Nell’incontro i rappresentanti di “Solidarietà e Partecipazione” hanno perciò sottolineato
l’urgenza di provvedere alla riapertura completa del canile sanitario di Castrovillari in tutte
le sue funzioni, nonché di rivedere la programmazione per la sanità veterinaria dell’area nord
della provincia di Cosenza.
La Task Force Commissariale ha preso atto di quanto emerso nell’incontro, impegnandosi ad
un rapido approfondimento delle relative problematiche, garantendo una serena e
approfondita valutazione delle stesse, anche da parte del Commissario ad Acta per il piano di
rientro, ing. Massimo Scura, per le opportune decisioni del caso.

-Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari

mercoledì 6 settembre 2017

L'Italia al lavoro, sarà Saverio La Ruina a rappresentare la Calabria a Roma


Sarà Saverio La Ruina a rappresentare la Calabria nel progetto speciale Mibact del Teatro di Roma
con Ritratto di una nazione – L’Italia al lavoro. Venti quadri teatrali dalle regioni del Paese. Un
nuovo “paesaggio teatrale” del Teatro di Roma in arrivo dalle 20 regioni della Nazione, con il
sapore delle sue varietà geografiche, naturali, sociali, antropologiche, linguistiche, aprirà la stagione
del Teatro Argentina dall’11 al 16 settembre.
Dopo il grande successo di Ritratto di una Capitale – Ventiquattro scene di una giornata a Roma,
nel novembre 2014 e nel dicembre 2015, pochi giorni prima che Mafia Capitale scoppiasse come
una eruzione che ancora oggi scotta, ecco Ritratto di una Nazione – L’Italia al lavoro. Venti
quadri teatrali dalle regioni del Paese.
Sono quattro i “ritratti teatrali” che il direttore Antonio Calbi ha messo in cantiere al suo arrivo nel
maggio 2014, quasi dei “manifesti programmatici”: restituire al teatro la sua funzione sociale, il suo
essere strumento di indagine del presente, attraverso creazioni collettive, veri e proprio “polittici” a
più mani e di durate extra-ordinarie. I temi sono quelli che di volta in volta sono sentiti urgenti e
che indagano le geografie a diversa scala: la Capitale ieri, la Nazione oggi, l’Europa e il mondo nei
prossimi anni.
Questa volta il progetto di Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri è dedicato al nostro Paese: Ritratto di
una Nazione si compone di 20 pièce teatrali, commissionate ad altrettanti autori, uno per ciascuna
regione, che affrontano e indagano la tematica del lavoro nelle sue diverse criticità, secondo il
punto di vista di chi ce l’ha e di chi l’ha perduto o mai trovato. Un polittico etico, estetico, poetico
che, per questa prima parte, presenta 11 “scene” dall’Italia di oggi: 11 tasselli – le prime 9 regioni,
più un prologo scritto dal premio Nobel Elfriede Jelinek e un pezzo sulle lotte sindacali in Italia –
per un’opera polifonica in forma di puzzle e montata in un unicum, grazie al lavoro del regista
Fabrizio Arcuri, del dramaturg Roberto Scarpetti, alla colonna sonora live dei Mokadelic, al set
virtuale di Luca Brinchi e Daniele Spanò.
Coinvolti nel progetto grandi drammaturghi e attori dall’interna Penisola, da Marco Martinelli a
Michela Murgia, da Wu Ming 2 ad Alessandro Leogrande, da Giuseppe Battiston a Michele
Placido. La Calabria sarà ritratta da Saverio La Ruina  in “30 minuti”, questo il titolo della pièce
da lui scritta che interpreterà sul palco dell’Argentina. Un’attraversata urbana e storica, che vede
impegnati due uomini, con partenza da via del Popolo a Castrovillari: l’uomo di oggi impiega 2
minuti, l’uomo del passato la percorreva in 30 minuti, una doppia velocità che rileva come siano
cambiate le relazioni sociali anche grazie al lavoro.

Al via Civitanova in programma dal 6 al 10 settembre


Tra meno di 12 ore, con un concerto-presentazione nel Castello
Aragonese, guidato dal maestro Checco Pallone in collaborazione con
Calabria Sona e con una serie di musicisti ed ospiti che documenteranno il
loro rapporto con la tradizione attraverso una dedizione continua alle
nostre intramontabili, straordinarie e uniche sonorità, per varietà di forme
e stili,  aprirà, alle ore 21, “i battenti” a Castrovillari, in provincia di
Cosenza,  “civita Nova”, espressione della cultura tra talenti, vocazioni e
patrimonio della gente, in programma dal 6 al 10 settembre, grazie
all'amministrazione comunale ed alla direzione artistica della Pro Loco del
Pollino.
L’evento è per  “vivere appieno il centro storico”  coinvolgendo gli
interpreti dell’arte, dell’artigianato, delle tradizioni e delle produzioni
tipiche. Quest’ultime, da sempre autrici e portavoce di quella Tavola
imbandita “sulla, per  ed intorno alla quale” succedono le cose più belle,
come i percorsi gastronomici- che accompagnano la manifestazione- si
proporranno nella 5giorni.
Un'eredità, tramandata con amore, a cui bisogna rendere ragione e che
necessita continuamente di essere riguadagnata. Per i nostri nonni i sensi
erano fondamentali non solo per il loro quotidiano coinvolgimento fisico
con le cose, ma anche per i loro pensieri: quello che consideravano e
sapevano veniva dal loro modo, profondamente umano, di stare nel reale,
da ciò che toccavano, vedevano e via dicendo.
Da qui’ l’importanza dell’appuntamento per recuperare quella tensione e
implicazione indispensabili. Quest'anno, poi, per l'occasione e per rivivere
un periodo storico, è stata coniata una moneta- con equivalenze da uno ,
5 e 10 euro- che verrà utilizzata per gli acquisti all'interno dell’evento. 
La cinque giorni sarà caratterizzata da animazione, aggregazione,
supportati dal teatro da strada, da cantastorie, mostre al fine di
richiamare le eccellenze presenti nonché offrire, a Chi viene da fuori, un
impatto piacevole della città, dove il centro storico testimonia cosa
vogliono dire Radici ed Appartenenza.
Da qui il ruolo e funzione di “civita Nova” per lo sviluppo vocazionale,
bisognoso di quei fattori legati all’esistente ed imprescindibili. Ecco la sfida
creativa tra metodo e volontà di accompagnarli.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

domenica 3 settembre 2017

BARBUSCIO E' IL PIU' VELOCE DEL TROFEO DEGLI ARAGONESI

L'atleta della CorriCastrovillari vince la quinta tappa del campionato di corsa in montagna Fidal, mettendo una seria ipoteca per la formazione del presidente Gianfranco Milanese sulla vittoria finale della gara interregionale. 
Valentina Maiolino (CorriCastrovillari) è la più veloce nella categoria femminile.
In testa dall'inizio alla fine della gara Marco Barbuscio (CorriCastrovillari) è il più forte dei circa 200 atleti che si sono cimentati nel percoros lungo 14 km disegnato nello splendido contesto naturale che circonda la città di Castrovillari chiudendo il percorso a forma di cuore in 56:25. La gara nella città del Pollino, organizzata dall'Asd CorriCastrovillari, ha dato spettacolo regalando emozioni uniche ai corridori arrivati in città da ogni parte del sud Italia per la quinta tappa del campionato interregionale di corsa in montagna Fidal. Secondo sul podio un altro atleta della società di casa, Umberto Marino, con il tempo di 58:06, seguito da Egidio Lo Vaglio (Atletica Correre Pollino) che ha chiuso in 58:35. Per la classifica assoluta della categoria femminile, invece, prima Valentina Maiolino (CorriCastrovillari) con il tempo di 1:16:23, seguita da Lorenza Verdura (G.S. Atletica Amatori) che ha chiuso in 1:24:06. Il podio femminile è chiuso da Nicoletta Suciu Ioana (CORRICASTROVILLARI) che ha fatto fermare il cronometro sul tempo di 1:33:30 alla sua prima gara ufficiale.  
Soddisfatto per questa bella giornata di sport il presidente del sodalizio organizzatore, Gianfranco Milanese. La terza edizione del Trofeo degli Aragonesi è stata salutata da una bella giornata di sole ed un'aria fresca che ha permesso agli atleti di godersi il percorso spettacolare e paesaggisticamente unico immerso nel territorio naturale del Parco Nazionale del Pollino, che insieme al Comune di Castrovillari, patrocinano l'evento. 
Con questa vittoria ed i punti di squadra la CorriCastrovillari ha messo una seria ipoteca sul titolo interregionale del campionato di corsa in montagna, avendo uno scarto dalla seconda formazione in classifica generale di oltre 600 punti a due gare dalla fine. 
Oltre agli sponsors Energy Progress, Caffè Guglielmo, Agripharma, Milanese srl, Decathlon, Capani e Tenute Ferrocinto, che ogni anno garantiscono il sostegno necessario per lo svolgimento dell'evento, l'Asd CorriCastrovillari ha ringraziato per la collaborazione dimostrata anche la Polizia di Stato, la Polizia Municipale, l'Assipol, Associazione Carabinieri, Associazione Anapa, Associazione Nazionale della Polizia di Stato, il Lambretta Club e Associazione Motocilisti di Castrovillari per il supporto in gara agli atleti e l'ordine pubblico al fine di un corretto e sicuro svolgimento della gara. 

sabato 2 settembre 2017

TROFEO DEGLI ARAGONESI. 400 ATLETI SI SFIDANO TRA LE BELLEZZE DEL POLLINO

Tutto pronto per la gara podistica organizzata dall'Associazione Sportiva Dilettantistica CorriCastrovillari del presidente Gianfranco Milanese. Attesi oltre 400 atleti da tutto il Sud Italia per la gara valida per il campionato interregionale Fidal di Corsa in montagna.
Si parte il 3 settembre, ma l'adrelina cresce ogni giorno di più nell'attesa della terza edizione del Trofeo degli Aragonesi. La gara valevole per il campionato interregionale di corsa in montagna radunerà nella città del Pollino oltre 400 runner provenienti da tutto il sud ed aderenti alle 160 compagini sportive che prendono parte al torneo di corsa in montagna che sta diventando disciplina sempre più amata visto che permette di fare sport in contesti naturali di grande fascino. 
Quello di Castrovillari è un grande appuntamento di sport e di promozione del territorio. Percorso affascinante ed estramente tecnico quello preparato per gli sportivi che arriveranno in città per la quinta tappa (sulle sette in programma) del campionato che raduna atleti aderenti alle squadre di Puglia, Basilicata e Calabria. 
La società sportiva presieduta da Gianfranco Milanese ha disegnato un circuito a forma di cuore che esalta le specificità tecniche dei corridori e permette di ammirare le bellezze paesaggistiche e naturalistiche di un'area di grande pregio, inserita nel Parco Nazionale del Pollino, che patrocinia l'evento insieme al Comune di Castrovillari. Nella prima parte del percorso gli atleti si confronteranno con la salita, nella seconda parte del tracciato si potrà defaticare grazie alle ondulazioni del terreno, prima di godersi l'ultima parte veloce che scende verso il traguardo. 
La macchina organizzativa dell'Asd CorriCastrovillari è in piena attività per garantire la migliore accoglienza agli atleti e la sicurezza necessaria lungo il percorso che permetterà di ammirare l'identità territoriale del Parco Nazionale più grande d'Italia. 
L'Ente parco, presieduto da Domenico Pappaterra, è da sempre vicino a questa manifestazione sportiva che coniuga lo sport outodoor con la promozione del territorio e sposa la pratica del turismo ecosostenibile, facendo crescere il trend di quanti scelgono il Pollino per il turismo sportivo. Domenico Lo Polito, Sindaco della Città di Castrovillari (che detiene anche la delega di assessore allo sport), a nome e per conto dell'Amministrazione comunale è vicino all'Asd Castrovillari che propone un percorso di «valorizzazione della natura e che contempla capacità tecniche degli atleti e che è testimonianza di passione sportiva». 
Ogni anno la manifestazione è sostenuta dal contributo tecnico degli sponsor Energy Progress, Caffè Guglielmo, Agripharma, Milanese srl, Decathlon, Capani e Tenute Ferrocinto.

Interruzione di acqua a tempo indeterminato?

Era il 12 di giugno quando il comune informava i cittadini che per favorire l'approvvigionamento dei serbatoi idrici il servizio idrico sarebbe stato sospeso da mezzanotte alle 6 tutte le notti.
Ad oggi però dopo ben 2 mesi e mezzo di disservizio, buona parte della città è ancora a secco di notte , con notevoli disagi soprattutto per i cittadini che non hanno un lavoro con orari d'ufficio.
Ci chiediamo dunque, data l'assenza di comunicazioni in merito fino a quando si rende necessaria l'interruzione d'acqua?
Ci chiediamo inoltre come mai solo una parte della città deve subire questo disservizio, ben 2 mesi e mezzo accollati ad una sola parte della città e con precisione corso Calabria e sue traverse, via falese, via polisportivo,  via Santi Medici nord e zone rurali quali celimarro e Cammarata, perché non si è messa in atto una rotazione per tutti i quartieri della città che riducesse al minimo il tempo di mancanza d'acqua per ogni quartiere?
Ed inoltre, forse è arrivato il momento di intercettare finanziamenti per risolvere alla radice la questione idrica in città intervenendo direttamente sull' acquedotto e sull' ampliamento delle vasche di approvvigionamento?
I cittadini stanchi aspettano risposte