... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

giovedì 31 agosto 2017

Il sindaco ospite a Kontatto radio venerdì

Il sindaco di Castrovillari Domenico Lo Polito sara ospite in uno speciale del Comune alla radio in onda venerdì I settembre. In diretta dagli studi di Kontatto radio , la trasmissione condotta da Antonio Pandolfi andrà in onda dalle 16:05 sui 97.7 fm, in Diretta Facebook sulla pagina di kontatto radio
Live www.kontattoradio.it
SMS & washapp 348 38 83 963

mercoledì 30 agosto 2017

VANITAS, installazioni artistiche nelle segrete del Castello Aragonese


Verranno  inaugurate Venerdì 1 Settembre 2017 alle ore 18,00 nei sotterranei e nelle
celle storiche del Castello aragonese di Castrovillari le installazioni artistiche di
Giovanni Callisto, dal suggestivo titolo  "Vanitas". L'iniziativa è promossa
dall'associazione culturale Mystica Calabria, con il patrocinio del Comune di
Castrovillari.  Si tratta di una "site specific" in relazione ai luoghi in cui si espone e si
ispira a quella vanitas che in pittura è una natura morta con elementi simbolici
allusivi al tema della caducità della vita. L'esposizione è una vero e proprio percorso
sperimentale, per la prima volta ideato e organizzato nelle segrete fino a qualche
tempo fa inaccessibili dell'antico maniero castrovillarese (si potrà entrare solo a
piccoli gruppi e si sconsiglia a chi soffre di claustrofobila). Il nome dato alla mostra
deriva dalla frase biblica che ricorda come tutto sia vanità, intesa come  trascorrere
inesorabile del tempo, caducità della vita e delle cose materiali e i suoi elementi
caratteristici sono, da secoli, i teschi, le candele, le clessidre, le rose. Per poter
visitare la mostra, ogni sabato e domenica, (dalle 10.30 alle 12.30 e dalle17.00
alle19.00)  si organizzeranno piccoli gruppi di massimo sette/otto persone. L' artista,
Giovanni Callisto di Tropea (VV) si è avvicinato al mondo dell'arte da collezionista,
durante la sua permanenza a Lugano e poi a Bologna. Ha frequentato diverse gallerie
e ha partecipato a numerosi eventi artistici, rimanendo folgorato dall'arte
contemporanea.  Dal 1988 ha iniziato la sua produzione artistica, avvicinandosi
all'astrattismo, affascinato dai colori a volte forti a volte tenui che emanano emozioni.
Le sue opere vanno dall'astratto informale e geometrico al monocromo e, negli ultimi
periodi, alle installazioni minimaliste e concettuali. L'artista ha esposto in varie
collettive e personali in gallerie e musei in Italia e all'estero, tra cui si ricordano la
Galleria "ARTES”  a Parigi, la Galleria “ELLE" a Treviso, la Galleria e Casa d'Aste
"PICENUM” a Macerata, la “DOMUS ROMANA” a Roma. La mostra che  si
inserisce all'interno del progetto Spazi Storici - Spazi d'Arte che l’associazione
culturale Mystica Calabria sta portando avanti per la valorizzazione e la promozione
della cultura  nei luoghi storici  della città, sarà fruibile fino al 30 settembre 2017

lunedì 28 agosto 2017

Il servizio di videosorveglianza era opportuno indire una gara.

Riceviamo e pubblichiamo

COMUNICATO STAMPA
Ai tempi del web, può anche succedere che la rete venga usata per…cambiare discorso. E’ quello che è
successo dopo un articolo de “La Provincia” del 24 agosto scorso che denunciava un fatto gravissimo a
carico dell’amministrazione Lo Polito. Quello dell’ennesimo affido diretto del servizio di videosorveglianza
degli edifici pubblici ad amici di partito, nonché componenti dell’amministrazione – presente e passata - del
sindaco Lo Polito. Affido diretto, divenuto nel tempo prassi consolidata, visto che si protrae, con le stesse
censurabili modalità, da oltre 10 anni e che pure era già stata fatto oggetto di una pesante censura da parte
del Commissario prefettizio, che aveva retto il Comune dopo la caduta della precedente Amministrazione
Lo Polito. Commissario che, negli atti da lui prodotti, l’aveva definita: “inaccettabile elusione delle norme
vigenti e sostanziale impossibilità di assicurare nuovi e più efficienti servizi, in ragione del mancato
ricorso alle opportunità di mercato”.
Ma, evidentemente, le cattive abitudini possono più delle indicazioni normative ed anche più del buon
senso, politico e amministrativo. A quanto pare, non sono bastati, infatti, addirittura ben due anni, per
rientrare nei canoni di legge e bandire una gara pubblica per il servizio di videosorveglianza. Una volta
risolto il problema del pagamento delle spettanze pregresse con una “opportuna” cessione del credito,
ecco che, nel bel mezzo del mese di agosto, quando tutti sono distratti da ferie e vacanze, il servizio di
videosorveglianza viene affidato, per l’ennesima volta, e sempre direttamente, sfacciatamente, alla ditta
presieduta, come riportato nell’articolo, da uno dei pilastri dell’attuale Amministrazione, nonché
capogruppo del PD in Consiglio comunale. Denuncia gravissima, già dalle liste civiche di “Solidarietà e
Partecipazione” diffusamente sollevata nel corso dell’ultima campagna elettorale, ma che non è servita a
mettere sulla retta via un’amministrazione sempre più concentrata a curare gli interessi di pochi a danno
dell’intera collettività.  Una triste vicenda – che è solo la punta di un iceberg molto più profondo in cui la
scelta diretta dell’interlocutore è la regola – che oggi potrebbe sconfinare dagli ambiti prettamente
politico-amministrativi a quelli etico-giudiziari. Ma in ogni caso, l’aspetto politico- amministrativo è lì, e
nonostante il silenzio di maggioranza e giunta, chiede chiarimenti e chiarezza. La scomposta reazione del
sindaco Lo Polito, ad oggi affidata ad un semplice post di un social network, in cui lo stesso attacca
frontalmente e personalmente il presunto estensore dell’articolo – giornalista noto e apprezzato –
minacciando in modo risibile di adire le vie legali per tutt’altri motivi rispetto al contenuto dell’articolo, non
dà chiarimenti né, tantomeno, fa chiarezza sulla vicenda politico-amministrativa rispetto alla quale la città
di Castrovillari ha il diritto di sapere se i fatti stanno per come sono stati raccontati. Adesso.  

Il Coordinamento Politico delle Liste Civiche di
“Solidarietà e Partecipazione”

Cresce l'attesa per il Trofeo degli Aragonesi


Un grande appuntamento di sport e di promozione del territorio. Sono queste le premesse della terza edizione del Trofeo degli Aragonesi, in programma per il 3 settembre, gara valida per il campionato interregionale Fidal di Corsa in montagna, organizzata dall'Asd CorriCastrovillari nel capoluogo del Pollino. 
Percorso affascinante ed estramente tecnico quello preparato per le centinaia di runner che arriveranno in città per la quinta tappa (sulle sette in programma) del campionato che raduna atleti aderenti alle squadre di Puglia, Basilicata e Calabria. 
La società sportiva presieduta da Gianfranco Milanese ha disegnato un circuito a forma di cuore che esalta le specificità tecniche dei corridori e permette di ammirare le bellezze paesaggistiche e naturalistiche di un'area di grande pregio, inserita nel Parco Nazionale del Pollino, che patrocinia l'evento insieme al Comune di Castrovillari. Nella prima parte del percorso gli atleti si confronteranno con la salita, nella seconda parte del tracciato si potrà defaticare grazie alle ondulazioni del terreno, prima di godersi l'ultima parte veloce che scende verso il traguardo. Oltre 160 le compagini sportive che prendono parte al torneo di corsa in montagna che sta diventando disciplina sempre più amata visto che permette di fare sport in contesti naturali di grande fascino. 
La macchina organizzativa dell'Asd CorriCastrovillari è in piena attività per garantire la migliore accoglienza agli atleti e la sicurezza necessaria lungo il percorso che permetterà di ammirare l'identità territoriale del Parco Nazionale più grande d'Italia. 
L'Ente parco, presieduto da Domenico Pappaterra, è da sempre vicino a questa manifestazione sportiva che coniuga lo sport outodoor con la promozione del territorio e sposa la pratica del turismo ecosostenibile, facendo crescere il trend di quanti scelgono il Pollino per il turismo sportivo. Domenico Lo Polito, Sindaco della Città di Castrovillari (che detiene anche la delega di assessore allo sport), a nome e per conto dell'Amministrazione comunale è vicino all'Asd Castrovillari che propone un percorso di «valorizzazione della natura e che contempla capacità tecniche degli atleti e che è testimonianza di passione sportiva». 
Molti degli atleti arrivano in città il giorno prima della gara pernottando nelle strutture ricettive della città e del comprensorio, riuscendo a godere degli aspetti culturali, gastronomici e paesaggistici del Pollino, e realizzando indotto economico che è uno degli altri obiettivi che l'organizzazione si prefige di raggiungere. 
Ogni anno la manifestazione è sostenuta dal contributo tecnico degli sponsor Energy Progress, Caffè Guglielmo, Agripharma, Milanese srl, Decathlon, Capani e Tenute Ferrocinto.

sabato 26 agosto 2017

Si scaldano i motori per Civita.. Nova in programma dal 6 al 10 settembre

Civita...nova...uno spettacolo a cielo aperto con l’atmosfera
circense degli artisti di strada come punto di riferimento per l’ evento
settembrino in programma nella città del Pollino dal 6 al 10 di settembre
2017. Atmosfera che si respira anche nel manifesto realizzato da Stefano
Ferrante ed Elmira Boosari presentato presso l’Accademia dei Saperi e
Sapori alla presenza del Sindaco Mimmo Lo Polito, del Presidente della Pro
Loco Eugenio Iannelli, del Direttore Artistico dell’evento, Gerardo Bonifati
e del referente del sindaco, Franco Pirrera. Sullo sfondo del manifesto, che
per l’occasione è stato scoperto dal Vicesindaco nonché Assessore al Turismo,
Francesca Dorato e dal consigliere Nino La Falce, uno dei disegni
(conservato a Louvre) di Prosper Barbot, pittore paesaggistico francese che
tra il 1824 e il 1826 durante la sua visita in Calabria immortalò nelle sue opere
alcuni dei nostri più suggestivi scorci e panorami, come ci riferiscono gli
ideatori della locandina (Stefano Ferrante ed Elmira Boosari), l'immagine
bellissima del nostro centro storico, visto da uno dei rioni più antichi della
nostra città, avviluppa la figura di un uomo, (modello nella foto Piero Rizzo
componente del Gruppo Folklorico della Pro Loco cittadina), un po' brigante,
un po' gualanu, un uomo che, nato nella Civita, dopo una giornata di lavoro
nei campi arsi dal sole respira il fuoco della passione e della gioia, quel fuoco
che riscalda e non distrugge, e si trasforma in uno dei tanti artisti di strada che,
radunati nei vicoletti, in quelle piazzette trasformate in teatri popolari, con il
fuoco allietano, divertono e incuriosiscono i passanti. E' un omaggio a
Civita..nova che è come un grande artista di strada con il suo pubblico che sa
sempre emozionarsi, fremere e ridere. “Il titolo del disegno originale: "Vue de
Castro Villari, et paysage entre Castro Villari et Spizzano", Paris, Musée du
Louvre département des Arts graphiques”.
L’arte circense è stata una intuizione del direttore artistico, Gerardo Bonfati,
che si è rivelata giusta già nelle precedenti edizioni con grandissima
partecipazione e soprattutto con spettacoli di alto livello che solo gli artisti di
strada con la magia dello spettacolo dal vivo, con colori, musica, giochi, con
il fuoco, equilibrismo, giocoleria sapranno regalare e rapire, al tempo stesso,
grandi e piccoli nelle splendidi notti settembrine castrovillaresi. Novità
assoluta di questa edizione, la realizzazione di una moneta, coniata
appositamente per l’evento e del valore nominale di € 1,00, € 5,00 e €. 10.00,
che sarà utilizzata per l’acquisto dei prodotti in vendita durante la
manifestazione. La moneta verrà fornita al pubblico presso appositi punti di
distribuzione dislocati lungo il percorso e gestiti dalla Pro Loco. Ed ancora,
musica, cultura, artigianato, gastronomia...in una parola “ Civita...nova”
vivere il centro storico. Il «salotto antico di Castrovillari - la “ Civita”
rivivrà ancora più ricco di proposte, nell’edizione dal 6 al 10 settembre
2017. La serata è proseguita poi con l’appuntamento “Canzoni alla radio”,
manifestazione inserita nel cartellone estivo castrovillarese, con il concerto di
quattro talenti di casa nostra, Daniele Moraca, Marco Trifilio, Mario
Chiodi ed Elisa Costanzo.

Ufficio stampa
ARCA COMMUNICATION

giovedì 24 agosto 2017

Cala il sipario sulla 32° Estate Internazionale del Folklore

COMUNICATO STAMPA -
Grande successo per la chiusura della 32° Estate
Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino
Una cerimonia di amicizia, di colori e di pace. E’ così che si è aperta l’ultima
giornata della 32^ Estate Internazionale del Folklore, dopo la visita guidata sui “Culti
sacri e devozione popolare” a cura dell’Associazione Culturale “Mystica Calabria”.
Lo scambio dei doni ha irradiato la Sala Consiliare del Palazzo di Città di tutti i colori
del mondo, insieme ai gruppi del Panama, della Georgia, della Colombia,
dell’Ucraina e dell’Italia con i quali Castrovillari ha scambiato un segno perpetuo di
fratellanza. Un momento di gioia ma anche di “tristezza” come lo definisce il patron
Antonio Notaro, perché “c’è sempre la commozione di lasciare degli amici ed un
posto dove si è stati bene”. I gruppi stranieri hanno lasciato al Sindaco, Mimmo Lo
Polito, un po’ della propria terra, un simbolo che per sempre ricordasse a
Castrovillari della loro presenza in città. Durante la cerimonia, anche momenti di
profonda commozione ricordando la scomparsa di Jean Roche, fondatore del
Festival di Gannat, Presidente del CIOFF Francia, membro onorario del CIOFF e
rappresentante UNESCO a cui è stata dedicata la serata conclusiva del festival.
L’ultimo appuntamento della kermesse ha riproposto la sfilata iniziale a partire da
Piazza Giovanni XXIII verso Piazza Municipio con i gruppi internazionali partecipanti
e le comunità straniere presenti nel territorio. I gruppi hanno poi danzato una
coreografia di Tilde Nocera che ha tracciato un unico cerchio, della stessa forma del
mondo, attraverso un abbraccio che ha escluso ogni diversità facendo emergere
solo la bellezza della pace.

lunedì 21 agosto 2017

Perù e Colombia, hanno aperto la terza serata della 32° Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino

COMUNICATO STAMPA -
Termina in un fiume di colori ed allegria la terza giornata dell’Estate Internazionale
del Folklore e del Parco del Pollino. La 32^ edizione del festival castrovillarese, che
ha visto un cambio di posizione del palco per favorire al pubblico una migliore
visuale dello spettacolo, ha aperto la serata con le coreografie di Daniele Nocera.
un omaggio all’India e alla Cina, due delle diverse comunità presenti sul territorio.
A seguire, sono stati i gruppi del Perù e della Colombia a coinvolgere la folla, come
sempre partecipata, presentandosi in Piazza Municipio con i propri canti e balli
tradizionali. Il gruppo “Ballet folklorico Amankay”, con 12 tour internazionali alle
spalle, diffonde e promuove le più antiche danze e musiche del patrimonio popolare
del Perù e, a Castrovillari, ha interpretato 6 coreografie tipiche della regione del
Cuzco e del Junin .
Il gruppo “Los Opitas” della Colombia, invece, è composto da ragazzi tra i 18 ed i
39 anni che ballano danze folkloriche tipiche della regione del Huila, contribuendo
alla conservazione delle tradizioni popolari locali, divulgandole a livello
internazionale anche attraverso le partecipazioni ai vari festival del folklore in
America latina.
La serata si è conclusa con le lezioni di danza in strada dei gruppi coinvolti, che
hanno trascinato tutti, in un vortice di ritmo e sorrisi trasformando le strade del
centro in un luogo di pace e confronto tra i popoli.

sabato 19 agosto 2017

Grande successo per la prima serata della 32° Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino

COMUNICATO STAMPA

Un fiume di spettatori ha riempito le strade di Castrovillari, celebrando così l’inizio
della prima giornata della 32^ Estate Internazionale del Folklore e del Parco del
Pollino.
Un grande successo per l’esordio dell’edizione che annovera questo festival tra i più
antichi d’Italia. Il pubblico è imperversato per le strade del centro città, curioso di
conoscere la presentazione dei 7 paesi stranieri, attraverso il proprio inno
nazionale. La serata, si è aperta con la sfilata dei gruppi “un mondo di colori” che, a
partire da Piazza Giovanni XXIII, ha visto proseguire verso Piazza Municipio il Perù,
la Georgia, il Panama, la Nuova Zelanda, la Colombia, l’Ucraina e l’Italia, ballando a
ritmo delle proprie tradizioni e trascinando, tutti, in una grande festa di allegria.
Le coreografie di Tilde Nocera hanno richiamato l’attenzione del pubblico attraverso
danze che, con nastri colorati, simboleggiassero l’abbraccio di pace tra i popoli. A
seguire, sulla scena sono salite le comunità straniere presenti sul territorio: Albania,
Ucraina, Costa d’avorio, Cuba, Colombia, Messico, Romania e Nigeria, che hanno
consegnato, come fatto già in conferenza stampa, gli elementi di ospitalità tipici
della propria terra, per esprimere gratitudine alla Città del Pollino per l’accoglienza
ricevuta.
E’, dunque, un festival di pace quello che anche quest’anno travolge Castrovillari e
lo fa stringendosi, più forte, a tutti i fratelli del mondo, alla luce dei fatti terroristici a
Barcellona e che, per questo, la folla ha eseguito un minuto di silenzio. La serata è
terminata con l’esibizione della caratteristica danza Maori, eseguita dagli artisti della
Nuova Zelanda, che hanno catturato gli sguardi stupiti di grandi e piccini e che
regaleranno, insieme agli altri gruppi, spettacoli imperdibili durante tutte le altre
giornate del festival.
Positivi, gli interventi degli amministratori e di Benito Ripoli, Presidente Nazionale
Federazione Italiana Tradizioni Popolari e Francesco Gatto, Presidente provinciale
Fitp Bergamo.
La serata è stata condotta dal Direttore Artistico, Antonio Notaro e Serenella Chiodi.
Appuntamento a domani, 20 Agosto, con lo spettacolo Internazionale che vedrà
esibirsi i gruppi di Perù e Colombia, ore 21,30 a Castrovillari, in Piazza Municipio.

giovedì 17 agosto 2017

XXXII estate Internazionale del Folklore, domani al via la kermesse

COMUNICATO STAMPA
Il primo giorno di Festival si apre con uno dei momenti “cult”, capaci di
riunine popoli di ogni religione, alla “Messa della Pace” celebrata, come
sempre, presso il Santuario della Madonna del Castello da Don Carmine De
Bartolo e dal Vescovo della Diocesi di Cassano Jonio, Francesco Savino. Un
appuntamento che si ripete ogni anno, non solo con il programma ma anche
con la metafora del rispetto dell'altro e di quella civiltà capace di riunire, tutti,
sotto il manto dell'unica bandiera possibile: quella della pace.
Benin, Bosnia, Colombia, Georgia, Nuova Zelanda, Pamana, Ucraina, Italia,
popoleranno, la chiesa della Principalissima Patrona della città, evocando
emozioni e suggestioni.
Alle ore 18,00, il Castello Aragonese sarà scenario per il laboratorio di danza
popolare a cura del “Gruppo Folklorico Città di Castrovillari”, dal nome
“Danze a Confronto”.
Le strade di Castrovillari, per la prima serata, ore 20,30, esploderanno, invece,
di colore, di abiti tipici, di suoni e danze, con la sfilata “Un Mondo di Colori”,
con l'animazione di tutti i gruppi partecipanti e le delegazioni delle diverse
comunità straniere presenti sul territorio.
Il tutto si concluderà con la Cerimonia di Apertura della 32° Estate
Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino, alle ore 22,00 in Piazza
Municipio, con le coreografie a cura di Tilde Nocera.
La manifestazione è patrocinata dall'Amministrazione comunale, città di
Castrovillari, la Provincia di Cosenza, Regione Calabria, Parco Nazionale del
Pollino, Gas Pollino, Iov.
Svelato il programma della 32° Estate Internazionale del Folkore e del Parco del
Pollino, presentato in una conferenza tutta da “gustare”, vista l'ambientazione di una
tavola imbandita con elementi poveri ma fortemente legata ai territori, impreziosita
ancor di più dai doni consegnati dalle comunità straniere di Cuba, Pakistan,
Romania, Ucraina, Marocco, Senegal, Costa D'Avorio, presenti e ben integrate in
città, diventate protagoniste, anch'esse di una vera e propria festa della pace. Presenti,
fra le altre comunità, non in costume, la Colombia e l'Albania, per il cui
coinvolgimento dei popoli si ringrazia l'associazione Integrandosi.
Benin, Bosnia, Colombia, Georgia, Nuova Zelanda, Panama, Ucraina e Italia: questi,
i gruppi che quest'anno faranno esplodere le strade della città di Castrovillari, di
colori, ritmo, musica, tradizione, folklore.
Tenutasi in via Roma, per strada, nel cuore pulsante della città, nella notte di San
Lorenzo, la conferenza è stata strategicamente studiata per arrivare, con maggiore
forza, al sentimento unico della pace e dell'abbraccio dei popoli che, da sempre,
questa manifestazione vuole rappresentare.
A tavola per prendersi cura dell'altro; a tavola per accogliere con un sorriso,
per spezzare il pane con il vicino di fianco; a tavola per ritrovare il senso stretto
delle cose semplici ma vive e vere.
Un momento conviviale che ha accolto e confrontato i popoli in “un'agorà”,
ormai urbana e globalizzata, che affonda le sue radici nei gesti di quella
compartecipazione che ha voluto riscoprire la “piazza”come luogo di scambio,
in questa occasione, culturale e multietnica.
Al tavolo anzi, alla tavola, oltre al Direttore Artistico, Antonio Notaro, il Sindaco,
Domenico Lo Polito, la Vice Sindaco, Francesca Dorato, il Presidente del Cosiglio,
Piero Vico, il Direttore del Parco Nazionale del Pollino, Giuseppe Milione, Marcello
Perrone, Presidente Provinciale della FTP – Federazione Tradizioni Popolari – Tilde
Nocera, Maestra coreografa e Ines Ferrante per Mystica Calabria. Quest'ultima ha
poi premiato, insieme a patròn Antonio Notaro e a Fabio Malomo, i vincitori del
concorso fotografico “I Colori del Mondo”, 3° premio “Barbara Malomo: 1°
classificato Fabrizio Burreci, 2°classificato Mimmo Filomia e 3° Franco Martino.
Una conferenza molto partecipata oltre che dalla stampa locale, regionale e
nazionale, anche dalla popolazione che si è sentita parte integrante di una grande
festa di pace e di accoglienza.
Per l'occasione e per tutta la durata del Festival, il Teatro Vittoria, torna protagonista
con l'allestimento di un salotto arabo, a cura dell'associazione Cidis Onlus.
Non sono mancati, inoltre, momenti di commozione profonda, nel ripercorrere storie
di vita, di vite che in qualche maniera si sono intrecciate con quelle di ognuno dei
presenti, alimentando un sentimento di pace.
Questo e molto altro è l'Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino che
dà appuntamento a tutti dal 18 al 23 Agosto in Piazza Municipio.

lunedì 14 agosto 2017

Soccorsi dei turisti pugliesi nel Raganello

Riceviamo e pubblichiamo

Appena recuperati i coniugi pugliesi che hanno, nel primo pomeriggio, richiesto aiuto al 112 perché non riuscivano piu a risalire il Raganello a San Lorenzo Bellizzi. In particolare, il marito nella telefonata riferiva di non sentirsi bene e di aver affrontato la discesa del Raganello nei pressi di pietra ponte e di aver lasciato la propria auto in una masseria li vicino. Invece proprio l'assenza dell'auto nelle vicine masserie a pietra ponte da parte degli uomini della Stazione Pollino del Soccorso Alpino Calabria, faceva spostare le ricerche al parcheggio delle Gole Alte del Raganello. L'intuizione ha premiato gli uomini del Soccorso Alpino che in effetti ritrovavano l'auto e anche gli amici dei coniugi che da ore non avevano piu notizie dei due. Due squadre del Soccorso Alpino si inoltravano nel Raganello verso valle e giunti alla confluenza del canale "Maddalena" decidevano di risalirlo. Proprio lungo il canale venivano, non senza difficoltà, ritrovati, sopra una briglia nell'affluente del Raganello. Affaticati ma in buoni condizioni di salute. Insieme ad una terza squadra del Soccorso Alpino venivano riportati alle auto risalendo il canale ove un mezzo 4x4 del Soccorso Alpino riusciva a giungere attraverso una strada sterrata. Di fatto i coniugi, decidendo di tornare indietro invece di seguire il Raganello, imboccavano un affluente e solo grazie all'enorme esperienza e conoscenza del Raganello da parte degli uomini del Soccorso Alpino ha permesso di salvare, in tempi brevi, i coniugi pugliesi.

domenica 13 agosto 2017

Ancora successi per la Corri Castrovillari


Ancora un fine settimana ricco di emozione e di successi per l'Asd CorriCastrovillari. Nella gara di Curinga l'ultramaratoneta Daniela Destefano nelle sei ore di gara macina ad un ritmo poderoso 59km che le valgono il primo posto accompagnate da temperature proibitive. Nella stessa gara anche l'altro ultramaratoneta della società sportiva presieduta da Gianfranco Milanese, Gennaro Napoletano chiude le sei ore con 47km percorsi. Dopo la Destefano sul podio Luisa Zecchino (Pianeta Sport) e Erica Teresa Delfine (Amatori Putignano). 

A Soverato, invece, per la dodicesima tappa del campionato regionale di corsa su strada, la formazione di atletica castrovillarese (composta da Luigi Carnevale, Raffaele De Marco, Pasqualino Frascino, Roberto Froio, Francesco Granieri, Raffaele Lagani, Guseppe Mancuso, Gianfranco Milanese, Pasqualino Perticaro, Maurizio Pugliese, Salvatore Russo, Gaetano Sammarco, Michele Spingola, Angelo Trave, Biagio Zaccaro, Rosario Giuseppe Zicaro) ha piazzato due suoi atleti sul gradino più alto del podio nelle prove Master. Michele e Letizia Spingola, fratelli accomunati dalla passione per la corsa, hanno vinto le due gare di categoria portando alti i colori della Asd CorriCastrovillari.
La corsa degli assoluti è stata vinta da Antonio Maggisano della Libertas Lamezia mentre quella delle assolute è stata appannaggio di Francesca Paone della Fiamma Catanzaro. 

giovedì 10 agosto 2017

Ennesimo scippo al territorio. Bloccati gli interventi per ostacolare il randagismo canino. Canile sanitario di Castrovillari declassato solo per le emergenze. 

Riceviamo e pubblichiamo  

Ormai, come di consuetudine, arriva l’estate e arrivano gli attacchi al territorio, magari sperando che nessuno se ne accorga, approfittando del caldo e delle ferie. Ma anche sotto il sole cocente le associazioni di volontariato sono vigili e lucide per contrastare le continue porcate e gli attacchi al territorio, che si susseguono ormai in tutti ambiti.

“Arrivano le ferie e purtroppo, arrivano anche gli abbandoni degli animali domestici, in particolare dei cani, con disagi per i cittadini e per i cani stessi.  E COSA FA CHI dovrebbe fronteggiare questo fenomeno, ostacolando addirittura il lavoro di chi questo fenomeno cerca di fronteggiarlo da anni?

Il direttore generale dell’Asp Cosenza, Dott. Raffaele Mauro, ha ben pensato bene di inviare nel mese di luglio una lettera, datata 11-07-2017, a tutti i comuni ricadenti nell’azienda sanitaria provinciale ordinando, in modo assolutamente incomprensibile, di chiudere alcuni canili sanitari, di salvare alcuni e di lasciare aperti solo per le emergenze altri tra cui quello di Castrovillari.

Questo atto rientra, a nostro avviso, tra i tanti atti incomprensibili del Piano d’intervento sul randagismo canino da parte dell’Asp Cosenza.

Già in base al DCA n. 32 del 11-05-2015 (modificativo del DPGR Calabria n. 197/12) si prevede una razionalizzazione dei canili sanitari limitando solo nel numero di 2 quelli che dovrebbero essere presenti nella provincia di Cosenza. Secondo questa normativa i canili Sanitari dovrebbe trovarsi distanti dai canili rifugio almeno a 500 metri. Ora se si considera che alcuni canili come quello di Castrovillari hanno una struttura già esistente e precedente a quella del decreto regionale sui canili non si capisce la logica di dover spender soldi pubblici per costruire altri canili quando si possono utilizzare e migliorare quelli esistenti con meno soldi.                                                                                                                                                                                   

Inoltre non si comprende come con delibera dell’azienda sanitaria di Cosenza n. 136 del 9-2-2017 si individua come canile dell’area nord di Cosenza il canile sanitario di Saracena non ancora esistente mentre non si punta su quello di Castrovillari , che ha tra l’altro uno spazio intorno al canile esistente che rispetta la normativa regionale citata , per realizzare un nuovo canile sanitario in ottemperanza del decreto, seppur da noi non pienamente condiviso sui canili, del 2012 modificato nel 2015.  Non si capisce come sia avvenuta la scelta del comune di Saracena senza la Conferenza dei sindaci così come anche riportato nella delibera citata. Nella delibera n. 136/2017, si prorogano inoltre, in attesa della futura costruzione di questo canile a Saracena, le strutture esistenti. Questa forse è l’unica cosa di un certo equilibrio.

Certamente non condivisibile è la decisione del Direttore Generale Raffaele Mauro che con lettera dell’11-07-2017 rivolta a tutti i comuni dell’Asp Cosenza penalizza fortemente e ingiustamente il canile sanitario di Castrovillari e altri canili sanitari della zona limitando la possibilità di intervento solo alle emergenze.

Ci si chiede cosa abbia risposto, il comune di Castrovillari, a questa ennesima aggressione sanitaria.

Si ribadisce che, per Legge, gli organi preposti ad affrontare il problema randagismo sono i Comuni e le Asl. Giova ricordare che il canile di Castrovillari è uno dei canili virtuosi con la presenza sia del canile sanitario che del canile rifugio. In particolare la presenza e l’operatività del canile sanitario ha consentito in questi anni di arginare il problema randagismo con tante adozioni, interventi sanitari, tanti interventi di sterilizzazione e reimmissione dei cani nel territorio come cani di quartiere. In tutti questi anni grazie all’intervento di molte associazioni tra cui in particolare F.i.a., Enpa, Gruppo Passione Animali di Solidarietà e Partecipazione e molti volontari del territorio, supportati dagli interventi sanitari, numerosi sono stati i cani adottati e le attività di sensibilizzazione nel territorio.

Ora invece, grazie alla superficialità con cui si fanno i provvedimenti, in questo caso come quello fatto dal direttore generale dell’Asp Raffaele Mauro, penalizzando diversi canili, tra cui quello di Castrovillari, TUTTO È BLOCCATO, rischiando di tornare indietro di molti anni e vanificare il lavoro sinergico fatto nel territorio di Castrovillari per contrastare il fenomeno del randagismo. Non accettabile, inoltre la possibilità di spostare cani dal canile ad altri canili tra l’altro fuori regione. Ora, si decide addirittura con questa lettera avente come oggetto: “piano di intervento sul randagismo canino” un “non intervento dell’Asp” che decidendo per alcuni canili sanitari l’apertura solo alle emergenze di fatto vanifica tutti gli interventi volti alla riduzione del randagismo canino come le sterilizzazioni, la reimmissione dei cani come cani di quartiere, etc. Tutto ciò sta avvenendo nell’indifferenza di chi ci amministra e di chi dovrebbe occuparsi della problematica.

Si chiede, al Direttore Asp Cosenza di rivedere e modificare le decisioni prese, di convocare una conferenza dei sindaci, in cui si possano stabilire in maniera democratica e programmatica, le azioni da intraprendere per risolvere il problema. Si chiede di provvedere immediatamente alla riapertura completa del canile sanitario di Castrovillari, in tutte le sue funzioni. “Siamo in uno stato di collasso generale e non si può accettare una scelta cosi scellerata”. In primis, è necessario riprendere IMMEDIATAMENTE le sterilizzazioni per arginare il fenomeno randagismo. Se ciò non avverrà, ci troveremmo di fronte ad una situazione ancora più drammatica di quella odierna con conseguente aumento dei cani randagi in città.

Si chiede al Sindaco di Castrovillari di intervenire concretamente nel merito al fine di salvaguardare una struttura importante come quella del canile di Castrovillari necessaria per arginare il problema randagismo canino.

Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione”

mercoledì 9 agosto 2017

La sera di San Lorenzo la buona musica invade l'Accademia dei saperi e dei sapori

EVENTI DI STAGIONE. LA SERA DEL 10
AGOSTO ARRIVA ALL’ACCEDEMIA DEI SAPERI E SAPORI
IL MUSICISTA GEOFF WESTLEY CON GLI ARTISTI
CAUTERUCCIO E SASA’ CALABRESE CHE, CON
L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, HA COLLABORATO PER
LA REALIZZAZIONE DELLA CIRCOSTANZA”

Per la sera di San Lorenzo, 10 agosto, quando le stelle “cadono
più abbondantemente del solito per incrociare i sogni degli
uomini” l’Amministrazione comunale di Castrovillari offre, dalle
ore 21, in collaborazione con l’artista Sasà Calabrese,
nell’ambito di Eventi di Stagione, “La notte dei desideri”.
Tutto ciò presso l’ex mattatoio comunale di via S. Aniceto, oggi
Accademia dei Saperi e dei Sapori, luogo , insieme al Castello
Aragonese, preposto, nell’accordo del Comune con l’Istituto
Tecnico Commerciale per Geometri e l’Alberghiero, oltre ad altri
enti ed aziende, a laboratorio per l'occupabilita’ giovanile e
centro di promozione e degustazione dei prodotti tipici locali.
L’appuntamento di giovedì prossimo, tra l’evento astronomico e
gli intrattenimenti musicali e magici in programma, questi ultimi
a cura di Eligio Annicchiarico, vede i musicisti Salvatore
Cauteruccio e Sasà Calabrese, Friends con Geoff Westley
pianista, arrangiatore e produttore discografico britannico
impegnati in una serie di sonorità, tutte da gustare per
interpretazioni ed arrangiamenti da riscoprire.
Westley, Cuore del ritrovo, è uno spessore di sensibilità artistica
non comune; il 22 novembre 2011 è uscito l'album Sogno no1,
omaggio in veste sinfonica alla voce e alle opere di Fabrizio De
André da parte della London Symphony Orchestra, diretta da
lui, che sottolinea il capolavoro nell’ideare e nell’aver
armonizzato questo insieme di capacità musicali, facendone una
formazione strumentale invidiabile.
“Un intrattenimento, quello del 10 a sera, dunque, da non
perdere- sottolinea il Sindaco, Domenico Lo Polito, invitando la
cittadinanza- per gustare espressività singolari, emotivamente
ricche e piacevolmente interessanti che rendono la particolarità
ed eccezionalità della manifestazione grazie alla presenza, nel
capoluogo del Pollino, ancora di un musicista come Westley,
espressione di metodo e passione.”
“Insomma, un’altra possibilità di coinvolgimento e
partecipazione – aggiunge per altro il primo cittadino- per come
si caratterizza ed è nato , sin dall’inizio, Eventi di Stagione, con
la preziosa collaborazione di associazioni e soggetti, senza i
quali Iniziative del genere sarebbero impensabili.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

martedì 8 agosto 2017

CIVITA...NOVA, tutto pronto per la IX edizione


Castrovillari. “il rione Civita,” salotto antico di Castrovillari, sta per
riprendere vita grazie alla IX edizione di “ Civita ...nova” vivere il centro
storico, manifestazione riproposta ancora con più vigore dalla locale
Amministrazione Comunale e dalla Pro Loco cittadina , dal 6 al 10 di
settembre 2017.
“Civita...nova” vuole essere, per gli organizzatori, come negli anni passati,
un momento di crescita culturale finalizzato alla maggiore conoscenza degli
angoli più suggestivi del “Borgo Antico” ed alla promozione dell’eccellenze
presenti sul nostro territorio. L'evento presenterà molteplici iniziative legate
all’enogastronomia, alla cultura in genere, alla musica, all’arte, al folklore ,
all’artigianato, all’aggregazione sociale ad iniziative rivolte alle famiglie, agli
anziani ed ai bambini. L’ intento è quello di valorizzare il “borgo antico”
della Città del Pollino dando una nuova immagine identitaria locale unita alla
promozione dei prodotti gastronomici ed artigianali castrovillaresi.
In attesa dell’annuncio definitivo del programma , ricordiamo a chi volesse
partecipare con attività o iniziative legate alla tradizione artigianale e
gastronomica, può rivolgersi alla Pro Loco cittadina per ritirare il modulo di
partecipazione o per presentare progetti o iniziative pertinenti all’evento . Le
domande possono essere ritirate c/o la sede della Pro Loco in C.so Garibaldi
n° 160, dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00 tutti i giorni escluso il
sabato pomeriggio. Info e prenotazioni alla 0981-27750 oppure tramite e-mail
prolococv@libero.it.

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION

Le considerazioni delle liste civiche sulla sanità

Riceviamo e pubblichiamo

Non entreremo nel merito delle deliranti argomentazioni con le quali il sindaco Lo Polito, a mo’ di foglia di
fico, cerca di nascondere le proprie “vergogne” di una gestione fallimentare (anche) della sanità di
Castrovillari e del Territorio. I fatti, che, da dieci anni a questa parte, abbiamo più volte anticipato e
denunciato, parlano chiaro e dicono di uno stillicidio di scippi, da un lato, e mancati interventi dall’altro.
Chiusura, declassamento o mancato potenziamento di tanti, troppi “pezzi” della sanità castrovillarese:
Otorino, Gastroenterologia, Oncologia, Ortopedia, Reumatologia, Neurologia, Fisiatria, Laboratorio Analisi,
Oculistica, Farmacia territoriale. Per non parlare dei tempi biblici –ad oggi, non ancora conclusi- di
adeguamenti strutturali fondamentali (Sale operatorie, Medicina Interna). E il sindaco Lo Polito ha
continuato a percorrere, senza giustificazioni e senza vergogna, il pessimo cammino di chi lo ha preceduto,
adottando, nell’ultima “uscita” social –riportata dai mezzi di informazione-, una “linea difensiva” che lo
trascina nel ridicolo. Le responsabilità delle mutilazioni della sanità locale non sarebbero di chi amministra
e dunque ha il diritto-dovere –oltre che la piena titolarità-di lottare istituzionalmente per gli interessi e i
diritti dei cittadini amministrati, bensì di chi, per la vergognosa latitanza del “titolare”, informa la città, si
mobilita con essa e con le forze sane che operano nel volontariato, per fare –a proprie spese , non solo
economiche- quello che le Amministrazioni non fanno. Senza dimenticare lo schizofrenico comportamento 
del Sindaco Lo Polito che, una volta tenta di boicottare e un’altra partecipa in pompa magna – a questo
punto, in maniera  evidentemente e penosamente strumentale-, alle manifestazioni promosse dal Comitato
delle Associazioni di Castrovillari, per tutelare il diritto alla salute, che hanno visto anche l’attiva
partecipazione del nostro Vescovo, Mons. Francesco Savino. E senza dimenticare anche la mancata
attuazione da parte del Sindaco delle unanimi decisioni del Consiglio Comunale (vedi la mozione sulla
Farmacia territoriale) a difesa del diritto alla salute. Le patetiche argomentazione di Lo Polito, giungono, tra
l’altro, da un esponente di un Partito che -in tempi per la verità assai lontani- faceva del coinvolgimento
popolare e della partecipazione democratica un tratto distintivo della sua azione politica. E dimostra,
semmai ce ne fosse ancora bisogno, l’assoluta inadeguatezza del Sindaco al suo ruolo istituzionale. Ciò
detto, rimane che il diritto alla salute non può né deve essere confinato in un ambito di polemica politica
cittadina. Fermo restando, perciò, il nostro giudizio sugli atti già compiuti da questa e dalle precedenti
Amministrazioni, diamo, tuttavia, ancora una volta, in questa sede, il nostro pieno sostegno a tutte quelle
iniziative –forti, decise, decisive- che l’Amministrazione comunale vorrà adottare per invertire l’attuale,
distruttivo andamento della sanità di Castrovillari e del suo comprensorio.

Il Coordinamento Politico
delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”

sabato 5 agosto 2017

7 anni insieme a voi, grazie

Ebbene sì, il tempo vola, sono già passati 7 anni dall'inizio di questa stupenda avventura che il nostro blog ci regala.
Si il nostro blog, perché Castrovillari Blog appartiene alla città, e della città racconta le storie, gli eventi e gli accadimenti, spronandoci, seppur tra mille impegni a fare sempre di più sempre meglio.
Grazie ai nostri lettori, grazie ai nostri amici che ci hanno sempre sostenuto ed incoraggiati, grazie a tutti voi e buon compleanno.

venerdì 4 agosto 2017

Uffici comunali chiusi lunedì 14 agosto


Avviso per i cittadini. Gli Uffici
comunali di Castrovillari, lunedì 14
agosto, resteranno chiusi, mentre
saranno garantiti i servizi essenziali.
Lo ha disposto il Sindaco, Domenico
Lo Polito, con propria ordinanza ed in
seguito ad un’istanza presentata dalla
rappresentanza sindacala unitaria.
La determinazione è stata assunta
anche in considerazione del fatto che
la giornata ricade tra due festività e
che, come di solito accade durante la
settimana di ferragosto, si verifica un
minore accesso di cittadini agli uffici.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

martedì 1 agosto 2017

CORRICASTROVILLARI BRINDA A NUOVI SUCCESSI NELLA TERRA DEL VINO

A Cirò Marina la formazione castrovillarese ancora sul podio conquistando il secondo posto a squadre ed il quarto posto in classifica regionale del campionato regionale di corsa su strada. 

Nella undicesima gara del campionato regionale di corsa su strada ancora successi e medaglie per l'Asd CorriCastrovillari del presidente Gianfranco Milanese. Nel percorso di Cirò Marina la formazione, grazie ai piazzamenti degli altleti del team, agguanta il secondo posto in classifica a squadre e con i punti raccolti scala la classifica generale del torneo regionale posizionandosi al quarto posto. 

Nella gara che ha viste impegnate tutte le società di atletica leggera calabresi (il campionato prevede 15 gare lungo tutto il corso dell'anno) la partenza del percorso ha visto la partenza da Punta Alice per terminare, dopo 8,5 km, sul lungomare di Cirò Marina. Sul traguardo, dopo una bella lotta a 5 lungo il tracciato di gara, arriva primo Ruggero (Cosenza K42, con il tempo di 28:15), Carbone (Cosenza K42, 29:01), Michele Spingola (CorriCastrovillari, 29:15), Antonio Amodeo (CorriCastrovillari, 29:51) ai quali si aggiungono in ordine di arrivo Audia, Monaco, Barbuscio, Buffone. Anche tutti gli altri atleti della società CorriCastrovillari, Zicaro, Trave, De Marco, il vice presidente Mancuso, Perticaro, D'Elia, Arcidiacone, Santulli, Frascino, Zaccaro, Froio e Lagani portano punti preziosi al sodalizio castrovillarese per la classifica generale del torneo e la classifica a squadre. 

Il prossimo appuntamento del campionato regionale di corsa sarà a Soverato il 6 agosto. 

IL DÉJÀ VU GARDEN OSPITA I CONTROSENSO


Serata di grande ritmo per il penultimo appuntamento de Il giovedì che ci piace. Il 3 agosto nel salotto all’aperto del music club castrovillarese.

Continua con il ritmo travolgente della musica pop, rock, dance e revivals il cartellone di eventi musicali, rigorosamente dal vivo, del live music club all’aperto castrovillarese Déja Vu Garden. Nel locale diretto da Antonio De Biase per il penultimo appuntamento della programmazione estiva denominata “Il giovedì che ci piace” il 3 agosto alle ore 22.00 arrivano i Controsenso.

La band nata per la passione della musica che ha accomunato due diverse generazioni di artisti, nasce dalla frenetica volontà di quattro giovanissimi ragazzi spinti dal desiderio di coltivare lo spirito di gruppo, decidendo di continuare a percorrere il sentiero artistico dei genitori, componenti negli anni '80 del gruppo musicale "Progetto 6".

Orlando Cosentino, Pier Paolo Cosentino, Cosimo Raschellà e Dario Vilardo

debuttano ufficialmente come Controsenso nel luglio 2005 a soli 13 anni. Nel 2007 si uniscono al sodalizio musicale due voci femminili quelle di Federica Pompeo e Monica Biamonte.

Il repertorio che propongono durante le performance dal vivo è ampio e apprezzato da ogni generazione, trasformando ogni concerto in una serata di grande ritmo e divertimento.

L’estate live in musica del Déjà Vu Garden terminerà il prossimo 9 agosto con l’ultimo serata affidata ai Game Over Press Startprima cartoon band calabrese che ha vinto il contest di Lucca Comics & Games lo scorso novembre, diventando la band-immagine della manifestazione e incidendo di diritto la sigla del programma scientifico "Next Tv" di Rai Gulp. 

Vincenzo Alvaro