... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

giovedì 20 luglio 2017

Il Giovedì che ci piace, questa sera arrivano i RADIOLAUSBERG


Dopo l’affollatissima data del Peperoncino Jazz Festival continua la rassegna “Il giovedì che ci piace” che sta richiamando tanto pubblico nel live club castrovillarese

Rivalutare e rivisitare il patrimonio linguistico musicale dei brani appartenenti all’intera area del massiccio del Pollino e della tradizione calabro – lucana è l’intento sul quale si fonda il progetto dei Radiolausberg che calcheranno il palcoscenico del Déjà Vu Garden il 20 luglio. Dopo la tappa del Peperoncino Jazz Festival che ha scelto il live club castrovillarese come prima data per la cinque giorni programmata nella città del Pollino, la rassegna Il giovedì che ci piace continua con un nuovo appuntamento dando spazio al progetto dei Radiolausberg nato nel 2014 il 20 luglio a partire dalle ore 22.00

L’idea del nome RL deriva dalla voglia di trovare una denominazione adatta al concetto di gruppo progetto che meglio esprime i valori come il forte senso di appartenenza alle proprie radici e che meglio veicoli il concetto di base del pensiero del gruppo: libertà, collaborazione, contaminazione, umiltà e naturalezza nel comporre e fare musica.

Radio lausberg è un modo d’essere e di pensare oltre ad essere un laboratorio in constante movimento dove idee e musicisti sono legati dagli stessi gusti, dagli stessi ideali e dalla voglia di fare musica, non dimenticando mai le origini umili e di campagna.

Poliedricità è l’essenza ed il corpus dell’ensemble che sposa diversi generi musicali, passando dall’acustico al popolare a quello colto, non disdegnando le sonorità elettriche e sperimentali

A Franco Pirrera la stella d'oro del Coni, i complimenti del sindaco lo Polito


Nuova attestazione in città per capacità e risultati conseguiti durante
anni di responsabilità.
Prossimamente, nella città di Reggio Calabria, in un’apposita cerimonia
predisposta dal Comitato Territoriale, il CONI conferirà la Stella d’Oro al
merito sportivo, per l’anno 2016, al castrovillarese Franco Pirrera, da
sempre impegnato nello Sport, per la promozione di questo a più livelli
e, naturalmente, per le benemerenze acquisite nel settore.
Appena il Sindaco, Domenico Lo Polito, è venuto a sapere
dell’onorificenza si è complimentato, precisando che il riconoscimento
meritato, per la continua profusione di energie di questi nelle attività
atletiche, era  una grande soddisfazione anche per la città e
l’amministrazione.
Un’ulteriore dato che registra il dirigente dopo la medaglia di bronzo
ottenuta nell'anno 2003 e d’ argento nel 2009,a testimonianza di un
cammino anche in pieno svolgimento ed accompagnato da passione e
dedizione.
“L’oro, poi, arriva a sintesi  - ricorda ancora  il primo cittadino- di diversi
impegni portati avanti: come Assessore allo sport del Comune di
Castrovillari dal 1994 al 1998; presidente, per 25 anni, del Comitato
Regionale Calabro della Federazione Pugilistica, dal 1977 al 2002; come
Consigliere del Comitato Regionale Calabria della Federazione di
Pallacanestro dal 2004 al 2008; Vice Presidente del Comitato Provinciale
di Cosenza della F.I.P. dal 2008 al 2012; di presidente, da 15 anni,
dell'ASD Amaranto Boxe di Reggio Calabria dal 2003 ad oggi nonché,
con lo stesso ruolo, ricoperto da 11 anni del CLUB JUVENTUS di
Castrovillari , precisamente dal 2006 ad oggi, e  per aver fatto parte
dell’organizzazione del Giro d’Italia nel 1995 in seguito al passaggio dei
ciclisti in città, nel 1997 per l’arrivo e nel 2017 per la tappa di partenza.”
“Un percorso di tutto rispetto- aggiunge Lo Polito- che sottolinea pure la
grande tradizione della città e le capacità dei suoi uomini e donne, che
sono tanti, nello spendersi per lo sviluppo dell’attività sportiva la quale
da sempre dà una mano a fortificare, in chi la pratica, e non solo, il
senso di responsabilità, di solidarietà e capacità di sacrificio,
fondamentali per la crescita umana quanto per il miglioramento
qualitativo di quella realtà agonistica  più seguita e conosciuta.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

mercoledì 19 luglio 2017

Al via SUONI, dal 23 luglio la XII edizione del festival etno jazz


Toquinho, Mingardi, Esposito, Voltarelli, solo per citarne alcuni, gli artisti che
saranno presenti alla XII edizione di “ Suoni” Festival Etno Jazz in programma a
Castrovillari dal 23 al 30 luglio. L’evento è organizzato dalla Pro Loco cittadina,
(presidente, Eugenio Iannelli Direttore Artistico, Gerardo Bonifati) con il contributo
del Comune di Castrovillari, la Gas Pollino, della Regione Calabria, della
Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la
FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) la UISP, l’UNPLI, lo IOV ,
l’IPSEOA e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) “ Castrovillari Città
Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati.
La presentazione questa mattina nella sala giunta del Comune di Castrovillari,
presente il Sindaco, Mimmo Lo Polito, il Presidente ed il Direttore Artistico,
rispettivamente Eugenio Iannelli Gerardo Bonifati ed il past president della Pro
Loco, Paolo Salvaggio.
Nato dodici anni , “Suoni” ha la particolarità di coniugare la valorizzazione dei
musicisti locali attraverso il confronto con artisti di livello internazionale in jam
session di alto profilo musicale, in cui l’improvvisazione e la passione per l’etno jazz
offrono contesti sonori di grande originalità.
Un mix di contaminazioni da vivere nel chiostro del Protoconvento Francescano, e
nel Castello Aragonese, due importanti location nel cuore della Castrovillari storica
che, per l’occasione diventeranno spazio di d’incontro e scambio, di apertura e
condivisione delle esperienze musicali, alla portata di tutti.
Una manifestazione nata con l’intento di richiamare il ruolo della mediterraneità e
delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili richiamati anche nel
manifesto realizzato da Stefano Ferrante, nello scatto e da Elmira Boosari, nella
grafica. (i modelli Denny Musca e Arianna Cruscomagno)
“Il manifesto è un omaggio alla musica popolare e all'amore perchè la musica è
come l'amore. Ancor più la musica popolare. Suonare è come amare, coccolare e
proteggere la persona amata. E tra le braccia di un uomo, in questo caso il nostro
uomo in locandina, suonare uno splendido, antico strumento come la chitarra
battente è come sfiorare con dolcezza e passione una donna bellissima, entrare in
sintonia con lei, toccare le corde della sua anima, per una musica autentica, forte
come la passione per le tradizioni, genuina e originale come una melodia etnica
che, pur contaminata da ritmi nuovi, è espressione di un popolo e della sua storia”.
Si parte il 23 con ESTADANZA”; incontri, scambi e corsi di musica popolare a cura
dell’Associazione Culturale TARANTA Tradizioni Popolari con la supervisione
di Lega Danza UISP. I corsi saranno tenuti dal prof Pino Gala, ricercatore
etnocoreologo, antropologo della danza che nel 1987 ha fondato l’Associazione
Culturale “ Taranta” e dal 96 dirige la prima Scuola Nazionale di Formazione per
insegnanti di danza popolare. L’intento è quello di mantenere vivi balli e musiche
tradizionali e soprattutto quell’atmosfera festosa tipica della tradizione popolare. Dal
27 al 30 di luglio, “ Suoni” sarà opportunità d’incontro e scambio, di apertura e
condivisione delle esperienze; spazio aperto a tutti, “luoghi emozionali” dove
chiunque, dai bambini agli anziani, potrà “agire”.
Anche quest’anno tributo al grande M° Luigi Le Voci con “ Suoni dell’Alba”;
nell’Arena del Castello Aragonese di Castrovillari; il sorgere del sole sarà
accompagnato dalla musica, in un palcoscenico unico affacciato su un orizzonte
mozzafiato.
PREMIO “SUONI D’AUTORE” 2017
Tony Esposito, (napoletano) musicista, cantautore, percussionista
Peppe Voltarelli , (calabrese) cantautore e attore
Ingresso € 5,00
Soci Pro Loco 3,00
Solo per il concerto di Toquinho €15,00
PREVENDITA
Pro Loco di Castrovillari C.so Garibaldi, 160
Danny Music Via Mazzini, 57 Castrovillari

UFFICIO STAMPA
ARCA Communication

Informazioni biglietteria:
Ufficio I.A.T. – Pro Loco

lunedì 17 luglio 2017

Giro d'Italia, il Comune riceve il riconoscimento Ride Green


Nella “Grande raccolta della Corsa Rosa”, come l’hanno battezzata gli
organi d’informazione, Castrovillari s’impone tra le più attive nel
progetto ecosostenibile dedicato all’ambiente e alla raccolta
differenziata durante la centesima edizione del Giro d’Italia.
“Così dopo il ringraziamento da parte dell’Organizzazione del Giro
d’Italia per il supporto organizzativo, l’accoglienza e il calore trovato e
ricevuto a Castrovillari, 7^ Città Tappa del Giro , da cui i ciclisti hanno
raggiunto Alborobello, in Puglia, il capoluogo del Pollino , il 13 luglio
scorso , nel Centro Congressi Eataly Smeraldo di Miano, ha ottenuto il
riconoscimento per essersi piazzato tra i primi nella graduatoria –dei
luoghi di partenza- che meglio hanno risposto al progetto Ride Green,
iniziativa di eco sostenibilità legata al Giro d’Italia.”
Lo richiama, al di là delle tante notizie rilanciate in questi giorni ed a
più livelli, immediatamente dopo la conferenza stampa svoltasi nel
capoluogo lombardo con la presentazione dei risultati e le premiazioni
dei Comuni virtuosi, la stessa Amministrazione Comunale che, per il
particolare evento, opportunamente ha inviato, a ritirare il premio,
l’Assessore all’Ambiente , Pasquale Pace.
La consegna ha riguardato quelle Città di Tappa che si sono distinte
per aver raggiunto una elevata percentuale di raccolta differenziata
durante le giornate della manifestazione sportiva partecipando al
concorso, organizzato da RCS Sport ed E.R.I.C.A. .
L’iniziativa era finalizzata a ridurre l’impatto ambientale in tutti i luoghi
che accoglievano la Carovana, e Castrovillari si è classificata al
secondo posto “grazie ad un più che soddisfacente risultato pari all’
84% - spiega l’Assessore Pace- di raccolta differenziata” nella
Categoria e tra le 21 che accoglievano la partenza.
Per l’amministrazione comunale “questo risultato si è potuto ottenere
per la preziosa collaborazione di quanti, a diverso titolo, hanno a cuore
le problematiche ambientali; in particolare gli ispettori volontari, che
sono stati impegnati in prima linea nella corretta gestione delle
postazioni di raccolta installate per l’evento, i responsabili ed i
dipendenti dell’Ufficio Ambiente, che hanno coordinato le operazioni sul
territorio con puntualità e precisione, e la ditta Calabra Maceri che,
attraverso i suoi operai, ha offerto un particolare sostegno prima,
durante e dopo l’evento per fare in modo che a poche ore dalla fine
della Tappa tutto fosse in ordine e pulito come prima che la città
venisse invasa da migliaia di persone. Abbiamo sperimentato- ha
richiamato l’Amministrazione- come le cose possano funzionare e
diano frutti, che diventano anche esempio, soltanto se si lavora
insieme perseguendo degli obbiettivi comuni che facciano riscoprire il
senso nel condividere non solo gli spazi ma anche i momenti.
“Quanto è stato assaporato durante la Tappa e offerto da questo
importante riconoscimento di valore sociale ed ambientale- sottolinea il
Sindaco, Domenico Lo Polito- saranno lo stimolo per continuare e fare meglio nelle prossime sfide che potremo affrontare solo con l’aiuto e la
partecipazione di tutti.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

venerdì 14 luglio 2017

Tutto pronto per la dodicesima edizione di SUONI Festival etno jazz


SUONI, FESTIVAL ETNO JAZZ, XII EDIZIONE DAL 23 AL 30
LUGLIO 2017

Tutto è pronto a Castrovillari per ospitare la XII edizione di “ Suoni” Festival Etno
Jazz; evento nato dodici anni fa con l’intento di regalare a tutti novità assolute: la
prima è la rara opportunità di ascoltare e apprezzare artisti straordinari di
riconosciuto valore, capaci di rappresentare con progetti originali carichi di
affascinanti contaminazioni etno-jazz, l’arte e la cultura dei rispettivi paesi di
appartenenza; la seconda, e forse la più importante, valorizzare i musicisti della
nostra terra, dando loro la possibilità di condividere palco e musica con artisti di
assoluto valore. Una manifestazione nata per richiamare il ruolo della mediterraneità
e delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili. L’evento è organizzato dalla Pro
Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, della Regione Calabria, della Provincia di
Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari)
e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi
sponsor privati. Anche quest’anno, il festival che si svolgerà tra il Castello Aragonese e il
Protoconvento francescano, nel cuore della Castrovillari storica, vedrà alternarsi
nelle due location, artisti di caratura nazionale ed internazionale e sarà suddiviso in
due momenti; il primo riguarderà la danza popolare affidate a , ESTADANZA”;
incontri, scambi e corsi di musica popolare a cura dell’Associazione Culturale
TARANTA Tradizioni Popolari con la supervisione di Lega Danza UISP. I corsi
saranno tenuti dal prof Pino Gala, ricercatore etnocoreologo, antropologo della
danza che nel 1987 ha fondato l’Associazione Culturale “ Taranta” e dal 96 dirige
la prima Scuola Nazionale di Formazione per insegnanti di danza popolare, i corsi
saranno gratuiti per i residenti e si svolgeranno dal 23 al 30 di Luglio. L’intento è
quello di mantenere vivi balli e musiche tradizionali e soprattutto quell’atmosfera
festosa tipica della tradizione popolare. La seconda parte del festival “ Suoni” è in
programma dal 26 al 30 di Luglio 2017 e sarà opportunità d’incontro e scambio, di
apertura e condivisione delle esperienze; spazio aperto a tutti, “luoghi emozionali”
dove chiunque, dai bambini agli anziani, potrà “agire”. Sette giorni da vivere
intensamente tra musica, storia e cultura.
La presentazione dell’evento avrà luogo lunedì 17 alle ore 11,00 presso Palazzo
di Città (sala giunta); in quella occasione saranno svelati gli artisti presenti a
questa edizione.

UFFICIO STAMPA
ARCA Communication

mercoledì 12 luglio 2017

Pubblicato il secondo volume de "Le leggende popolari del Pollino"


E' in libreria il secondo volume de  "Le leggende popolari del Pollino" curato da Ines
Ferrante per Promoidea Pollino. Il libro contiene oltre ottanta nuove leggende
popolari del territorio sovrastato dalla catena del Pollino, raccolte, come dice l'editore
nella sua prefazione come all'interno di «un piccolo museo in cui l’autrice, oltre che
della documentazione, si avvale della sua creatività nel saper gestire con disinvoltura
una copiosa eredità di indizi[...]». Anche questo secondo volume si arricchisce al suo
interno di una serie di illustrazioni a firma di Anna Nigro, autrice anche
dell'immagine di copertina, con il lavoro grafico di Elmira Boosari. Ines Ferrante
racconta ancora una volta una terra ricca di storie leggendarie e di superstiziose
credenze, una terra di grotte e di castelli, di misteri e di segreti, dove anche il mare,
poco lontano, è memoria antica di saghe e di eroi e tenta di immortalare, anche
attraverso molti racconti orali, i paesaggi, gli angoli caratteristici, le ambientazioni e
gli scenari che fanno da sfondo alle storie raccolte che, rispondendo fantasiosamente
ai tanti perché di un popolo, celebrano fatti e personaggi che hanno fatto la storia di
quel popolo, spiegano eventi, rituali e regole di cui non si comprende il senso e
servono «a scacciare alcune paure ancestrali, a rallegrare i bambini, a trasformare una
persona in un eroe, a spiegare l’inspiegabile, a rendere più interessante un aspetto
noioso della realtà e a insegnarci a vivere in armonia tra di noi e con la natura che ci
circonda». L'autrice dedica questa seconda pubblicazione a tutti i lettori che hanno
letto avidamente e apprezzato la prima e afferma: «ogni leggenda è la memoria stessa
di un popolo, di una comunità ed è da preservare. Ecco perché le ho raccolte: per
custodirle, tutte assieme, in questo secondo volume»

lunedì 10 luglio 2017

Situazione sanità, le colpe del sindaco secondo le civiche

COMUNICATO STAMPA

IL SINDACO LO POLITO E’ COMPLICE DELLO SMANTELLAMENTO
DELL’OSPEDALE DI CASTROVILLARI E DELLA SANITA’ DEL TERRITORIO 

Con delibera n. 1227, del 30 giugno 2017, il Direttore Generale dell’ASP di Cosenza ha sancito lo
scippo: come le Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione avevano paventato e ampiamente
preannunciato -anche in Consiglio Comunale-, la Farmacia territoriale sarà trasferita da Castrovillari a
Lungro, con un costo per l’Ente di ben 170.000 euro. Nella nostra città rimarrà un semplice “punto di
distribuzione” allocato nell’ex Centro Trasfusionale, con una spesa ulteriore di altri 150.000 euro.
L’atto deliberativo giunge all’indomani della tanto celebrata “cerimonia di inaugurazione” -che ha visto
il sindaco Lo Polito e il Direttore Mauro festeggiare insieme il “lieto evento” di un nuovo modello di
Risonanza Magnetica, strumentazione, per altro, già da anni presente nel nostro Ospedale.
Avevamo sperato che quella cerimonia, anche se inutile e fuori luogo, fosse stata almeno l’occasione
perché il sindaco Lo Polito ribadisse, con la necessaria fermezza, quanto il Civico consesso, oltre che il
comune buon senso e le norme amministrative, richiedevano: il ritiro dell’illegittimo provvedimento di
spostamento di due Ortopedici da Castrovillari a Paola (Ortopedici assunti specificamente su
Castrovillari) e il ritiro della delibera che prevedeva lo spostamento della Farmacia territoriale da
Castrovillari a Lungro.
A che punto siamo? Gli Ortopedici restano a Paola, per cui l’ambulatorio pomeridiano rimane chiuso e
di reperibilità notturna nemmeno a parlarne, mentre, come dicevamo, con la delibera di cui sopra si
conferma il trasferimento della Farmacia territoriale da Castrovillari a Lungro. Davvero un bel
risultato!
A questo punto il sindaco dovrebbe attivarsi, come suo dovere e come previsto dalla Delibera di
Consiglio Comunale n.30 approvata all’unanimità fin dal 9 maggio scorso, per far partire la
mobilitazione che porti anche a iniziative clamorose nella sede stessa dell’ASP di Cosenza.
Staremo a vedere.
Non è chiaro quanto ci sia di inettitudine e quanto di dolo nell’operare del sindaco Lo Polito, certo è
che non è possibile continuare in questo modo a spianare la strada a chi progressivamente continua
nell’opera di demolizione del nostro ospedale e della sanità territoriale. La salute non può continuare
ad essere “merce di scambio” politico. Non abbiamo chiesto le dimissioni di Lo Polito per la vicenda
SPRAR-CAS, -trattata con la consueta incapacità e superficialità- ma forse è tempo, per lui, di
cominciare a farci un pensierino, magari con l’ “aiutino” di chi si riconosce sempre di meno in questa
sempre più sgangherata maggioranza.

Il Coordinamento Politico delle
Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”

sabato 8 luglio 2017

Intervento degli artificieri di Castrovillari in Salento

Un nucleo di Artificieri dell'Esercito nella giornata di
ieri è stato inviato con urgenza nel Salento per un rinvenimento di un'ordigno inesploso. Nel
Comune di Surano (LE), durante la rimozione di un vecchio muretto a secco, un operatore di un
mezzo di cantiere, ha scoperto un oggetto sospetto, subito rivelatosi un ordigno bellico inesploso.
I Guastatori della 2^ Compagnia Guastatori, dell'11°Reggimento Genio di Castrovillari(CS) giunti
sul posto, hanno immediatamente confermato che quanto giaceva sul terreno,  era una bomba da
mortaio americana a grande capacità, contenente oltre 2 kg di tritolo, residuato dell'ultimo conflitto
mondiale. Con la collaborazione del mezzo di cantiere messo a disposizione del proprietario,
supportati dall'assistenza sanitaria della Croce Rossa, gli specialisti della Caserma "MANES",
hanno effettuato un brillamento controllato in sicurezza, e immediatamente dopo le verifiche
necessarie, hanno rimosso ogni materiale di risulta, bonificando e ripristinando il sito per permettere
la continuazione dei lavori.
Continua costantemente l'opera di supporto dell'Esercito ed in particolare dei Guastatori di
Castrovillari (CS) in supporto alle popolazioni ed alle Prefetture, nell'ambito della sicurezza, dai
controlli sul territorio alla rimozione e distruzione dei residuati bellici inesplosi, confermandosi
sempre punti di riferimento per la nazione.

venerdì 7 luglio 2017

Gli eventi dell'estate castrovillarese verso il programma


“CASTROVILLARI/EVENTI DI STAGIONE. VERSO IL PROGRAMMA
CHE ABBRACCIA I PROSSIMI MESI”
Tanti appuntamenti, alcuni di questi con offerte articolate in più giorni, tra
eventi culturali, sportivi, ludici, musicali, legati anche alla tradizione ed
identità locali, dispiegati in diverse settimane, e con un programma che si
dipana- come è consuetudine per abbracciare più attività- sino a ottobre,
caratterizzano il Cartellone, organizzato, dal Comune in sinergia con e tra
più soggetti.
Immediatamente , l’otto luglio , al Villaggio Scolastico, si terrà l’iniziativa,
come preannunciato, “Tartufando” che, oltre a riscoprire un luogo storico
della città, promuove un ecotipo locale tutto da scoprire; il  10 e 11 luglio
su via Roma, dalle ore 21, eventi sportivi di soccer tennis grazie
all’organizzazione di Domenico Franco e Mattia Laurenzano; il 13 luglio ,
invece, arriva, alle  ore 22, il Peperoncino Jazz Festival al DEJA VU CLUB
con Groovin’high; il 16, 18, 19 e 20 luglio  la manifestazione, che porta
“carattere musicale  da anni” contrassegnerà la città con le performance di 
Antonio Sanchez & Migration alle ore 22 al Castello Aragonese, Linda May
Han Oh Quartet alle ore 22 nel Chiostro del Protoconvento, Michael
Supnick Jazz Quartet  alle ore 21,30 nella Corte del palazzo della Gas
Pollino su via xx Settembre, Mario Panebianco in un primo set e Kenny
Werner meets Tano Trio, nel secondo, entrambi a partire  dalle ore 21,30
nel Chiostro del Protoconvento ;  tutti i giovedì e sabato , poi, a partire
dal 15 luglio nel Parco Giochi comunale si terranno serate danzanti a cura
del Centro Anziani “l’Amicizia”.
Questi gli elementi dei primi giorni che preavvertono e fanno pregustare i
gli altri che saranno tutti elencati nell’uscita prossima  del Cartellone
completo.
Gli intrattenimenti si muovono in una rete di opportunità dove l'incontro è
al centro di ogni evento senza perdere di vista l’espressività, il vero
interprete  delle manifestazioni pensate.
Queste prenderanno movenze nei diversi ambienti del Territorio comunale
per  offrire sensazioni ed emozioni ma anche opportunità tutte da scoprire
in un “tu per tu” con la creatività, l’ingegno, le vocazioni, i protagonisti
dell’attività artistica e ricreativa, culturale e dello spettacolo; qui’ l’idea di
coinvolgimento e promozione accompagna e fa da battistrada.
Tutto ciò regalerà “serate” che l’Amministrazione comunale consiglia di non
perdere tra teatro, tradizioni, cinema, sport e musica.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.) 

giovedì 6 luglio 2017

AMICIZIA E SOLIDARIETA’ SI IMPARANO GIOCANDO, a San Basile il torneo di Calcio della Geppino Netti


Sarà il campo di calcio a 5 "Stefano Boccia" realizzato in erba sintetica di ultima generazione ad accogliere il torneo della società moranese. Iscrizioni aperte fino al 13 luglio. Tamburi: rinnoviamo il sostegno a questa iniziativa che ci permette di parlare di sport come veicolo di solidarietà ed aggregazione.

 

Ancora pochi giorni per iscriversi all’edizione 2017 della Coppa della Solidarietà organizzata dalla Unione Sportiva Dilettantistica "Geppino Netti" di Morano Calabro con il patrocinio del Comune di San Basile. Anche in questa edizione il torneo vivrà i suoi giorni di spor nella cornice del campo di calcio a 5"Stefano Boccia" in zona Llaka nel comune arbereshe. L'impianto di ultima generazione in erba sintetica sarà il teatro di gara sul quale le squadre amatoriali - che si iscriveranno al torneo di beneficienza entro il termine fissato dagli organizzatori del 13 luglio prossimo (entro la mezzanotte) – si daranno “battaglia” sportiva per conquistare il trofeo che parla di aggregazione e solidarietà.

Le squadre che vorranno prendere parte alla competizione sportiva - da sempre momento di aggregazione e con una forte impronta sociale - dovranno essere composte da un minimo di 5 giocatori ad un massimo di 8 e versare la quota di iscrizione pari a 150€.

 

«Attraverso lo sport puntiamo a promuovere i valori dell’amicizia, della solidarietà e sottolineiamo la componenti della socializzazione come spirito giusto per vivere una sana competizione sportiva. E’ con questo spirito che abbiamo pensato di realizzare un impianto sportivo nella nostra programmazione e realizzato da poco più di un anno ponendolo a servizio degli amatori di tutto il territorio. Crediamo - ha aggiunto il sindaco Vincenzo Tamburi - che attraverso il gioco ed il divertimento si possano condividere i valori dell'attenzione verso chi sta peggio di noi - devolvendo il contributo per situazioni emergenziali del comprensorio - e della crescita collettiva di una intera generazione che si ritrova insieme sui valori sportivi».

 

Francesco Netti - presidente della società sportiva moranese organizzatrice dell'evento - ha rimarcato lo spirito dell’unione sportiva nata dopo la scomparsa per un male incurabile di Geppino Netti, fratello del presidente. «Ritorniamo a San Basile convinti che un grande progetto di sport e solidarietà possa realizzare eventi che incontrano il sostegno di amministrazioni attente, come quella guidata dal Sindaco Tamburi. La Coppa della Solidarietà è per noi l’ennesima occasione per parlare ad un pubblico di giovani e facendoli crescere con sani principi di vita».

Vincenzo Alvaro

Tartufando, promuovere le eccellenze tipiche e dei luoghi identitari che parlano di storie


“Con questa iniziativa rilanciamo, riscopriamo e rimettiamo al
centro delle attività della vita cittadina un luogo storico
rappresentato dall'arena del villaggio scolastico.”
Lo ha dichiarato il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito,
annunciando la manifestazione “Tartufando” ( finalizzata a far
conoscere e apprezzare un ecotipo locale che si trova nel
territorio) , organizzata dal Comune per sabato 8 luglio, dalle
ore 18.
Il momento, nella  prima parte presso l’aula magna del Villaggio,
prevede  una relazione di Luigi Gallo  del Centro di  divulgazione
agricola n.2 dell’ARSAC (Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura
Calabrese) di Castrovillari,  gli interventi del primo cittadino, Lo
Polito, di Salvatore Argentano dell’associazione “Il tartufo e la
sua cultura” e le conclusioni del presidente dell’Ente Parco del
Pollino, Domenico Pappaterra.
Introdurrà e modererà il responsabile della Condotta Slow Food
Pollino – Sibaritide- Arberia , Lenin Montesanto.
L’appuntamento prevede, a seguire, nell’arena del Villaggio,
degustazioni, dimostrazioni sulla ricerca con cani da tartufo  e
un intrattenimento musicale.
L’occasione è un modo per fare il punto sui patrimoni importanti
delle popolazioni di questo comprensorio, opportunità per
promuovere ed accrescere l’esistente in ciò che offre, catturando
attenzioni, curiosità ed appassionati del gusto, legato proprio
alle tipicità che potenziano  l’individuazione di un’area.
E’ l’approccio di cui hanno sempre più bisogno i nostri Territori
per vivere vocazioni e sviluppi adeguati, che eventi mirati
possono aiutare e dove la qualità del prodotto rilancia pure la
bellezza conservata dei luoghi, tanto importante per il turismo in
genere quanto per quello cosiddetto delle “nuove strade”
(interessato a “tuffarsi” in ambienti, tradizioni , costume ed
enogastronomia locale) in particolare.

L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

mercoledì 5 luglio 2017

Da Sabato chiuso il tratto di corso Garibaldi a favore dei pedoni

A MAGGIORE
SERVIZIO DEI PEDONI E MIGLIORE VIVIBILITA’ DEL
CENTRO URBANO CHIUSURA AL TRAFFICO
VEICOLARE SU CORSO GARIBALDI GIA’ DA SABATO
PROSSIMO  NEL TRATTO COMPRESO TRA 
L’INCROCIO CON CORSO LUIGI  SARACENI E QUELLO
CON VIA ENRICO TURCO”

Chiusura al traffico veicolare dal prossimo otto luglio su
corso Garibaldi dalle ore 20 di sabato alle ore 8 di
domenica.
L'Ordinanza n.88, consultabile anche sull'albo on line del
Comune, riguarda il tratto compreso tra l'incrocio con corso
Luigi Saraceni e quello con via Enrico Turco ed è finalizzata
a favorire  la sicurezza  dei cittadini , giovani e meno
giovani, che passeggiano o sostano  nonché una migliore 
vivibilità del centro abitato, più volte interessato da
parcheggi selvaggi e comportamenti assolutamente lontani
dal buon senso e da ogni regola civica . Ai trasgressori
saranno applicate le sanzioni previste dalla legge.
L'interdizione  sarà efficace fino a nuovo provvedimento e
non interessa i veicoli adibiti al pronto soccorso, ai servizi
delle Forze dell’Ordine, di pubblica utilità e di chi risiede in
quel tratto , proprio per dare agio a questi di raggiungere
l’abitazione.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

martedì 4 luglio 2017

Un milione di euro in arrivo per il programma SIA


Il capoluogo del Pollino, Ente capofila, grazie ad un lavoro di
squadra ed un progetto a più Voci ( Comuni della Zona, Scuola,
ASP, Caritas ed altri), porta sul Territorio  oltre un milione 380mila
euro  dal programma SIA, Sostegno per l'Inclusione Attiva- misura
di contrasto alla povertà, promossa, a livello nazionale, dal
Ministero del Lavoro e delle politiche Sociali-. 
E' quanto ha anticipato, con orgoglio,  nel Consiglio comunale del 3
luglio a sera il consigliere Nicola Di Gerio e richiamato, con
soddisfazione,  dal Sindaco e Assessore ai Servizi Sociali,
rispettivamente Domenico Lo Polito e Giuseppe Russo.
“Un dato- precisano gli amministratori- che ribadisce
l’attenzione continua del programma politico per il sollievo, contro il
disagio e, soprattutto, per una solidarietà sostanziale preoccupata
solo di dare un vero contributo a chi vive seri problemi, acuiti pure
da un momento storico e cultura disattenti verso ciò che accade ed
impoverisce l’umano.”
“Nello specifico-  ricorda l'Assessore Russo- l’azione guarda le
famiglie in condizioni economiche disagiate nelle quali sono presenti
almeno un componente minorenne, oppure un figlio disabile o una
donna in stato di gravidanza.”
L’intervento abbraccia  i Comuni di Mormanno, Morano Calabro,
San Basile, Frascineto, Altomonte, Civita, Saracena, Laino Borgo,
Laino Castello, Firmo, Lungro, Acquaformosa oltre Castrovillari,
naturalmente,  facenti parte del Distretto Socio Assistenziale.
Il metodo dell’azione abbracciata è semplice: coniugare, con
attenzione, le capacità, dei soggetti interessati e coinvolti, per farle
incontrare, dialogare ed effettuare quei passi credibili per mettere 
insieme l’esperienza al fine di dare risposte a ciò che “grida” aiuto e
richiama urgenza e necessità che non possono essere distratti.
Da qui l’importanza del gesto correlato che non può fare a meno di
coinvolgimenti, fondamentali per ogni azione nel sociale che si
rispetti quando punta a rispondere, immedesimandosi,
nell’esistenza di chi vive un forte disagio.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

lunedì 3 luglio 2017

Restiamo Umani

Inorridiamo alla vista di alcuni manifestini apparsi nel centro cittadino in questi giorni , di cui non abbiamo avuto il coraggio di fare neanche una fotografia .
Un mix di falsità, ignoranza , paure e luoghi comuni che fomentano ingiustificata rabbia, che ben lontano e dallo spirito di accoglienza che ha sempre contraddistinto il nostro territorio e la nostra città.
La città di Castrovillari ha inglobato nel suo tessuto sociale circa 1000 persone di nazionalità straniera che ben si sono integrate diventando parte stessa della società castrovillaresi, l'arrivo di 25/ 50 ospiti in città non può essere motivo di così tanta preoccupazione .
Pur rimanendo fortemente contrari a questo sistema di gestione dell'immigrazione virgola non capiamo il motivo di così tanto allarmismo verso della gente che ha come unica colpa quella di cercare un futuro migliore per sé e per le proprie famiglie.
Non è quello che in fondo hanno fatto i nostri avi per secoli?

domenica 2 luglio 2017

Coesione sociale e ragionevolezza, lasciate lontano la rabbia. Le parole del sindaco Domenico LoPolito prima del Consiglio comunale di domani

“Difficile tenere il “mare” con le mani! La questione immigrati in città
che andremo ad affrontare in seguito all’emergenza anche regionale che
vuole tutte le comunità coinvolte, ma vigili, non può prescindere da
quell’elemento che vede l’Italia, avamposto geografico nel Mediterraneo,
parte di un programma internazionale di solidarietà per l’ospitalità
straordinaria di questa gente.
Un fatto di dimensioni vaste, ed oggi anche critico per l’assenza di un
vero e sostanziale coinvolgimento europeo, che deve essere rivisto con
attenzione, come riconosciuto dai vertici dello Stato, e che noi non
possiamo sfidare con le esasperazioni ideologiche ed inutili frizioni.
Questi modi, poi, non aiutano nessuno e qui la ragionevolezza è d’obbligo.
Il Comune farà la sua parte, in ogni dove e con gli strumenti che possiede,
a tutela del bene comune, ma senza fare muro in una materia che dipende
totalmente dal Governo e sulla quale non può intervenire o decidere
nemmeno autonomamente la Prefettura. Il fenomeno è più grande di noi!
Ecco perché l’importanza di una capacità sociale che sappia rispondere,
insieme alle istituzioni, a ciò che si presenta, fermo restando
l’accompagnamento dei fatti con strumenti che assicurino tranquillità,
pacificazione, sicurezza, integrazione e rispetto delle regole e dove
ciascuno può dare il suo contributo, proporre una concezione,
testimoniare un modo di vivere che aiuti ad af rontare.
E’ con queste “armi” che intendiamo affrontare il fenomeno con cui oggi
anche la nostra città deve fare i conti ed impegnarsi, impedendo a
chicchessia operazioni di sfruttamento o legati alla ghettizzazione: la
dignità umana è un valore assoluto da difendere, come bambini e donne
arrivati in queste ultime ore sulle coste richiamano.
Da qui un’esortazione a tutti di accostarsi a questo confronto
istituzionale, richiesto dalle Civiche, con sentimenti diversi dalla rabbia e
con un’unica preoccupazione: fare del momento particolare un’occasione
di vera coesione sociale, uno spazio di libertà per l’incontro e non per lo
scontro, a partire dall’esigenza di essere realisti.
E’ vero,andrebbero aiutati nei loro Paesi, fermati prima, ma quando
arrivano.. qualcuno deve occuparsi di loro ed aiutarli a sistemarli.
L’Amministrazione comunale aveva scelto il percorso S.P.R.A.R., ma la
realtà con i repentini cambiamenti degli ultimi mesi hanno ribaltato ogni
previsione e programmazione che il Paese deve continuare ad af rontare
civilmente( non possiamo ributtarli in Mare o girarci dall’altra parte),
con quella caratterizzazione solidaristica impressa dall’azione umanitaria
sin dal principio.
E’ questa la scommessa difficile che si pone, fermo restando tutto ciò che
è previsto dalle leggi e attiveremo per fermare abusi e arginare o frenare
iniziative private che, mosse da altri interessi, possono inibire la città su
più fronti.
E’ con questi sentimenti e su queste preoccupazioni che il Consiglio dovrà
discutere con serenità perché af ronta, in sostanza, tra preoccupazioni di
vario genere, la Vita di Altri che un mare non lontano ci porta sulle rotte
degli scafisti , tra il Nord Africa e l’Italia.”

Il Sindaco
f.to Domenico Lo Polito

sabato 1 luglio 2017

Campionato Interregionale di corsa in montagna. La ASD CORRICASTROVILLARI sempre più al comando.


A Gagliano del Capo (LE) si sono tenuti i campionati mondiali giovani (Youth cup) ed il Trofeo Ciolo valido per la 3a prova del campionato di montagna.
Gara svoltasi in condizioni estreme: molta umidità e 42 gradi e con circa 120 ritiri tra i 340 partecipanti che hanno reso arduo l'arrivo ai 13 km tra le scogliere del SALENTO.
La ASD CORRICASTROVILLARI era la squadra da tenere d'occhio in quanto è in testa al campionato di 120 squadre. Si parte con la gara femminile e maschile (da M60 in su) ed è subito attacco della Lidia Mongelli (correrePollino) atleta della nazionale italiana seguita dalla affidabile e forte Valentina Maiolino che si piazzerà al secondo posto tra le 70 donne arrivate. Tra gli M60 è una battaglia fratricida tra De Marco e Perticaro entrambi della CORRICASTROVILLARI ed alla fine la spunterà quest'ultimo.
La gara maschile parte alle 10 quando il caldo inizia a diventare insopportabile. Viene vinta con un tempo strepitoso di 1:08 da Gianluca Tundo della correre Galatina seguito da Chiaratti, Franco e Schirinzi, al 5 posto Il forte Michele Spingola che ha raggiunto negli ultimi km il rientrante Marco Barbuscio entrambi CORRICASTROVILLARI. Al 9 e 13 posto concludono la grande giornata della CORRICASTROVILLARI Umberto Marino e Rosario Zicaro. Quindi la CORRICASTROVILLARI piazza ben 4 suoi atleti nei primi 13 posti. A seguire Angelo Trave, Maurizio Pugliese, Domenico Figoli, Roberto Froio, Filippo Santulli e Gaetano D'Elia. Alla fine 5 posto tra le 70 squadre partecipanti prima squadra sia di fuori regione che di fuori provincia che vale alla CORRICASTROVILLARI la conferma del PRIMO posto nel campionato interregionale. Rimangono da disputare le 4 gare di cui 3 praticamente in casa, San Severino, Trofeo Aragonesi e Trial di SerraGiumenta (queste ultime due organizzate ASD CORRICASTROVILLARI) per cui le speranze del presidente Milanese è di portare un importante risultato alla fine del campionato che gratifichi anche gli sponsor ufficiali (caffè Guglielmo, Energy Progress, Agripharma e Milanese srl). La giornata di conclude con la notizia del bel successo nella 50km di salire che Daniela De Stefano ha dato alla squadra classificandosi tra le prime 10 della Pistoia-Abetone con 2.000 di dislivello.