....... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com *******

lunedì 21 maggio 2018

LA MARATHON DEGLI ARAGONESI SI PRESENTA

L’evento in programma a Frascineto verrà presentato alla stampa ed alla città nella conferenza stampa ufficiale che si terrà giovedì 24 maggio presso il centro servizi del Parco Nazionale del Pollino a Castrovillari

 

E' iniziato il conto alla rovescia per la Marathon degli Aragonesi 2018. La gran fondo in mountain bike organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica Ciclistica Castrovillari presieduta da Nardo Leogrande, ed inserita nel calendario di gara del Trofeo dei Parchi Naturali, verrà presentata nel corso di una conferenza stampa in programma giovedì 24 maggio alle ore 17.30 presso il centro servizi dell’Ente Parco Nazionale del Pollino a Castrovillari

Parteciperanno alla conferenza stampa aperta ai giornalisti ed alla città il presidente dell’Asd ciclistica Castrovillari, Nardo Leogrande, il Presidente del parco nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, il consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi, il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, il Sindaco di Frascineto, Angelo Catapano, il Sindaco di Civita, Alessandro Tocci, il presidente della Polisportiva del Pollino – Città di Castrovillari, Luigi Filpo.

L’evento sportivo che da sempre coniuga la pratica della disciplina outdoor con la sostenibilità turistica di un evento inserito nel territorio protetto dell’area parco radunerà sul Pollino e nelle municipalità coinvolte dal percorso gara (Frascineto, Castrovillari e Civita) centinaia di atleti provenienti da Puglia, Campania, Sicilia, Lazio, Basilicata, Calabria, Abruzzo, Emilia Romagna che si sfideranno per la conquista della tappa che si caratterizza per l’Imperticata, la salita del Monte Moschereto.

Vincenzo Alvaro

venerdì 18 maggio 2018

Sight for Kids Italia, il LIONS CLUB per la prevenzione dell’ambliopia

Il Lions Club di Castrovillari, nei giorni 17 e 18 maggio,
nell’ambito del progetto “Sight for Kids Italia”, ha realizzato un service di prevenzione
dell’ambliopia, conosciuta come malattia dell’”occhio pigro”, rivolto ai bambini delle scuole del I
Circolo di Castrovillari in età compresa tra 5 e 6 anni. 
Com’è noto, l’Associazione Lions Clubs International è da sempre impegnata nella prevenzione e
cura della cecità e delle malattie oculari e quest’anno ha promosso su tutto il territorio nazionale lo
screening oculistico.
Lo screening è stato effettuato dalla dott.ssa Rosanna La Polla, Dirigente presso l’Unità operativa di
oculistica dell’Ospedale di Castrovillari, con il supporto degli alunni del corso ottico dell’Istituto
IPSIA di Castrovillari, e dei volontari Lions. I Lions per lo screening hanno fornito all’équipe un
autorefrattometro pediatrico binoculare gentilmente messo a disposizione dalla So.San.
(Organizzazione Lions per la Solidarietà Sanitaria Onlus) che, inquadrando con il visore il bambino,
permette di individuare eventuali difetti visivi.
Il progetto mira a sensibilizzare famiglie ed educatori rispetto le patologie oftalmiche pediatriche –
ambliopia in primis – e offrire un servizio di screening gratuito che dia indicazioni sullo stato di
salute visiva del bambino.
Quest’azione non sostituisce il necessario controllo periodico presso centri oftalmici pediatrici, ma
può in taluni casi porre all’attenzione del genitore la necessità di un approfondimento diagnostico.
L’ambliopia è un problema grave della vista che si sviluppa in età pediatrica e si calcola che nel
mondo colpisca circa un bambino su trenta.
Per curare questa patologia è molto importante visitare i bambini quando sono ancora molto piccoli
in modo da intervenire tempestivamente.
Con quest’ulteriore service rivolto alla tutela della salute, continua l’azione dei Lions di
Castrovillari sul territorio con la consapevolezza che il benessere dei cittadini debba partire dalla
prevenzione. Un particolare ringraziamento è stato rivolto dal Club di servizio ai Dirigenti scolasticil
Antonella Gravina e Elisabetta Cataldi e alla Dott.ssa Rosanna La Polla per la disponibilità e
collaborazione dimostrata.

SCENA VERTICALE DEBUTTA AL MAGGIO ALL’INFANZIA DI MATERA “IL DIARIO DI ADAMO ED EVA” LA NUOVA CREAZIONE FIRMATA DARIO DE LUCA


Domenica 20 maggio alle ore 10.00 al Museo archeologico Ridola di Matera, all’interno della
ventunesima edizione del Maggio all’Infanzia, debutterà la nuova produzione di Scena Verticale. Il
prestigioso festival dedicato completamente all’infanzia in cui il teatro, con le produzioni più
interessanti del panorama internazionale  –  dal teatro di figura alla narrazione, dal teatro di
animazione al teatro d’attore  –  è protagonista principale, ospiterà Il Diario di Adamo ed Eva, lo
spettacolo di Dario De Luca, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Mark Twain.
In scena due giovanissimi attori: Elisabetta Raimondi Lucchetti e Davide Fasano nei panni dei
primi abitanti del pianeta.  Con leggerezza e ironia la pièce avvia una riflessione sulla differenza e
l’identità di genere: la guerra dei sessi è antica quanto l’umanità. Ed è quello che scopre Mark
Twain traducendo il manoscritto originale – come lui stesso scrive con il suo consueto senso
dell’umorismo – dei diari di Adamo ed Eva. Partendo da questa “storica” traduzione, lo spettacolo
racconta le inquietudini ed il modo di pensare dei primi esseri umani, che cercheranno di intendersi
nonostante le loro evidenti diversità. Una storia di costole, serpenti e mele qui si trasforma in una
dissertazione sulle relazioni tra uomo e donna usando le armi dello humor e del nonsense.  Avremo
accesso ai pensieri segreti del primo uomo e della prima donna, constatando con allegria che le
relazioni tra i due sessi non sono poi così cambiate da quando Dio ha creato il nostro mondo.
Scopriremo infatti che questa coppia dell’Eden non è molto diversa da qualsiasi altra coppia di
oggi, che essa viva a New York, Parigi o Castrovillari.
Con Il diario di Adamo ed Eva si avvia una riflessione che parte dall’archè e torna all’archè per
raccontare ai ragazzi che la differenza di genere non porta allo scontro: la differenza di genere è la
grande arma dell’uomo per affrontare la vita, in una società sempre meno abituata a cogliere la
diversità come un valore aggiunto.
Prossima tappa dello spettacolo sarà quella di Primavera dei Teatri, venerdì primo giugno alle ore
17.00.

giovedì 17 maggio 2018

Attivare subito i posti letto di Riabilitazione Intensiva Fisiatrica, la lettera delle associazioni ai vertici asp


Facciamo seguito alle voci, ad oggi non ufficialmente smentite, di un possibile trasferimento presso
la Casa della Salute di Mormanno dei posti letto di Riabilitazione Intensiva Fisiatrica la cui
collocazione è prevista –nello stesso Atto Aziendale dell’ASP di Cosenza- presso l’Ospedale spoke
di Castrovillari, nonché alle nostre precedenti note riportate dagli organi di informazione, per
sottoporre a Voi tutti le considerazioni di seguito riportate .
Per sua natura, la Riabilitazione Intensiva Fisiatrica è rivolta a pazienti colpiti da patologie acute,
gravi e invalidanti (ictus, infarto, interventi chirurgici, ecc.) o importanti riacutizzazioni di patologie
croniche (solitamente di interesse reumatologico). Si tratta, in ogni caso, di pazienti, per lo più
anziani, assai delicati e clinicamente instabili, affetti da pluripatologie, che pertanto necessitano di
una assistenza multidisciplinare che accompagni il percorso riabilitativo intensivo. E ciò è anche
sancito dalle normative vigenti che prevedono, per tale tipologia di pazienti, la degenza in
ambiente ospedaliero, che garantisca l’effettiva erogazione dell’assistenza necessaria. Una diversa
collocazione, al di fuori dell’ambito ospedaliero, determinerebbe semplicemente -e
drammaticamente- l’impossibilità di soddisfare le esigenze e dunque il diritto alla salute dei
pazienti di cui sopra.
La logistica offerta dall’ospedale di Castrovillari, inoltre, garantisce ampiamente l’immediata
possibilità di accogliere tali pazienti, in ambienti idonei e con l’imprescindibile e continuativo
apporto clinico multidisciplinare di cui questi pazienti concomitantemente necessitano.
Infatti, al quarto piano dell’ala dell’”ospedale nuovo” (piano ove è allocata la Direzione Sanitaria)
–che già ora accoglie attività fisiatriche- esiste un’ala, a destinazione degenziale, completamente
vuota, mentre la Reumatologia, pur essendo svolta in regime di D-H, occupa completamente
l’altra ala, in spazi previsti pur essi per l’allocazione di un reparto di degenza e dunque
evidentemente e largamente sovradimensionati per l’attuale utilizzo.
Al terzo piano (in perfetta corrispondenza col piano sovrastante, il quarto), poi, si trovano: da un
lato la degenza della Broncopneumologia, mentre l’ala di fronte ad essa –pure essa prevista per la
degenza-, è invece occupata dal Servizio di Gastroenterologia che svolge unicamente attività
endoscopica, in spazi previsti per un reparto con degenza e dunque evidentemente anche tale
attività (come la Reumatologia)risulta allocata in spazi assai sovradimensionati. L’area compresa
tra le due, formalmente attribuita alla Gastroenterologia –una volta autonoma, ma che che
l’attuale Atto Aziendale individua come semplice Servizio della Medicina Interna- è in realtà, del
tutto vuota. Anche quest’area può essere utilmente utilizzata, come quella corrispondente posta
al piano superiore -il quarto- per attività riabilitative “da palestra”. L’adiacenza con il reparto di
Broncopneumologia (pazienti cioè che necessitano di attività riabilitativa respiratoria) è un
ulteriore vantaggio logistico di cui i pazienti potranno usufruire.
Ciò detto, chiediamo che senza ulteriori indugi e ritardi si passi alla fase operativa per attivare
immediatamente, nella sua naturale e ovvia sede –l’Ospedale di Castrovillari- i posti letto di
Riabilitazione Fisiatrica Intensiva. Accantonando irragionevoli e infondate ipotesi di cambiamenti
di sede che porterebbero soltanto ad una negazione del diritto alla salute per tutti i pazienti che
necessitano di questa tipologia di assistenza.

Il Comitato territoriale delle Associazioni per la tutela della salute e dell’Ospedale di
Castrovillari

AVIS
AVO
Non più soli nella lotta contro i tumori
Amici del Cuore
Medici Cattolici
Associazione Famiglie Disabili
Solidarietà e Partecipazione

mercoledì 16 maggio 2018

IL COORDINAMENTO DEI COMITATI DI QUARTIERE S’INCONTRA IN COMUNE PER FARE IL PUNTO


I Comitati di quartieri, nati a Castrovillari per volontà dell'Amministrazione
comunale, si sono incontrati, attraverso i loro responsabili nel Coordinamento,
l’altro pomeriggio, nella Sala Giunta, al primo piano del palazzo di città, in una
riunione a cui ha partecipato  il Sindaco, Domenico Lo Polito, che ha rilanciato
l’importanza degli organismi democratici. Con lui Cristina Cosentino, delegata per il
progetto “Verticalia” che include tale esperienza di sussidiarietà verticale, e il
consigliere Giuseppe Oliva.
Nella riunione, che avrà un suo nuovo passaggio nella prima decade di giugno,
l’Amministrazione comunale, oltre a fare il punto sullo stato di attuazione del
programma – comunicando le azioni in corso e prossime in città- , ha riaffermato
la volontà di portare avanti la capacità dei Quartieri puntando, però, su una
maggiore interlocuzione e interazione tra di essi, che non possono prescindere
dagli interpreti che li costituiscono e da quella sinergia propulsiva propria e Cuore
di questi strumenti per l’inclusione dal “basso”.
“Per rendere meglio questo – è stato detto- in una delle prossime riunioni
dell’assise municipale sarà portato all’ordine del giorno l'elenco degli ultimi
componenti al fine di completare la formazione delle liste dei non eletti e sostituire
gli assenti nei Comitati.”
“Ma c’è pure l'esigenza- è emerso-  di accrescere la “rete” tra gli stessi al fine di
curare quegli aspetti comuni e condivisi fondamentali (primo tra tutti la
partecipazione alla vita di quartiere intesa come patrimonio di “quell’angolo” di
residenzialità che la sussidiarietà, temprata dal miglior dialogo, può moltiplicare in
quella crescita del  senso civico, base di ogni convivenza che si rispetti).”
Obiettivo finale dell'ultima parte della sperimentazione in corso sarà quello di
arrivare al prossimo novembre per dar vita alle autonome elezioni dei Comitati,
come ulteriore opportunità di  partecipazione diretta e attiva consegnata alle
molteplici espressioni sociali per moltiplicare ogni aspetto del dialogo con il
Comune, e non solo la semplice presentazione d’istanze sulle emergenze
quotidiane, che comunque ci stanno tutte nella vita dei luoghi come l’esigenza di
un cambiamento mosso da un impeto.
“Missione faticosa ma non impossibile- ha ribadito l’Amministrazione a margine del
confronto-   per chi intende rendere fruttuosa la propria partecipazione volontaria
e gratuita alla costruzione della cosiddetta cultura delle buone pratiche.
“Per questo- ha aggiunto – è importante  realizzare con semplicità, e senza
pensare chissà o che cosa, occasioni e momenti di coinvolgimento e comunicazione
diretti per la immediata conoscenza della realtà. Una sfida – è stato precisato- che
ha bisogno di tutti, di dedizione, un po’ di sacrificio, lavoro e il desiderio di fare per
una migliore socialità e qualità della vita che necessitano solo di disponibilità e
amore per l’esistente con ciò che lo muove, lo connota, gli da dignità e anche lo
limita.”

L'ufficio stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

martedì 15 maggio 2018

MARATHON DEGLI ARAGONESI ,SU DUE RUOTE SI PROMUOVE IL TERRITORIO

La Marathon degli Aragonesi si caratterizza per il forte legame con il contesto naturalistico del Parco Nazionale del Pollino

Il suo tratto identitario è di sicuro la salita dell'Imperticata, inserita nel contesto territoriale del Comune di Frascineto, comunità arbereshe che quest'anno è punto di partenza ed arrivo della Marathon degli Aragonesi. Ma la gara, ideata ed organizzata dall'associazione sportiva dilettantistica Ciclistica Castrovillari, presieduta da Nardo Leogrande, fin dal suo primo anno di nascita ha voluto legarsi fortemente al contesto naturale entro il quale si svolge: il Parco Nazionale del Pollino.

I percorsi di gara, sia quello escursionistico che la granfondo e la marathon, si innestano tra le faggete, i pianori ed i borghi della montagna del Sud, il Pollino, non solo per caratterizzare la gara con un ambiente naturale e culturale di grande pregio, ma con la specifica volontà di essere volano di promozione turistica valorizzando il terroir che i bikers in gara hanno il piacere di ammirare in sella alle mountain bike.

«Vogliamo così sottolineare - ha spiegato il presidente del sodalizio organizzatore - che il nostro territorio si può vivere in maniera ecosostenibile scegliendo pratiche sportive che portano gli atleti ed il pubblico degli amatori in stretto contatto e relazione con una meraviglia unica, il Pollino con il suo patrimonio unico ed irripetibile». L'evento gode da sempre del patrocinio del Parco Nazionale del Pollino che lo riconosce come evento sportivo valevole del sostegno economico proprio per la sua natura di forte relazione con l'ambiente naturale ed il pieno rispetto dell'area protetta più grande d'Italia.

Mentre cresce il numero delle iscrizioni, la macchina organizzativa è al lavoro per tracciare al meglio, e nella piena compatibilità ambientale, i percorsi di gara, ponendo la sicurezza ed il rispetto della natura come elementi cardini della gara. Tre in tutto le municipalità coinvolte nel tracciato. Frascineto, comunità arbereshe famosa per le sue pareti di arrampicata e per il Museo delle Icone e della Tradizione bizantina che ogni anno attrae migliaia di visitatori da tutto il mondo, oltre ad essere il comune che accoglie la salita che caratterizza l'evento sportivo, l'Imperticata che sale verso il Monte MoscheretoCivita altra realtà albanofona del Pollino, meta di tanti turisti affascinati dalle Gole del Raganello e dalle case kodra; Castrovillari realtà conosciuta per il Protoconvento Francescano sede del Museo archeologico e della pinacoteca Andrea Alfano ed il santuario della Madonna del Castello.

L’evento patrocinato anche dalla Polisportiva del Pollino, presieduta da Luigi Filpo, fin dalla sua nascita ha avuto interesse per la promozione del territorio e valorizzazione dei turismi sportivi ecosostenibili in un’area così ricca di valenza ambientale e paesaggistica tanto da essere riconosciuto come tappa del Trofeo dei Parchi naturali.

Il percorso escursionistico lungo 26km con 870mt di dislivello si snoda tra Frascineto, la Petrosa, inserendo novità paesaggistiche nel territorio di Castrovillari. Il percorso è quasi totalmente in sottobosco e alterna salite e discese seppur molto larghe e percorribili, senza difficoltà tecniche, ma comunque con pendenze importanti che variano tra il 15 ed il 18%. La Granfondo porterà i bikers in giro per il Parco per 47km con un dislivello di 1700mt. Dopo la prima parte simile all’escursionistico percorre un single track semipianeggiante molto “nervoso” nel sottobosco per poi arrivare al giardino delle rocce prima dell’Imperticata. Sono invece 62 i chilometri da compiere per chiudere l’anello della Marathon con il passaggio dalla Fagosa e dal Piano di Fossa, seguito da un single track in discesa immerso tra i faggi che ricollega a Piano Ratto e poi scende verso Colle Marcione. Una gara per tutti i percorsi di grande fascino che permette di ammirare le meraviglie di una delle zone naturali più affascinanti del Sud.

Ufficio stampa
Marathon degli Aragonesi
Vincenzo Alvaro

MISURE PER PREVENIRE LO SVILUPPO E LA PROLIFICAZIONE DELLA ZANZARA TIGRE


L’Amministrazione comunale di Castrovillari , con ordinanza sindacale
n. 5413, indica le misure per prevenire, controllare e combattere la
presenza delle fastidiose ed aggressive “zanzare tigri” che, a causa
delle mutate condizioni climatiche, da maggio a novembre,
prolificano anche nelle nostre zone.
Per tali motivazioni il Sindaco, Domenico Lo Polito, nel
provvedimento richiede e sollecita la collaborazione di tutti i cittadini
nell’osservare le regole di prevenzione, necessarie ad impedire lo
sviluppo di focolai larvali, evitando  qualsiasi formazione di piccole
raccolte d’acqua stagnante, mediante la rimozione dalle proprie aree
private e lo svuotamento di sottovasi, piccoli abbeveratoi, innaffiatoi.
Una richiesta di responsabilità civica che non può prescindere dalla
pulizia e sguardo attento dei luoghi.
Non a caso nell’Ordinanza si domanda di non  creare contenitori vari
per non dare modo all’acqua di ristagnare ed è importante coprire 
con zanzariere o teli di plastica, evitando di creare avvallamenti, i
contenitori di acqua,  utilizzati per l’irrigazione di orti e giardini,
controllando ogni luogo pubblico o privato per evitare  la raccolta di
acqua, di provvedere  nei cortili o terreni incolti  al taglio periodico
dell’erba ed alla loro pulizia come anche in perfetta efficienza
grondaie e tombini presenti in giardini e cortili  condominiali,
effettuando  anche trattamenti antilarvale.
Da qui l’importanza per tutti, di tenere puliti i luoghi e ambienti in cui
si vive, si lavora, si permane oltre  a cantieri, aree dismesse, piazzali
di deposito, parcheggi, attività produttive in genere, aziende agricole
o zootecniche o altro che possano dal luogo a piccole raccolte
d’acqua. La richiesta di attenzione è rivolta pure agli amministratori
di Condominio, ai responsabili di Cantieri fissi e mobili, ai conduttori
di orti e responsabili  di siti, industriali , artigianali e commerciali. Le
inosservanze verificate saranno sanzionate come per legge.
L’Ordinanza è consultabile sul sito dell’ente all’indirizzo
www.comune.castrovillari.gov.cs

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

lunedì 14 maggio 2018

Verso la realizzazione della seconda isola ecologica


“Il Comune di Castrovillari, come già anticipato dall’Amministrazione Lo Polito, sta
realizzando la seconda isola ecologica (Ce.R.D. – Centro per la raccolta differenziata) nei
pressi della zona PIP.”
Lo ricorda l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Pace, richiamando la portata dell’opera “che
si sviluppa -precisa- in quella logica attenta al ciclo virtuoso per lo smaltimento dei rifiuti
provenienti dalla raccolta differenziata e ad una sua continua migliore diversificazione
attraverso un approccio che non può fare a meno del senso civico dei cittadini.”
“La scelta di quest’area, estesa per oltre 6mila metri quadri, ai fini dell’edificazione dell’Isola
-spiega- non è stata casuale ma ponderata e giustificata, soprattutto: 1)  dall’immediata
disponibilità del luogo, che fa  parte del patrimonio immobiliare dell’Ente sollevandolo, così,
dall’acquisizione di un altro sito privato con contestuale esborso di risorse per l’esproprio; 2)
dal fatto che si trova alla periferia della parte nord del centro abitato e quindi a portata di
mano per offrire migliore e maggiore fruizione ai cittadini che possono raggiungerla
facilmente; 3) infine, essendo ubicata a circa 3km dall’uscita autostradale
Castrovillari/Frascineto, risulta facilmente raggiungibile da quei mezzi che devono
trasportare fuori dal territorio le varie frazioni di rifiuti.”
“L’area – aggiunge l’amministratore - rappresenterà, poi, il vero quartier generale della
stessa Calabra Maceri e Servizi S.p.A. che effettua la raccolta differenziata nel territorio
comunale e che, con il Comune, gli Uffici ed i vari soggetti coinvolti, sta sviluppando una
serie di azioni per renderla più efficiente e fruibile possibile.”
Lo spazio in realizzazione, oltre a prevedere e garantire le opportune azioni di raccolta per
tutte le frazioni di rifiuti, accoglierà  una struttura dedicata alla direzione, al personale (con
appositi spazi e servizi), alle operazioni di coordinamento circa l’ingresso, l’attesa degli
utenti, l’accettazione dei conferimenti e la pesa.
“E’ previsto nello stesso -fa presente ancora  Pace-  un Centro per il riuso (detto Ricicleria),
di circa 155 mq per portare ciò che non si usa più ma che può ancora essere utile.
Questo luogo, per il riuso, sarà a disposizione di tutti gli utenti, integrando la funzione del
Centro per la raccolta differenziata al fine di contrastare e superare la cultura dell’«usa e
getta» sostenendo la diffusione di una cultura del riuso dei beni basata su principi di tutela
ambientale e di solidarietà sociale; promuovendo altresì, il reimpiego ed il riutilizzo dei beni
usati al fine di prolungarne il ciclo di vita oltre le necessità del primo utilizzatore. Tale buona
pratica sarà tesa a ridurre la quantità di rifiuti prodotti ed a consentire alle fasce più deboli
della popolazione la possibilità di ottenere una certa quantità di beni non nuovi ma ancora in
grado di essere utilizzati per gli usi, gli scopi e le finalità originarie dei beni stessi.”
“Naturalmente, ancora una volta, obiettivo dell’opera, con le altre in itinere ed avviate -
afferma l’amministratore-, è quello di supportare i cittadini, offrendo maggiori servizi e
sostegni per la raccolta differenziata, verso il riutilizzo ed il corretto smaltimento degli stessi.
In tal senso il Comune –conclude Pace– si sta muovendo e si sta organizzando sempre più,
per coinvolgere tutte le componenti del territorio e ottimizzare le varie metodiche e prassi
sul ciclo di vita dei vari materiali o frazioni che vengono assorbite dalla raccolta differenziata
al fine di favorire l’aumento dei quantitativi delle frazioni riciclabili e recuperabili e, di
conseguenza, ridurre le frazioni indifferenziate destinate allo smaltimento conclusivo. Una
scommessa tutta da giocare in compartecipazione con la collettività nella convinzione che il
contributo del singolo con le proprie azioni quotidiane sia di vitale importante per la
salvaguardia dell’ambiente e la crescita sociale ed umana di una Comunità.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

domenica 13 maggio 2018

LE OPERE DEL MAESTRO LUIGI LE VOCI DAL 13 AL 27 MAGGIO AL TEATRO REGIO DI TORINO


In occasione  dell’esposizione, dal 13 al 27 maggio,  al Teatro Regio di
Torino, di opere dell’indimenticabile Maestro Luigi Le Voci,
castrovillarese ,  scomparso  nell’aprile 2015 ,  l’Amministrazione
comunale , attraverso l’Assessore Pino Russo, lo ricorda
sottolineandone la grande capacità nell’esprimere la densità della vita
attraverso i colori e le pennellate sulla tela, ma anche nel rendere tutto
ciò che incontrava, come la ricchezza della tradizione, stupendo e come
solo l’arte sa fare. Il titolo della mostra “La Vita a chi la vive “ richiama
con forza proprio questo assunto.
“Le sue manifestazioni- afferma l’amministratore Russo- erano
caratterizzate sempre da passaggi semplici e con un Cuore da bambino,
a tal punto che ogni cosa lo sorprendeva, emozionandolo. Un Tratto che
la sua Città, il Territorio e la Calabria non dimenticano come la sua
passione per l’esistente , l’amore per la sua Terra e le capacità (che la
rendono grazie a uomini e donne i quali  la costituiscono con quella
identità propria che sanno trasmettere) lo hanno affermato,
contribuendo a dare un’immagine positiva del Mezzogiorno d’Italia .”
“Insomma un Talento attento- rilancia l’Assessore Russo- , che ha
saputo far rifluire le vocazioni che possedeva nelle sue Radici, tra i
luoghi, dalla sua Castrovillari a Parigi, passando per Torino, Milano ed
altre città, come fra le persone nei tanti incontri vissuti e che ha
Testimoniato la sua esistenza o, ancora, rappresentano oggi occasioni
del genere dove lo vedono interprete di sensazioni e sentire unici.
Espressioni , dunque, di una forza  e dedizione che lo hanno sempre 
connotato come la bellezza che sapeva  percepire misteriosamente in
ogni cosa e creatura.”
“Ecco perché – conclude Russo- ci è sembrato importante collegare il
nostro sentire a questa iniziativa che lo rappresenta ancora palpitante
nella Torino (dove fece diverse mostre alla Galleria La Dantesca) che
amava tanto per quelle impressioni ed aspetti che la città sapeva
“infondere” alle sue tavolozze, rendendolo, con tutto ciò che era, artista
famoso e geniale.”
Il suo spirito eclettico ed estroverso e la sua espressività lo hanno ,
così, portato al centro dell’attenzione, valorizzandolo per quello che era. 
Un’occasione umana d’incontro pregna di risorse e con uno sguardo
dell’altro mondo verso gli altri e la realtà che lo circondava e lo
suscitava continuamente come amava dire agli amici.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

venerdì 11 maggio 2018

Gli appuntamenti del MeetUp del fine settimana, parlamentari in piazza e PEBA


Continuano gli impegni in piazza per Il meetup "Castrovillari a 5 stelle", dopo gli appuntamenti dello scorso fine settimana si ritorna in piazza per la raccolta delle firme per il PEBA ( piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche) e per la raccolta dei questionari sui disservizi sanitari. Gli appuntamenti di questo fine settimana saranno presieduti anche dai parlamentari Francesco forciniti, Elisa scutellà, Francesco Sapia e dalla Senatrice Rosa Abate del movimento 5 stelle, gli stessi parlamentari interverranno anche alla trasmissione radiofonica di Kontatto Radio Pollino dalle ore 10:00 alle ore 11:00 di sabato 12 maggio. 

Gli appuntamenti sono per sabato 12 Maggio dalle ore 9:30 in Piazza Municipio, troverete gli attivisti di Castrovillari con il banchetto per la raccolta delle firme al quale parteciperanno i portavoce in Parlamento pentastellati, sabato pomeriggio si continua alle ore 18:00 in via Roma per concludere poi domenica pomeriggio sempre dalle ore 18:00 in via Roma.

Dopo il grande interessamento e la proficua raccolta della scorsa settimana gli attivisti invitano sempre tutta la cittadinanza a partecipare ed apporre la propria firma in una battaglia di civiltà che si chiama abbattimento delle barriere architettoniche

Meetup Castrovillari a 5 stelle