....... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com *******

giovedì 24 maggio 2018

Il lavoro è dignità: Capani e Croce Rossa insieme ai disabili

Comunicato stampa

Si chiamano Mario, Federica e Giovanni e sono i 3 ragazzi speciali che hanno iniziato il progetto di
avviamento al lavoro insieme al comitato locale di Croce Rossa. Ad averli ospitati per 3 mesi è stata
la Gelateria Capani che con dedizione e tanta allegria ha dato uno spazio importante ai ragazzi
disabili che hanno colorato il locale di risate e tanta allegria. "Il lavoro è dignità - ha dichiarato la
presidente CRI Castrovillari, Mariagrazia Mainieri - e deve esserlo per tutti, soprattutto per chi è
davvero speciale" e con queste parole è stato presentato ufficialmente il progetto che, dopo una
breve pausa estiva, riprenderà a settembre grazie alla collaborazione con Antonio Capani "uomo di
grande sensibilità  - continua la Mainieri - che ha saputo aprire le porte del suo locale con
lungimiranza e aperta mentalità" I ragazzi prendono parte anche all'attività di ippoterapia, progetto
ormai consolidato nel tempo che permette loro e alle famiglie di alimentare la curiosità verso nuove
attività, con la consapevolezza che la disabilità non è un limite ma anzi un valore aggiunto. Ed un
valore aggiunto ha acquisito anche la gelateria Capani che non è mai stata così allegra grazie ai
sorrisi che Mario porta ai tavoli, insieme ad una macedonia o a una coppa di gelato, alla dolcezza di
Federica dietro il bancone e alla velocità di Giovanni a preparare più di un caffè per volta. Attività
come queste arricchiscono non solo i ragazzi ma tutto il mondo che ruota loro intorno e, in questo
caso, il cuore di tutta la comunità di Castrovillari.

L’OSPEDALE DI CASTROVILLARI DEVE ESSERE POTENZIATO,IL GRIDO DELLE ASSOCIAZIONI

COMUNICATO STAMPA

Come Associazioni attive nell’Ospedale e per l’Ospedale di Castrovillari (AVIS, AVO, Non più soli
nella lotta contro i tumori, Amici del Cuore, Medici Cattolici, Associazione Famiglie Disabili,
Solidarietà e Partecipazione), crediamo che il dibattito aperto sull’Ospedale sia un fatto positivo.
Trasparenza, partecipazione, confronto di idee, sono il sale della democrazia e consentono scelte
condivise e, soprattutto, fatte alla luce del sole. A tal proposito, la volontà dell’ASP di Cosenza di
non depotenziate il nosocomio di Castrovillari –espressa dal Direttore Generale, dottor Raffaele
Mauro- è certamente confortante, ma induce a qualche riflessione. Nel suo intervento il Direttore
Generale parla di molte cose, ma tace sull’argomento del giorno: il temuto, incomprensibile,
irragionevole tentativo di trasferire i posti letto di Riabilitazione Intensiva Fisiatrica dalla loro
naturale e decretata sede –l’Ospedale di Castrovillari- alla Casa della Salute di Mormanno. Che il
tentativo ci sia stato è fuor di dubbio, che sia definitivamente archiviato, vorremmo saperlo,
esplicitamente, dalla Direzione dell’ASP. Ovviamente nessuna animosità o antagonismo con il
Presidio mormannese, ma solo la tutela obiettiva del diritto alla Salute di chi ha bisogno e che può
essere adeguatamente assistito nello spoke di Castrovillari, diversamente –per le caratteristiche
intrinseche di una Casa della Salute-, di quello che succederebbe a Mormanno. Certo che il
rispetto, ma soprattutto l’interesse per la tutela della Salute e dei diritti delle popolazioni deve
essere reciproco.
Così come, certamente non ci sfuggono le meritorie iniziative che l’ASP ha varato nei confronti
dell’Ospedale e che, in definitiva, appartengono al mandato di un’Azienda Sanitaria. Una cosa che
però appare necessaria, soprattutto alla luce di quanto accaduto in tempi remoti e recenti, è la
definizione di tempi e date certe, senza le quali anche i migliori propositi rischiano di diluirsi in
attese eccessive e inconcludenti.
Per questo chiediamo, ancora una volta, quando, a mo’ di esempio, si accoglieranno fisicamente i
pazienti nei previsti Reparti di Riabilitazione Intensiva Fisiatrica e Lungodegenza, quando
prenderanno effettivamente servizio le figure professionali –Medici e non – già deliberate dal
Commissario Regionale alla Sanità –ingegner Massimo Scura-, quando i previsti lavori di
adeguamento dei Reparti, delle Sale Operatorie, dei collegamenti tra i due plessi (quello “blu” e
quello “giallo”), saranno terminati e queste opere saranno consegnate e finalmente fruibili. E si
potrebbe continuare a lungo. Ci rendiamo conto che quello della Sanità è un cantiere sempre in
itinere, ma non vorremmo continuasse ad essere -non per sola responsabilità dell’attuale
Dirigenza ASP- una sorta di inconcludente “fabbrica di San Pietro”. 

AVIS
AVO
Non più soli nella lotta contro i tumori
Amici del Cuore
Medici Cattolici
Associazione Famiglie Disabili
Solidarietà e Partecipazione

mercoledì 23 maggio 2018

Sport e Legalità. Amaurys Perez e Tonino Rocca inaugurano il campo di calcetto della casa circondariale di Castrovillari

Comunicato stampa

Ha avuto il suo epilogo nel migliore dei
modi il progetto “Sport e Legalità” che i Lions Club di Castrovillari e la Casa
Circondariale “R.Sisca” di Castrovillari hanno messo in atto da diversi mesi. Un
progetto forte di un protocollo d’intesa tra l’istituto Penitenziario e il Club di servizio
che ha visto all’interno della casa circondariale la proiezioni di alcuni film, un corso
di danze caraibiche e la presenza nei mesi scorsi di campioni dello sport quali
Clemente Russo e Gianni Maddaloni. Oggi, nel giorno della giornata nazionale della
legalità, la Casa Circondariale ha avuto come ospiti l'atleta olimpionico di pallanuoto
Amaurys Pérez, attuale allenatore della Tubisider Cosenza e campione del mondo
della disciplina e  il Commissario tecnico della Nazionale di calcio Under 15 Antonio
Rocca che hanno dato il loro importante contributo umano e professionale alla
riuscita dell’iniziativa.  La loro è stata una testimonianza, così come evidenziato dalla
Direttrice del Carcere Dott.ssa Maria Luisa Mendicino diretta sui valori dello sport
nella crescita e nella formazione dell'individuo. La manifestazione  rivolta alla
popolazione detenuta ristretta è stata l’occasione importante  per inaugurare il campo
sportivo polifunzionale, di recente ristrutturazione, con un triangolare amichevole  di
calcio tra due squadre di ristretti ed una squadra ospite - formazione esterna costituita
oltre che dallo stesso Perez, dal sindaco della città Mimmo Lo Polito, per l’occasione
capitano della squadra, dal Consigliere Comunale Nicola Di Gerio, dai componenti
dei Lions e da altri validi sportivi castrovillaresi. Presente anche Michele Canale in
rappresentanza del Castrovillari calcio, il Vice Governatore dei Lions Nicola Clausi,
il presidente di Circoscrizione Raffaele Bencardino e il Presidente del Coni
Provinciale Francesca Stancato.  La manifestazione ha avuto un particolare e
significativo momento nell’intitolazione della struttura sportiva  al Dott. Fedele Rizzo
già direttore della casa circondariale dal 1992 al 2016 che la Dott.ssa Mendicino,
particolarmente commossa, ha voluto ricordare con affetto alla presenza dei suoi
familiari e di tutto il personale dell’Isitituto. Dopo aver scoperto la targa e inaugurato
il campo è seguita la benedizione della struttura da parte di Don Francesco Faillace
cappellano della Casa Circondariale. Il Presidente del Lions Club di Castrovillari
Michele Martinisi ha rivolto un particolare ringraziamento a Amaurys Perez e Tonino
Rocca, alla Direzione della Casa Circondariale, alla Polizia Penitenziaria e a tutte le
componenti dell’Istituto che quotidianamente operano al loro interno con grande
professionalità che hanno dato il loro fondamentale apporto per la riuscita del
progetto. Una sinergia che ha permesso la realizzazione di diversi momenti e che ha
visto tra gli altri impegnati anche Sarà Danza con la maestra Marsia Trapani e i soci
del Club di servizio.

Tennistavolo in B1, la festa dell'amministrazione, ente parco, fitet e scuola


Una festa semplice ma pregna di contenuti importanti (come lo sono quelli
etici, sociali ed educativi richiamati nei contributi) per sottolineare l’arrivo in
B1 del Tennistavolo Castrovillari e funzioni di questi momenti per la
collettività e la sua crescita inclusiva.
Squadra e dirigenza sono stati salutati, ieri sera, nella sala consiliare del
palazzo di città del capoluogo del Pollino non solo da tifosi, cittadini ed
amici della compagine , ma anche dal Sindaco, Domenico Lo Polito (Assessore
allo Sport che ha ricordato pure la prospettiva ed il senso di squadra che afferma e promuove
l’attività intorno ad essa), dal Presidente del Parco, Domenico Pappaterra (il quale
ha tra l’altro sottolineato il ruolo di promoter e di conoscenza del Territorio che offre la disciplina
con le sue gare) , dal Presidente della Polisportiva del Pollino, Luigi Filpo (che ha
rilanciato la valenza degli atleti, tecnici e dirigenti del Tennistavolo in questa avventura) , dal
Presidente Regionale e dal  delegato provinciale della Fitet , rispettivamente
Pino Petralia e Paolo Cucci (che hanno stimato la portata della nuova realtà agonistica la
quale si affaccia in campo nazionale, ribadendo inoltre il ruolo della Calabria e suscitando
contestualmente, intorno ad essa, interessanti reciprocità con la scuola e società che
caratterizzano, poi, l’innegabile energia che sprigiona), nonché dalla dirigente del
primo Circolo Didattico, Antonella Gravina (per il fatto che l’Associazione sportiva
svolge un progetto nella sua scuola iniziando gli alunni delle terze, quarte e quinte al
Tennistavolo, importante- come lo è lo sport in genere- per la crescita e promozione della
persona), e naturalmente dal presidente del Tennistavolo Castrovillari,
Giuseppe De Gaio che ha riaffermato, durante l’iniziativa dedicata, con
orgoglio, l’obiettivo raggiunto con ciò che lo ha reso con più condivisioni.
L’appuntamento, moderato dal vice presidente dell’Accademia Pollineana,
Pasquale Pandolfi, ha ripercorso in breve le capacità degli atleti e di chi
segue il Tennistavolo, sostenuto pure, con forza, dai diversamente abili,
parte significativa di quei fan che, con dedizione, affermano il ruolo dello
sport, vero ponte, con altri, per superare barriere ed ostacoli che ancora
campeggiano nella società e nella mentalità corrente.
Con queste prerogative e significative interazioni si è esultato ad una
affermazione che ha ricadute interessanti quanto fondamentali, come
ripetuto in più modi dai rappresentanti istituzionali e sportivi, certi che
l’esperienza si protrarrà e si replicherà, forte di quelle tensioni che legano
atleti, dirigenza e fan, preoccupati non solo di fare risultato ma,
soprattutto, di rendere tutto ciò un’occasione di effettiva integrazione,
quella che necessita per lo sviluppo reale e partecipato del bene comune a
cui ciascuno è chiamato per dare il proprio indispensabile contributo.
Durante la manifestazione il Sindaco lo Polito a nome dell’Amministrazione
ha consegnato alla dirigenza e squadra una targa di riconoscimento.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

martedì 22 maggio 2018

Sport e legalità, inaugurazione del campo sportivo polifunzionale della casa circondariale

Mercoledi 23 maggio alle ore 9:30 si svolgerà presso la Casa Circondariale di Castrovillari  la manifestazione conclusiva del progetto realizzato in collaborazione con il Lions club di Castrovillari "SPORT E LEGALITA".
Il progetto si inserisce nell'ambito delle attività promosse dal protocollo d'Intesa siglato tra la direzione della casa circondariale di Castrovillari e la associazione Lions Club Castrovillari e vedrà ospite della manifestazione l'atleta olimpionico di pallanuoto Amaurys Pérez.
Come già hanno fatto in passato gli atleti Clemente Russo e Giovanni Maddaloni, l'atleta olimpionico incontrerà i detenuti per dare testimonianza diretta sui valori dello sport nella crescita e nella formazione dell'individuo, la manifestazione è rivolta alla popolazione detenuta ristretta e sarà l'occasione per inaugurare il nuovo campo sportivo polifunzionale di recente ristrutturazione con un triangolare amichevole di calcio a 7 a cui parteciperà il campione olimpionico, una squadra della popolazione detenuta, rappresentanti del Lions Club, nonché il sibdaco della città di Castrovillari avv Domebico Lopolito.
La struttura sportiva sarà intitolata al dottor Fedele Rizzo già direttore della casa circondariale dal 1992 al 2016.

MARATONA DI SUVIANA. LA DE STEFANO PRIMA TRA LE DONNE


Mille e quattrocento metri di dislivello per un percorso rinnovato che ha portato i runner di tutta Italia a confrontarsi con 42 km di gara. La Maratona di Suviana (Porretta Terme, in provincia di Bologna) è stata caratterizzata da pendenze molto forti e discese in picchiata che hanno permesso agli atleti di ammirare paesaggi bellissimi ma di faticare parecchio per raggiungere il traguardo. Per Daniela De Stefano, ultra maratoneta che veste i colori della CorriCastrovillari, il contesto di gara per scrivere una nuova impresa podistica. Per lei dodicesimo posto assoluto in classifica generale con il tempo di 3h43'00 che vale il primo posto nella categoria femminile. Dietro di lei ha lasciato Sabina Gargani (Atl. Marciatori Mugello) con un 3h52'52 e Chiara Betti (Gsd Libertas La Torre) con il tempo di 3h52'53.

SCREENING ANDROLOGICO NELLE SCUOLE DI CASTROVILLARI


“Un percorso di salute che ha visto la partecipazione attiva delle stesse”
Nei giorni 17, 18 e 19 maggio si è svolto lo screening andrologico nelle
scuole di Castrovillari, giunto al 18° anno.
«Nell’anno 2000» – ci dice la dott.ssa Mattia Maria Sturniolo, Dirigente
Medico dell’U.O. di Educazione alla Salute dell’ASP di Cosenza –
«partecipando come componente alla costituzione del Gruppo di Studio
della Società Italiana di Andrologia, preseduto dal Prof. Fabbrizio
Menchini Fabris di Pisa e coordinato dai dott.ri Alessandro Papini e
Paolo Turchi, proposi la realizzazione dello screening andrologico nelle
scuole superiori di Castrovillari. L’iniziativa fu approvata»
Nel 2002, con un progetto pilota eseguito nell’Istituto Alberghiero di
Castrovillari, allora Dirigente Scolastico Prof. Santino Di Stasi, parte il
primo screening di prevenzione andrologica in Calabria e si estende
negli anni successivi agli istituti Alberghiero, Tecnico, Professionale,
Liceo Classico e Artistico.
Lo screening è costituito da una fase di sensibilizzazione in classe e da
una fase di “ascolto” in uno spazio protetto (sportello andrologico
permanente)  eseguiti dalla dott.ssa M. M. Sturniolo, organizzati dai
referenti alla salute. Seguono le visite andrologiche,  eseguite dal dott. A.
Papini. Si conclude con l’incontro-dibattito dedicato agli alunni, genitori, e
insegnati, su temi riguardanti la salute  integrale degli adolescenti.
L’evento è animato dalla partecipazione artistica degli alunni.
Quest’anno l’incontro ha avuto come tema: “Alleanze educative a scuola:
un ponte tra adulti e adolescenti.” Hanno portato il loro saluto il Sindaco
Domenico Lo Polito, il Direttore del Dipartimento di Prevenzione 
dell’ASP di CS, dott.ssa Carmela Cortese, le Dirigenti Scolastiche,
dott.ssa Elisabetta Cataldi, Franca Damico, Rossana Perri, la Prof.ssa
Filomena Schifino, le Referenti alla Salute, Prof.sse Mirella 
Cruscomagno, Nunzia Manco, Antonietta Mirabelli, Claudia Soppelsa,
Teresa Tricoli, la dott.ssa Roberta Talone, per il progetto “One Health”.
L’attuazione in spazi protetti e confortevoli, la gratuità della visita
condotta nelle ore curriculari, la continuità negli anni, sono gli aspetti
peculiari che hanno portato alla visita andrologica più di 2300 studenti.

lunedì 21 maggio 2018

LA MARATHON DEGLI ARAGONESI SI PRESENTA

L’evento in programma a Frascineto verrà presentato alla stampa ed alla città nella conferenza stampa ufficiale che si terrà giovedì 24 maggio presso il centro servizi del Parco Nazionale del Pollino a Castrovillari

 

E' iniziato il conto alla rovescia per la Marathon degli Aragonesi 2018. La gran fondo in mountain bike organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica Ciclistica Castrovillari presieduta da Nardo Leogrande, ed inserita nel calendario di gara del Trofeo dei Parchi Naturali, verrà presentata nel corso di una conferenza stampa in programma giovedì 24 maggio alle ore 17.30 presso il centro servizi dell’Ente Parco Nazionale del Pollino a Castrovillari

Parteciperanno alla conferenza stampa aperta ai giornalisti ed alla città il presidente dell’Asd ciclistica Castrovillari, Nardo Leogrande, il Presidente del parco nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, il consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi, il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, il Sindaco di Frascineto, Angelo Catapano, il Sindaco di Civita, Alessandro Tocci, il presidente della Polisportiva del Pollino – Città di Castrovillari, Luigi Filpo.

L’evento sportivo che da sempre coniuga la pratica della disciplina outdoor con la sostenibilità turistica di un evento inserito nel territorio protetto dell’area parco radunerà sul Pollino e nelle municipalità coinvolte dal percorso gara (Frascineto, Castrovillari e Civita) centinaia di atleti provenienti da Puglia, Campania, Sicilia, Lazio, Basilicata, Calabria, Abruzzo, Emilia Romagna che si sfideranno per la conquista della tappa che si caratterizza per l’Imperticata, la salita del Monte Moschereto.

Vincenzo Alvaro

venerdì 18 maggio 2018

Sight for Kids Italia, il LIONS CLUB per la prevenzione dell’ambliopia

Il Lions Club di Castrovillari, nei giorni 17 e 18 maggio,
nell’ambito del progetto “Sight for Kids Italia”, ha realizzato un service di prevenzione
dell’ambliopia, conosciuta come malattia dell’”occhio pigro”, rivolto ai bambini delle scuole del I
Circolo di Castrovillari in età compresa tra 5 e 6 anni. 
Com’è noto, l’Associazione Lions Clubs International è da sempre impegnata nella prevenzione e
cura della cecità e delle malattie oculari e quest’anno ha promosso su tutto il territorio nazionale lo
screening oculistico.
Lo screening è stato effettuato dalla dott.ssa Rosanna La Polla, Dirigente presso l’Unità operativa di
oculistica dell’Ospedale di Castrovillari, con il supporto degli alunni del corso ottico dell’Istituto
IPSIA di Castrovillari, e dei volontari Lions. I Lions per lo screening hanno fornito all’équipe un
autorefrattometro pediatrico binoculare gentilmente messo a disposizione dalla So.San.
(Organizzazione Lions per la Solidarietà Sanitaria Onlus) che, inquadrando con il visore il bambino,
permette di individuare eventuali difetti visivi.
Il progetto mira a sensibilizzare famiglie ed educatori rispetto le patologie oftalmiche pediatriche –
ambliopia in primis – e offrire un servizio di screening gratuito che dia indicazioni sullo stato di
salute visiva del bambino.
Quest’azione non sostituisce il necessario controllo periodico presso centri oftalmici pediatrici, ma
può in taluni casi porre all’attenzione del genitore la necessità di un approfondimento diagnostico.
L’ambliopia è un problema grave della vista che si sviluppa in età pediatrica e si calcola che nel
mondo colpisca circa un bambino su trenta.
Per curare questa patologia è molto importante visitare i bambini quando sono ancora molto piccoli
in modo da intervenire tempestivamente.
Con quest’ulteriore service rivolto alla tutela della salute, continua l’azione dei Lions di
Castrovillari sul territorio con la consapevolezza che il benessere dei cittadini debba partire dalla
prevenzione. Un particolare ringraziamento è stato rivolto dal Club di servizio ai Dirigenti scolasticil
Antonella Gravina e Elisabetta Cataldi e alla Dott.ssa Rosanna La Polla per la disponibilità e
collaborazione dimostrata.

SCENA VERTICALE DEBUTTA AL MAGGIO ALL’INFANZIA DI MATERA “IL DIARIO DI ADAMO ED EVA” LA NUOVA CREAZIONE FIRMATA DARIO DE LUCA


Domenica 20 maggio alle ore 10.00 al Museo archeologico Ridola di Matera, all’interno della
ventunesima edizione del Maggio all’Infanzia, debutterà la nuova produzione di Scena Verticale. Il
prestigioso festival dedicato completamente all’infanzia in cui il teatro, con le produzioni più
interessanti del panorama internazionale  –  dal teatro di figura alla narrazione, dal teatro di
animazione al teatro d’attore  –  è protagonista principale, ospiterà Il Diario di Adamo ed Eva, lo
spettacolo di Dario De Luca, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Mark Twain.
In scena due giovanissimi attori: Elisabetta Raimondi Lucchetti e Davide Fasano nei panni dei
primi abitanti del pianeta.  Con leggerezza e ironia la pièce avvia una riflessione sulla differenza e
l’identità di genere: la guerra dei sessi è antica quanto l’umanità. Ed è quello che scopre Mark
Twain traducendo il manoscritto originale – come lui stesso scrive con il suo consueto senso
dell’umorismo – dei diari di Adamo ed Eva. Partendo da questa “storica” traduzione, lo spettacolo
racconta le inquietudini ed il modo di pensare dei primi esseri umani, che cercheranno di intendersi
nonostante le loro evidenti diversità. Una storia di costole, serpenti e mele qui si trasforma in una
dissertazione sulle relazioni tra uomo e donna usando le armi dello humor e del nonsense.  Avremo
accesso ai pensieri segreti del primo uomo e della prima donna, constatando con allegria che le
relazioni tra i due sessi non sono poi così cambiate da quando Dio ha creato il nostro mondo.
Scopriremo infatti che questa coppia dell’Eden non è molto diversa da qualsiasi altra coppia di
oggi, che essa viva a New York, Parigi o Castrovillari.
Con Il diario di Adamo ed Eva si avvia una riflessione che parte dall’archè e torna all’archè per
raccontare ai ragazzi che la differenza di genere non porta allo scontro: la differenza di genere è la
grande arma dell’uomo per affrontare la vita, in una società sempre meno abituata a cogliere la
diversità come un valore aggiunto.
Prossima tappa dello spettacolo sarà quella di Primavera dei Teatri, venerdì primo giugno alle ore
17.00.