... Visita la nostra nuova pagina "Le nostre iniziative"............ Cerchiamo persone che vogliono collaborare con questo blog - scriveteci: andreafalcone2007@gmail.com oppure rtotommaso@hotmail.it *******

lunedì 16 ottobre 2017

CALÀBBRIA TEATRO FESTIVAL … VINCE LA IV EDIZIONE DEL FESTIVAL DEI CORTI  “PISCIK. FUORI E DENTRO IL GIARDINO”

Vince la IV edizione del “Festival dei corti “:  “Piscik. Fuori e dentro il giardino” di e con Luca
Oldani della compagnia “La Ribalta Teatro” con la seguente menzione :” per il lavoro di ricerca, la capacità
dell’attore di entrare nella psicologia del personaggio tratto dal giardino dei ciliegi” di Checov; la capacità di
utilizzare il gioco scenico e un corretto uso degli elementi di scena che l’attore ha saputo rendere vivi”.
L’evento era inserito nella VII edizione del  Calàbbria Teatro Festival organizzato dall’Associazione
Culturale “Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di
Angela Micieli. “Piscik “, uno corto teatrale pensato sulla figura di Simeonov Piscik, personaggio de
“Il Giardino dei Ciliegi” di A. Cechov. Il Giardino diventa una cornice dove il personaggio presenta
tutta la sua grottesca e malinconica poesia, la sua impotenza verso il mondo che lo circonda, le sue
debolezze. Soldi e amore sono gli impulsi che lo guidano costantemente nel più riuscito e umano
limbo Cechoviano. Salgono sul podio al secondo posto “@Tiffany” di e con Christian Gallucci e
Anna Sala. Assistente Ilaria Cassanmagnago della compagnia Coperte strette”; con la seguente menzione:”
Per l’originalità del testo, l’uso dello spazio scenico, la capacità di utilizzare in maniera consapevole, tempi,
ritmi e contrappunto. Per la fotografia studiata senza decorazioni. “@Tiffanys” è uno studio sull’amore
all’interno di una coppia e il movente, da parte della compagnia,per analizzare modi e dinamiche di una
relazione, nonché indagare il sottile confine esistente tra il convenzionale meccanismo della messinscena e
l’adesione di interpreti e pubblico a tale meccanismo. Terzo posto per “ Io non avevo mai deciso di
volare”  della compagnia Onirika del Sud. Testo e regia Pierpaolo Saraceno con Pierpaolo Saraceno,
Mariapaola Tedesco e Alessandro Lo Piccolo.  Musiche di Concetto Fruciano; con la seguente
menzione:” Per il tema trattato, l’inquadratura scenica, la forte carica emotiva attraverso una
sapiente forza espressiva”. “ Io non avevo mai deciso di volare” , un viaggio infinito di un uomo, che
per sbaglio entra in una stanza buia, ma calda, un viaggio oltreoceano attorno a quelle terribili
condizioni degli antichi emigranti. La “giuria tecnica” era  composta da  (Umberto CARACCIA,
Diletta D’ASCIA, Federico PROSPERI, Federica GRISOLIA) che ha consegnato anche il “Premio per
il miglior attore” a Antonio De Nitto per il monologo “Rukelie” della compagnia Macondo; con
la seguente menzione:” Per la costruzione dello sviluppo emotivo, la presenza scenica, il rapporto
con il pubblico”. “Rukelie” di Peppe Millanta diretto e interpretato da Antonio De Nitto;  narra la
storia del pugile sinti Johann Trollmann, una delle vittime dimenticate del porajmos, il genocidio
degli zingari durante la seconda guerra mondiale.
Il monologo vince anche il “Premio della giuria popolare”. Il Premio miglior attrice va a
Margherita Bertoli con “Anna Cappelli” della compagnia internazionale “Kamma” con la
seguente menzione :”  Per aver trattato un tema tanto atroce con naturalezza e ironia senza
sfociare nella didascalia drammatica”. “Anna Cappelli” una commedia degli anni ’60 che
impedisce la possibilità di un amore vero e che nasconde una tragedia.
Premio miglio testo a “Ilse Stuttgard, Vedova Kaufmann” dell’ Ass. Cult. Space – Spazi di
creatività eclettica,  testo e regia Michele Zaccagnino, con Bruno Petrosino. Musiche Valter
Dadone, con la seguente menzione :” Per il lavoro di ricerca drammatica e tessitura testuale”. “Ilse
Stuttgard, Vedova Kaufmann”  un monologo ambientato nella Berlino del 1984.
Intanto ieri sera per la terza ed ultima serata del “Festival dei corti” in scena al Sybaris: “Rukelie”
della compagnia Macondo  di Peppe Millanta, diretto e interpretato da Antonio De Nitto.
Il monologo narra la storia del pugile sinti Johann Trollmann, una delle vittime dimenticate del
porajmos, il genocidio degli zingari durante la seconda guerra mondiale.
Dopo essere stato campione di boxe in Germania, viene sterilizzato e mandato in un campo di
sterminio, dove morirà dopo un ultimo incontro di pugilato per la vendetta di un Kapò, riuscendo
però ad infondere coraggio e speranza agli altri detenuti sinti che erano con lui. A seguire “L’uovo
Bob” de Le Baobab;  ideazione Giorgia Presepi e Chiara Venturini con Chiara Venturini e Giorgia
Presepi e Valentina Rastelli, regia Silvia Giorgi e Chiara Venturini, musiche Giorgia Presepi con la
collaborazione Teatro dei Cinquequattrini
Bob è un uovo a cui sono spuntate solo le ali e le zampe, ha uno spiccato desiderio di prendere il
volo e conoscere il mondo ma, ha molta paura.
Le sue paure lo bloccano, non crede di poter riuscire a sopravvivere essendo ancora solo un uovo. A
chiudere “Anna Cappelli” della compagnia internazionale Kamma;  una performance
gastronomica; direzione d’attore: Thierry Gaudin, Idea: Margherita Bertoli, performer: Margherita
Bertoli,testo: Annibale Ruccello. Anna Cappelli è una commedia che nasconde una tragedia: Anna,
giovane donna che sogna di avere il suo posto nel mondo, finge di ribellarsi alle convenzioni sociali
aspirando allo stesso tempo a conformarsi assolutamente. Quest’ossessione impedisce la possibilità
di un amore vero. Abbandonata, scacciata dal suo amante alla fine dello spettacolo, non vede più
altra possibilità che di ucciderlo e mangiarlo per assolvere in fine il suo desiderio di possessione.
A portare il saluto al pubblico del Calàbbria Festival, il vicesindaco di Castrovillari, Francesca
Dorato. (foto Pino Iazzolino)

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION

DE STEFANO MASTODONTICA SULLE ALPI. 100KM IN MENO IN 9 ORE E MEZZA. 


L'ultra maratoneta dell'Asd CorriCastrovillari arriva seconda in una delle gare più difficili. 

Si può considerare un vero record quello compiuto dall'atleta Daniela De Stefano. Alla 100km Torino - Foglizzo, detta delle Alpi, il suo tempo è da brividi. Meno di dieci ore per chiudere l'anello di gara con diverse pendenze difficilissime. Al traguardo - piazzatasi settimana nella classifica generale, seconda nella categoria donne - il suo tempo è di 9 ore e 31 minuti. Senza contare che in meno di un anno è la quinta gara sulla lunga distanza che chiude con tempi straordinari che la fanno entrare nella élite nazionale degli ultramaratoneti. Ideato nel 2016 insieme al suo amico Pier il progetto Passatore 2017 aveva come obiettivo quello di chiudere in un anno almeno 4 gare da 100km. 

Un obiettivo non facile che viene accompagnato da una preparazione ricca di allenamenti, eventi sportivi, maratone, corse da sei ore, una gara da 50km sulla sabbia. Poi la prima 100km a Sarengo. Seguita dalle altre: Passatore, Asolo e l'ultima, quella sulla Alpi, che chiude il piano sportivo da primato. 

«La 100 delle Alpi - racconta l'atleta - mi ha regalato l'emozione di aver premiato il coraggio di osare spingere un pò di piu, migliorando il mio personale sui 100 km di circa 50 minuti». Tra il 60esimo ed il 70esimo chilometro è arrivata una «brutta crisi» - confessa De Stefano - «ma poi le gambe hanno trovato una nuova energia» fino al traguardo chiuso tra le lacrime e «la voglia di fare ancora meglio». 

Oggi il suo "contachilometri" complessivo di gara conta 1120km in ben 18 gare. Per il Presidente della CorriCastrovillari, Gianfranco Milanese, Daniela De Stefano «è l'esempio di come passione, costanza, allenamento e forza di volontà possano regalare emozioni uniche e successi grandiosi. Per noi un orgoglio avere una tesserata di questo livello agonistico che rappresenta un esempio per i giovani che si affacciano a questo sport».

venerdì 13 ottobre 2017

CALÀBBRIA TEATRO FESTIVAL … AL VIA LA IV EDIZIONE DEL FESTIVAL DEI CORTI TEATRALI


Il viaggio nel magico e poetico mondo delle bolle di sapone, ha fatto viaggiare sulle ali della
fantasia piccoli ed adulti del Calàbbria Teatro Festival in corso di svolgimento a Castrovillari ed
organizzato dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy
Parrotta e quella organizzativa di Angela Micieli. Lo spettacolo “La Poesia in una bolla di
sapone” dell’ Associazione di promozione sociale “Art Patachipi”, ha accompagnato lo spettatore,
attraverso la bravura di  Achille Veltri, artista teatrale appassionato del teatro di strada,  trampoli,
giocoleria e mimo corporeo, per tutta la durata dello spettacolo, in un alternarsi di momenti fatti di
giocoleria, micromagia e tantissime bolle di sapone. Questa sera, sempre al Teatro Sybaris, parte la
IV edizione del “Festival dei Corti” che quest’anno diventa internazionale.  In 30 minuti gli attori,
a tema libero, cattureranno con tre spettacoli (ogni sera), lo spettatore che diventerà attore
principale. Infatti con l’acquisto del biglietto, alla modica cifra di 7 euro, oltre  a godere della
performance potrà , attraverso una scheda, votare decretando il vincitore della “giuria popolare”;
I°-II° e III° posto  sarà ad appannaggio della “giuria tecnica” composta (Umberto CARACCIA,
Diletta D’ASCIA, Federico PROSPERI, Federica GRISOLIA).
In scena questa sera l’ Onirika del Sud con:”Io non avevo mai deciso di volare”; Testo e regia
Pierpaolo Saraceno con Pierpaolo Saraceno, Mariapaola Tedesco e Alessandro Lo Piccolo. 
Musiche di Concetto Fruciano. Un viaggio infinito di un uomo, che per sbaglio entra in una stanza
buia, ma calda, un viaggio oltreoceano attorno a quelle terribili condizioni degli antichi emigranti.
A seguire  la Ribalta Teatro con “Piscik” di e con Luca Oldani. Uno corto teatrale pensato sulla
figura di Simeonov Piscik, personaggio de “Il Giardino dei Ciliegi” di A. Cechov. Il Giardino
diventa una cornice dove il personaggio presenta tutta la sua grottesca e malinconica poesia, la sua
impotenza verso il mondo che lo circonda, le sue debolezze. Soldi e amore sono gli impulsi che lo
guidano costantemente nel più riuscito e umano limbo Cechoviano. A chiudere la prima serata del
Festival dei corti, “Decisamente single” dell’ Ass. Cult. Ettore Petrolini, testo e regia Francesco
Chianese con Alessandra Bonamonte. Eternamente in attesa del suo grande amore. Arriverà,
anche per lei, il gran momento, basta avere pazienza. Natale è alle porte, diciamo quasi, dal
momento che siamo ancora a ottobre, giusto il tempo per non farsi trovare impreparati all’evento.
Ed è proprio a Natale che Massimo dichiarerà ad ella tutto il suo amore, o così spera la dolce Sara.
Se così ? L’esito delle votazioni si avrà sabato 14 ottobre. A seguire degustazione di piatti tipici
della tradizione castrovillarese, accompagnata dall’intrattenimento musicale curato
dall’associazione culturale “ Kemusica”. (foto Pino Iazzolino )
Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle
12,30 e dalle 17 alle 20
Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle
20

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION

PROGRAMMA CORTI TEATRALI

Venerdì 13 ottobre – Ore 21:00
DaMaRTE
Vinni a u’ munnu
Testo e regia David Mastinu
Con Martina Zuccarello, Filippo Velardi
Ass. Cult. Space – Spazi di creatività eclettica 
Ilse Stuttgard, Vedova Kaufmann
Testo e Regia Michele Zaccagnino
Con Bruno Petrosino
Musiche Valter Dadone
Coperte Strette
Tiffany
Di e con Christian Gallucci e Anna Sala
Assistente Ilaria Cassanmagnago

giovedì 12 ottobre 2017

ECODISTRETTO. IL COMUNE INVIA LA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE ALLA REGIONE PER LA CANDIDATURA DEL TERRITORIO MA DICE NO A DISCARICHE E TERMOVALORIZZATORI


Il Comune di Castrovillari ha trasmesso al Dipartimento Ambiente
della Regione- e per conoscenza  al Presidente della Regione e all’assessore
Regionale competente- la manifestazione d’interesse (votata dal Consiglio
comunale nella seduta del tre ottobre scorso solo con l’assenso della maggioranza) a
candidare il proprio territorio per localizzarvi un impianto di
trattamento della frazione organica proveniente dalla raccolta
differenziata porta a porta, con processo di digestione anaerobica,
delle frazioni secche differenziate dei rifiuti urbani e di quelli
indifferenziati per il recupero dei riparti riciclabili.
Lo ha fatto con una lettera a firma del Sindaco, Domenico Lo
Polito il quale nella stessa ha scritto:” L’area da destinare è la
zona industriale all’interno della cementeria di Castrovillari, avendo
ricevuto assenso di massima da parte della proprietà”, e
precisando  soprattutto, con una conditio sine qua non,  che
”..sul sito indicato non dovrà essere ubicata alcuna discarica a
servizio dell’impianto di selezione oggetto della manifestazione
d’interesse, indicata nella deliberazione di Consiglio, ed inoltre non
dovrà essere installato alcun termovalorizzatore o inceneritore.”
“E’ necessario- sottolinea poi in una dichiarazione stampa,
ricordando che per tali questioni non basta mai,- fare ancora
chiarezza sulle tante inesattezze che circolano in città, si
susseguono e si sovrappongono nel circondario: ciò che abbiamo
candidato è un ecodistretto per valorizzare i rifiuti domestici con la
selezione di quanto è necessario al riuso, riciclo e produzione del
metano. E non vogliamo assolutamente - come affermato e
richiamato più volte nel Consiglio comunale scorso tra il dibattito
intercorso- alcuna discarica e inceneritore. Queste sono condizioni
interamente non superabili nel caso dovesse essere presa in
considerazione la manifestazione d’interesse.”

L’Ufficio Stampa del Comune di castrovillari

L'Ente Parco convoca il Sindaco per chiarimenti sull' ecodistretto

COMITATO IN DIFESA DEL TERRITORIO
COMUNICATO STAMPA

Il Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale del Pollino ha deliberato di richiedere, in tempi brevi, la
convocazione del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Castrovillari per procedere ad
un’audizione riguardante la Manifestazione di Interesse avanzata dall’Amministrazione di Castrovillari circa
la disponibilità ad accogliere il cosiddetto ecodistretto dell’ATO della provincia di Cosenza nell’area del
cementificio Italcementi di Castrovillari.
Nella seduta pubblica di martedì 10 ottobre -presenti anche gli attivisti del “Comitato in Difesa del
Territorio”, che raccoglie Comitati cittadini, Associazioni e semplici cittadini dell’area del Pollino contrari
all’ipotesi di allocazione dell’impianto su un territorio ben diversamente vocato, la questione del mega-
impianto è stato argomento di specifica discussione in quanto inserito come punto all’Ordine del Giorno.
Il coinvolgimento dell’Ente Parco è nei fatti, essendo il luogo indicato dall’Amministrazione di Castrovillari
praticamente adiacente all’area del Parco stesso, vincolata inoltre dalla presenza di una Zona di Protezione
Speciale (ZPS) dell’Unione Europea e da un Sito di Interesse Comunitario (SIC).
La enorme quantità di rifiuti eventualmente in arrivo, l’impatto (rumore, gas di scarico, polveri, perdite di
percolato) delle centinaia di automezzi dedicati al loro trasporto, i sistemi e le modalità di trattamento dei
rifiuti medesimi–previsti di ogni tipologia possibile: indifferenziati, differenziati, frazione organica-, le
inevitabili molestie odorigene, l’indeterminatezza del luogo ove la discarica di servizio all’impianto verrebbe
collocata, rappresentano tutti aspetti di sicuro e negativo impatto su un’area ad elevatissima protezione
ambientale.
Ha destato sorpresa ed anche sconcerto, il fatto che di questa iniziativa, pure così evidentemente
impattante, l’Ente  Parco non abbia avuto alcuna comunicazione né vi sia stato, nei mesi intercorsi dalla
richiesta dell’Amministrazione di Castrovillari ad Italcementi alcun coinvolgimento, come esplicitamente
dichiarato dal presidente Pappaterra.
Il Consiglio Direttivo ha inoltre deciso di dar luogo ad altre iniziative conoscitive e di approfondimento della
problematica anche con gli Organi regionali preposti.
Continuano intanto le iniziative di informazione del nostro Comitato in tutta l’area del Pollino, per supplire
alla clandestinità in cui finora si è cercato di mantenere un progetto di gravissimo impatto non soltanto dal
punto di vista ambientale, ma fortemente negativo sotto l’aspetto occupazionale, della salute e
dell’economia dell’intero territorio. Quello della partecipazione democratica consapevole delle popolazioni
è un diritto inalienabile non una gentile concessione da parte di chicchessia.

Il COMITATO IN DIFESA DEL TERRITORIO 

Svolta la Cerimonia del Passaggio della Campana, Martinisi è il nuovo presidente del Lions Club

Nei giorni scorsi  nei locali dell’Hotel  Jolly di
Castrovillari si è tenuta la “Cerimonia del Passaggio della Campana” del Lions Club tra il
Presidente uscente Francesco Attanasio e il nuovo Presidente Michele Martinisi. La serata ha visto
la partecipazione di diversi rappresentanti dei club della Provincia, di altri club service cittadini
oltre ad autorità  civili e militari. Dopo un saluto del Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito,
che ha evidenziato l’importante ruolo dei club di servizio nella città del Pollino, è stato il Presidente
uscente Francesco Attanasio a ringraziare le autorità civili e lionistiche intervenute. Lo stesso ha
ricordato i services svolti durante i suoi due anni di presidenza e ringraziato tutti i soci per la loro
collaborazione,nonché i componenti del Direttivo per averlo coadiuvato. Alla fine del suo discorso
si è poi proceduto con lo scambio della Campana (simbolo della presidenza)  e del distintivo di
Presidente. Il neo Presidente Michele Martinisi, con palese emozione,dopo aver ringraziato gli
intervenuti e i soci del club per la fiducia che hanno riposto in lui e nell’averlo eletto alla guida del
club, ha annunciato i progetti di servizio che intende sviluppare in questo anno sociale appena
iniziato, soffermandosi soprattutto sulle attività che saranno rivolte a favore della salute nelle
scuole, in particolare, sulla prevenzione di alcune malattie in età giovanile e sulla necessità di
stimolare i bambini delle elementari a comportamenti e stili di vita corretti. Programma che avrà
ancora una volta nell’impegno e nella partecipazione di ogni socio il punto cardine della sua
riuscita. Dopo un saluto del Presidente di zona, Piergiorgio Garasto,ha concluso la serata il
Presidente di Circoscrizione, Salvatore Bencardino, che ha espresso le sue congratulazioni al
presidente uscente per il lavoro svolto e fatto gli auguri a Michele Martinisi per gli obiettivi che
vorrà raggiungere, rimarcando le finalità dei Lions nel prendere interesse attivo al benessere civico,
culturale, sociale e morale della comunità.

mercoledì 11 ottobre 2017

Magia e illusioni, Francesco Busani incanta il pubblico del Sybaris


Magia, coinvolgimento, illusioni, uno show  che ha mescolato  emozioni forti, misteri e risate;
quello tenutosi ieri sera al Sybaris di Castrovillari e messo in scena da un grande illusionista di fama
nazionale, Francesco Busani  mentalista indagatore dell’occulto e studioso di misteri e della
tradizione esoterica. Lo spettacolo “Mind Cabaret” faceva parte del variegato cartellone della VII
edizione di Calàbbria Teatro Festival, manifestazione inserita negli eventi storicizzati della
Regione Calabria al VI° posto della graduatoria. Il festival è organizzato dall’Associazione
Culturale “Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di
Angela Micieli, in programma a Castrovillari fino al 15 ottobre 2017.
“MindCabaret “è stato uno spettacolo che ha  mescolato  emozioni forti, misteri e risate. Perché
Francesco è un mentalista che non riesce a prendersi quasi mai sul serio. Tra ricordi d’infanzia e
oggetti unici e misteriosi,  il mentalista e cantastorie Busani,  oltre a raccontare episodi in cui la sua
vita si è intrecciata con l’impossibile e il paranormale, ha coinvolto il  pubblico che da spettatore è
diventato  protagonista. E tanti sono stati i giovani “ Maghi” venuti anche da fuori Castrovillari  a
vedere le sorprendenti, magiche, memorabili illusioni. Questa sera lo spettacolo, con ingresso
gratuito, sarà dedicato ai bambini. In scena “La Poesia in una bolla di sapone” dell’ Associazione
di promozione sociale “Art Patachipi”. Achille Veltri, artista teatrale appassionato del teatro di
strada: trampoli, giocoleria e mimo corporeo, porterà in scena un viaggio nel magico e poetico
mondo delle bolle di sapone.
Al via domani la IV edizione del “Festival dei Corti” che quest’anno diventa internazionale.  In 30
minuti gli attori sul palco del Sybaris , a tema libero, cattureranno con tre spettacoli ogni sera, lo
spettatore che diventerà attore principale. Infatti con l’acquisto del biglietto, alla modica cifra di 7
euro, oltre  a godere dello spettacolo potrà , attraverso una scheda votare decretando il vincitore
della “giuria popolare”; I°-II° e III° posto  sarà ad appannaggio della “giuria tecnica” composta
(Umberto CARACCIA, Diletta D’ASCIA, Federico PROSPERI, Federica GRISOLIA). L’esito delle
votazioni si avrà sabato 14 ottobre. (foto Federica Grisolia)
Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle
12,30 e dalle 17 alle 20
Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle
20

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION

PROGRAMMA CORTI TEATRALI
Giovedì 12 ottobre –
Ore 21:00

Onirika del Sud

Io non avevo mai deciso di volare
Testo e regia Pierpaolo Saraceno
Con Pierpaolo Saraceno, Mariapaola Tedesco, Alessandro Lo Piccolo
Musiche Concetto Fruciano
La Ribalta Teatro
Piscik
Di e con Luca Oldani
Ass. Cult. Ettore Petrolini
Decisamente single
Testo e Regia Francesco Chianese
Con Alessandra Bonamonte

Al Calabbria teatro festival Consegna del Premio Frontiere Aperte

“Premio “Frontiere Aperte” III edizione a due eccellenze  castrovillaresi, al  dr
Bruno Rizzuti ( nell’ambito scientifico) e al dr.Gerardo Bonifati  (nell’ambito culturale). Bruno
Rizzuti, del Cnr-Nanotec di Rende che da un farmaco antipsicotico ha aperto nuove speranze
contro il tumore al pancreas; Gerardo Bonifati, direttore artistico della Pro Loco di Castrovillari,
vincitore dell’Oscar mondiale del folklore ad Haifa (Israele), assessore alla cultura FITP. Eccellenze
capaci di portare fuori l’identità territoriale perche il premio si chiama “frontiere aperte”, si va oltre
però poi si opera nel proprio paese, così il direttore artistico, Rosy Parrotta. Premio lo ricordiamo
inserito nel cartellone della VII edizione del Calàbbria Teatro Festival, manifestazione inserita
negli eventi storicizzati della Regione Calabria al VI° posto della graduatoria ed  organizzato
dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” in programma a Castrovillari fino al 15 di ottobre.
Onorati di aver ricevuto questo riconoscimento così  i due premiati Rizzuti e Bonfati che hanno
sottolineato che fa sempre piacere ricevere riconoscimenti per il proprio lavoro. Il merito però  è
frutto di  un lavoro di squadra che da la dimensione di quello già fatto e uno sprone per andare
avanti e continuare in quello che si sta facendo. Ma la seconda giornata del Festival si è aperta con
la presentazione del libro, Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI (EDIZIONE PELLEGRINI) I°
classificato alla I^ edizione del Premio Internazionale Città di Castrovillari – Poesia, Prosa, Arti
figurative e Teatro, moderato dal direttore organizzativo dell’evento, Angela Micieli. Algieri,
giovane calabrese di Corigliano Calabro, prende spunto da un documentario girato a Londra dove
si parla dei giovani artisti in fuga dall’Italia. La prefazione del libro è stata curata dal
cantautore Brunori Sas, di cui si richiama il verso: “…come in una specie di staffetta esistenziale,
tra incanto e disincanto, questi poveri cristi dipinti da Giovanni Algieri si passano il testimone
nell’eterna corsa ai traguardi della vita“. Un romanzo composto di cinque racconti, dove i
protagonisti delle storie sono padri e figli a confronto: genitori apprensivi e tradizionali, con figli
che se ne vanno in giro per il mondo e che padroneggiano il continente come nessun’altra
generazione ha mai fatto prima d’ora.  La fuga dei giovani verso mete sconosciute in cerca di
lavoro, ha dato modo di aprire il dibattito. Andare via è più facile che rimanere, spesso manca il
coraggio di restare anche se ogni persona parte con dolore perché non ha la possibilità di rimanere
così hanno sottolineato i tanti giovani presenti al dibattito che si sono confrontati con l’autore e con
gli ospiti al tavolo. Mettersi in gioco essere attivi è la chiave di svolta dei territori, così il sindaco di
San Basile nonché consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi presente all’evento. Manca il
“tempo”, ricollegandosi alla tematica del festival,  di vivere le cose e di capirle, così il sindaco di
Castrovillari, Mimmo Lo Polito; abbiamo la possibilità di vivere  in una regione, la Calabria, dove
la natura offre tante opportunità ma non riusciamo a coglierne la bellezza. (foto di Giuseppe
Iazzolino).Il festival continua questa sera alle 21,00   al Teatro Sybaris con il suggestivo spettacolo
di Francesco Busani uno dei più grandi mentalist a livello nazionale  “Mind Cabaret” in cui
l’attore si racconta tra ricordi di infanzia e lo scorrere della vita attraverso l’arte del mentalismo.
Per mercoledì  ad ingresso gratuito,  i bambini avranno modo di essere incantati da Achille Veltri
dell’Associazione di promozione sociale “Art Patachipi”,con lo spettacolo “la poesia in una bolla
di sapone” .Uno spettacolo sul mimo con l’aiuto delle fantastiche bolle di sapone.
Da sottolineare che anche gli studenti under 19 grazie all’idea partita dall’associazione denominata 
“ A teatro con noi”entrano  gratuitamente agli spettacoli.
PROGRAMMA
Teatro Sybaris
Martedì 10 ottobre – Ore 21:00
Francesco Busani
Mind Cabaret
Mercoledì 11 ottobre
Ore 21:00 – Teatro Sybaris
Associazione “Art Patachipi”, La Poesia in una bolla di sapone
Spettacolo di mimo di e con Clown Fofo (Ingresso libero)
Ore 22:00 – Protoconvento francescano
Convivio
Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17
alle 20
Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle
20

Ufficio Stampa
ARCA COMMUNICATION

Presentazione dell’Agenda sentimentale, il 12 ottobre presso la libreria La Freccia Azzura


Giovedì 12 ottobre alle ore 17:00 verrà presentata, presso la libreria “La freccia
azzurra” (C.so Calabria, 80), l’”Agenda sentimentale”, una novità della casa editrice
CoccoleBooks. Un’agenda dove si trovano senz’altro le ore, i giorni e i mesi del
tempo che scorre, ma anche uno spazio personale, delle frasi per ogni settimana che
invitano a fermarsi, per annotare le esperienze più intime che accompagnano la
complessa ed emozionante “vita scolastica”.
L’incontro rivolto al corpo docente, ai genitori, ai formatori, ha lo scopo di
presentare l’ “Agenda sentimentale”, ma soprattutto soffermarsi sul ruolo
dell’oggetto libro nell’interazione con la crescita personale e individuale di ogni
ragazzo/a; le strategie, le tecniche e le modalità per permettere che si sviluppi
quella fondamentale empatia tra i giovani e il mondo della letteratura loro dedicato.
Saranno presenti gli autori, Antonio Ferrara e Daniela Valente.
Antonio Ferrara è autore, illustratore e formatore. Per diversi anni ha lavorato
presso una comunità alloggio per minori a Novara, dove è nato il suo interesse a
diffondere la passione della lettura nei giovani. Nel 2012 ha vinto il Premio Andersen
per la fascia over 15 con il libro Ero cattivo, il cui protagonista è un adolescente
vittima di pregiudizi. Ha pubblicato con diverse case editrici come Mondadori,
Rizzoli, Salani, CoccoleBooks, San Paolo, Interlinea, Artebambini ed altre. Tiene
laboratori di illustrazione e scrittura creativa “per emozioni” per ragazzi, insegnanti,
detenuti e degenti, presso scuole, biblioteche, librerie, carceri, associazioni culturali
e ospedali.
Daniela Valente è autrice, formatrice e direttore editoriale della casa editrice
CoccoleBooks per bambini e ragazzi, fondata insieme al marito Ilario Giuliano nel
2006. Autrice di diversi titoli per bambini e ragazzi, si occupa di promozione della
lettura e tiene incontri di scrittura creativa e lettura interpretativa nelle scuole.

martedì 10 ottobre 2017

Anche a Castrovillari arriva la carta d'identità elettronica


Ormai la "vecchia carta d'identità"  ha i giorni contati. Passo in avanti del Comune di Castrovillari sul documento personale elettronico che attesta l’identità del cittadino. Questi, in via sperimentale , da domani potrà ottenere la nuova. L’anagrafe,poi,  la fornira' regolarmente, dal 30 ottobre.

La nuova Carta di identità elettronica si potrà richiedere alla scadenza della propria (o in seguito a smarrimento, furto o deterioramento) presso il Comune. La nuova Carta di identità elettronica è il documento realizzato in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito, dotata di sofisticati elementi di sicurezza e che supporterà altri servizi.

“Un percorso innovativo, già avviato in altri settori da questa amministrazione- precisa il Sindaco, Domenico Lo Polito- nel segno della sfida alla modernità giocato sull'esigenza di semplificare sempre più il raccordo Ente/Utente, obiettivo  pressante della pubblica amministrazione in quel processo di riforma che vuole facilitare e diffondere gli strumenti per un miglior supporto pubblico-privato. Un’azione in cammino da tempo nei vari livelli dello Stato  e che aiuta questo rapporto e le diverse interfacce offerte dalle nuove tecnologie per la semplificazione delle realizzazioni” .

Ufficio stampa del Comune di Castrovillari